logo

In ogni momento, le donne hanno sognato di diventare più belle. Per questo, c'era bisogno di sviluppare nuovi metodi che portassero un buon prezzo.

Oggi, la vendita di cosmetici è stata sviluppata abbastanza ampiamente. Tuttavia, è uno dei casi più redditizi. Dopo tutto, una donna è in grado di negare a se stessa molti desideri, ma solo non nell'acquisizione di prodotti di bellezza.

Idea per il business

Nel mercato russo, c'è una concorrenza abbastanza alta tra i produttori di prodotti cosmetici. Ecco perché pochi considerano questo business promettente per se stessi. Tuttavia, nonostante la grande scala del mercato, puoi sempre trovare una certa nicchia e iniziare a produrre i tuoi cosmetici con un piccolo investimento iniziale.

Da dove cominciare? Piano aziendale pre-compilato La produzione di cosmetici, così come tutte le fasi delle attività preparatorie dovrebbero essere descritte in questo documento.

Prima di tutto, è necessario studiare la domanda dei consumatori. Ciò consentirà la produzione di cosmetici per soddisfare i loro desideri. I principianti possono essere di particolare interesse per il rilascio e la vendita di prodotti, che includono solo ingredienti naturali. Tali cosmetici su scala industriale non possono essere fabbricati, dal momento che le sostanze naturali non possono essere conservate a lungo. Per prevenire il deterioramento, emulsionanti e conservanti vengono aggiunti ai prodotti finiti.

La produzione di cosmetici, composta solo da ingredienti naturali, sotto la forza di piccoli imprenditori. Possono garantire l'alta qualità dei loro prodotti sviluppando le proprie ricette e producendo beni su ordinazione.

Vantaggi e svantaggi della fitomedicazione

I cosmetici naturali non contengono additivi chimici nocivi. Producilo sulla base di estratti e decotti di erbe. Siero di latte, oli naturali e altri ingredienti naturali sono utilizzati in questo prodotto.

Il principale svantaggio di tali fondi si conclude nella breve durata. A causa dei componenti costosi nella loro composizione, hanno un costo piuttosto elevato. Tuttavia, tutto questo è più che compensato dalle proprietà utili e dall'alta qualità dei manufatti.

Avviare un'attività

La produzione di prodotti cosmetici, la cui base è solo materie prime naturali, inizia, di regola, in casa. All'inizio è solo un hobby e quindi una fonte che ti consente di ottenere entrate aggiuntive. Questo pone le basi per lo sviluppo della propria attività.

Nel caso in cui la tua passione sia diventata un'occupazione seria, dovrai realizzare un piano aziendale. La produzione di cosmetici in questo documento dovrebbe essere fornita solo dopo aver ricevuto l'istruzione necessaria. È necessario, nonostante l'enorme quantità di informazioni sulla rete mondiale di informazioni Internet.

La produzione di cosmetici sarà un'attività redditizia, soggetta a un'attenta selezione degli ingredienti necessari. Va tenuto presente che gli oli essenziali venduti nella catena farmaceutica, di norma, non possono soddisfare i requisiti che si applicano ai cosmetici naturali, in quanto contengono componenti chimici.

Pertanto, il piano aziendale dovrebbe determinare la scelta dei fornitori che hanno una buona reputazione nel mercato. I componenti possono essere acquistati in piccoli lotti presso le piccole e medie imprese all'ingrosso. Solo si dovrebbe tenere presente che il costo di produzione dei prodotti finiti in questo caso sarà aumentato.

Formulazione di cosmetici

Per produrre un buon prodotto, non basta scegliere gli ingredienti. Un ruolo importante sarà giocato dalla quantità e dalla combinazione previste nella ricetta di produzione. Questo momento è importante per garantire l'effetto cosmetico necessario. Nel caso in cui non si abbia esperienza in questo campo, tutto ciò dovrà essere padroneggiato nella pratica.

La produzione di cosmetici può essere avviata solo quando ci saranno le proprie ricette e tutti i fondi saranno testati su amici e conoscenti, che daranno un feedback positivo.

assortimento

La produzione di cosmetici naturali nella fase iniziale non può differire nella varietà dei prodotti, poiché per la certificazione di ciascun prodotto occorrono circa venticinque o trentamila rubli. Tuttavia, l'elenco di assortimento dovrebbe includere almeno due o tre tipi di prodotti per la pelle grassa, la combinazione e la pelle secca. Questo coprirà un numero maggiore di potenziali acquirenti.

Cosmetici naturali realizzati su ordinazione, dovrebbero tenere conto delle esigenze individuali dell'acquirente. Ma la produzione in serie determinerà la massima unificazione della gamma. In questo caso, sarà necessario non dimenticare una certa varietà di prodotti.

Processo di produzione

L'acquisto della propria attrezzatura, che verrà utilizzata per la fabbricazione di prodotti cosmetici, è molto costoso e non redditizio nelle prime fasi del business. Per gli imprenditori di start-up, si consiglia di contattare la produzione. I servizi forniti da un laboratorio di terze parti sono abbastanza economici. Il loro costo è inferiore al costo delle materie prime necessarie per la fabbricazione di cosmetici.

Molte grandi imprese russe offrono un ciclo di produzione completo per la produzione di gel e creme, tonico e latte, maschere e scrub, balsami, shampoo, ecc. I servizi comprendono lo sviluppo della formulazione, l'acquisto di materie prime, il controllo di qualità, la produzione di beni e il design dei cosmetici finiti.

implementazione

Non tutti i prodotti venduti sono in grado di generare entrate significative. Vale la pena considerare che i cosmetici sono sempre richiesti. La cosa principale da fare è organizzare bene la tua attività.

Tutti i prodotti venduti devono superare la certificazione obbligatoria. I cosmetici devono essere pienamente conformi alle regole di etichettatura. È importante non perdere la durata di conservazione dei prodotti. Nel caso in cui decidessi di vendere la merce attraverso il tuo negozio, dovrai emettere alcuni documenti per aprirla.

Prima di tutto, devi registrare ufficialmente le tue attività. Per una piccola organizzazione, può essere una ditta individuale. Per una rete commerciale su vasta scala, è necessario un LLC.

Al momento della registrazione è necessario dare un'indicazione del tipo di attività. Ufficialmente, questo dovrebbe essere il commercio al dettaglio di profumi, cosmetici e prodotti chimici domestici. Prima di iniziare la tua attività, dovresti consultare uno specialista finanziario e scegliere un sistema fiscale semplificato o una tassa unica sul reddito imputato. Solo dopo la fine di queste procedure la tua attività di trading acquisirà motivi legali e non avrai paura delle sanzioni.

La stanza

Il piano industriale del negozio di cosmetici naturali, la cui compilazione precede necessariamente l'apertura dello sbocco, dovrebbe contenere una sezione sul luogo di vendita dei prodotti. Qui dovresti considerare una delle opzioni più accettabili. Quindi, i locali possono essere affittati in un grande centro commerciale. Un negozio di cosmetici può essere situato al piano terra in un edificio residenziale.

Come opzione, si può prendere in considerazione la locazione di un piccolo padiglione indipendente. Allo stesso tempo, oltre al costo del noleggio, che è importante per la redditività di un'azienda, è necessario prendere in considerazione il numero di potenziali acquirenti. Ecco perché una stanza costosa, situata in una strada trafficata, sarà una scelta migliore di un'opzione economica in una zona tranquilla e deserta. Il prezzo del noleggio pagherà in grandi volumi di trading.

L'area del negozio per la vendita di cosmetici può essere nella gamma da 30 a 90 metri quadrati. Più di 45 quadrati serviranno come opzione più conveniente e ottimale. Tale spazio è più redditizio in termini di pagamento e può essere convenientemente organizzato.

attrezzatura

Un negozio che vende cosmetici richiederà un certo costo di registrazione. Avrai bisogno di rack e banchi, scaffali e un registratore di cassa, oltre a un cartello che attira l'attenzione. Scegliendo l'equipaggiamento, dovresti considerare l'area della stanza. Con le sue piccole dimensioni avrà bisogno solo di scaffali e contatori. Nell'ampia sala c'è la possibilità di sistemare le finestre dell'isola.

Reclutamento del personale

Un impatto positivo sul business sarà interessato al lavoro dei dipendenti in uscita. La cosmetica è una delle aree in cui le qualità personali dello staff sono particolarmente importanti. Questo è il motivo per cui, quando si redige un piano aziendale, è necessario tenere immediatamente conto del numero necessario di consulenti e fornitori.

Nel caso in cui si preveda di aprire un piccolo negozio, è possibile includere quattro dipendenti nello staff, impostandoli in turni. Inoltre, è necessario un amministratore per controllare i beni e l'implementazione della contabilità.

Con piccoli volumi questo lavoro può essere eseguito dall'imprenditore stesso. Nel reclutare personale, prestare particolare attenzione alla comunicazione dello staff. Gli acquirenti torneranno al negozio per nuovi acquisti con un trattamento rispettoso e riceveranno consigli competenti dai venditori.

pubblicità

Come vendere rapidamente cosmetici? I clienti abituali porteranno il profitto principale al business, che dovrebbe essere attratto da varie promozioni, bonus e programmi di sconti. Ecco perché la pubblicità è uno dei compiti più importanti del commercio.

Anche nella preparazione di un business plan è necessario sviluppare programmi di sconto che verranno utilizzati per i clienti abituali. Per l'attuazione di tali azioni richiederà la fabbricazione di carte speciali cliente fedele. Nel processo di lavoro, tutte le spese sostenute per la pubblicità sicuramente pagheranno.

Cosmetici aziendali fatti a mano

Cucini

Ekaterina Matantseva, laureata in economia all'università statale di Vyatka, ha iniziato a pensare di avviare un'attività quando è rimasta incinta. Cominciò a prestare attenzione alla composizione di detersivi e cosmetici. "Quasi tutti i mezzi a mia disposizione, che si tratti di gel per lavare i piatti per 20 rubli. o crema per il viso per 2 migliaia di rubli., costituito da rifiuti di produzione di petrolio e parabeni, e si accumulano nel corpo, influenzando negativamente la salute ", dice Catherine. Naturalmente, è stato possibile ordinare fondi dall'estero, ma è lungo e costoso.

Non è noto se queste sostanze siano dannose. "I dati sull'alto contenuto di parabeni (esteri dell'acido para-idrossibenzoico, ampiamente usato come conservanti nell'industria cosmetica - RBC) nei tessuti dei tumori sono nella letteratura scientifica. Ma il legame diretto tra il contatto con queste sostanze e l'aspetto del cancro non è stato dimostrato. La scienza è ben lungi dall'essere consapevole del verificarsi e dello sviluppo di malattie tumorali ", afferma Alexei Remez, direttore generale della società di diagnostica oncologica Unim.

Matantseva ha provato a produrre sapone ecologico a casa. Ho scaricato la prima ricetta sul Web, ho ordinato gli stessi ingredienti - solo acqua, olio di cocco, olio di ricino e alcali erano inclusi nella composizione. Poi ha iniziato a sperimentare e inventare le sue composizioni. La pubblicità non è collocata: offerta di acquistare sapone ad amici e conoscenti direttamente. Un lotto di prova di 16 pezzi di 60-80 rubli. venduto all'istante.

Catherine continuò gli esperimenti: iniziò a produrre detersivi, detersivi per piatti e shampoo naturali. Ma in cucina era possibile produrre solo piccoli lotti di 40-60 pezzi: "Non potevi cucinare la vasca a casa, così ho deciso che avevamo bisogno di capacità produttiva". Il modo più semplice era negoziare l'outsourcing con qualsiasi azienda cosmetica operante, ma Matantseva ha deciso di creare la produzione da zero: "Era importante garantire la conformità agli standard ambientali: seguire le attrezzature lavate, se sono state osservate le ricette e la tecnologia."

All'inizio, la famiglia ha aiutato. Il marito ha stanziato 20 mila rubli. per l'acquisto del primo lotto di materie prime: estratti vegetali, oli vegetali e oli essenziali. 600 mila rubli padre ha dato per l'acquisto di digestori, idraulici, lavaggio e confezionamento. Altri 112 mila rubli. nell'ambito del programma di lavoro autonomo, Matantseva ha ricevuto dal servizio di collocamento di Kirov. Questo denaro è andato ad affittare e riparare i locali di 30 metri quadrati. m.

Il lancio della prima linea è avvenuto nel 2010. Per i primi due anni, la società è stata gestita dalla madre di Ekaterina, Svetlana, e suo padre, Alexander, ha fornito l'attrezzatura ed è stato responsabile della logistica, Matantseva è stato coinvolto nella produzione e nel marketing. Le vendite hanno attraversato il sito di Catherine e in occasione di eventi per gli amanti della cosmesi ecologica. La mini-produzione ha rapidamente raggiunto un recupero operativo a causa dei bassi costi e del fatto che l'intera famiglia ha lavorato su di esso. Tuttavia, ha portato Catherine solo 30-50 mila rubli. profitto al mese. Volevo qualcosa di più, ma il tentativo di espandere la produzione è quasi diventato un fallimento completo.

Salvezza da Alekperov

C'erano pochi beni per garanzia, quindi Ekaterina e sua madre prendevano i prestiti al consumo. In totale, dal 2009 al 2014, li hanno registrati in cinque banche per 3,2 milioni di rubli, per un altro 1 milione - attrezzature in leasing e 1,5 milioni in prestiti a una persona giuridica. L'area di produzione di "Miko" è stata ampliata fino a 200 metri quadrati. m.

Non tutti gli investimenti sono stati capiti - ad esempio, la linea acquistata per la produzione di saponi da bar e detersivi per bucato non si adattava, in quanto era progettata per prodotti standard. Alcune delle apparecchiature sono state in grado di essere ricostruite subito, ma il resto è rimasto inattivo per due anni fino a quando non è stato finalizzato per la tecnologia ambientale richiesta. Questo potrebbe essere fatto solo dalla terza squadra di imprenditori. "Ricordo ancora come ho pagato il 3, 11, 15, 19, 21, 25 e 30 di ogni mese. Nel 2011, ogni mattina mi sono svegliato pensando a dove trovare i soldi ", ricorda Matantseva. Il pagamento mensile per rimborsare prestiti ha raggiunto quasi 200 mila rubli. e ha superato il profitto.

L'eco-azienda è stata salvata dalla fondazione di beneficenza del presidente LUKOIL Vagit Alekperov "Our Future". Nel 2012, il fondatore di Miko ha vinto il concorso Social Entrepreneur e ha ricevuto un prestito senza interessi dal fondo - 5 milioni di rubli. per un periodo di cinque anni. Ha permesso di ristrutturare i prestiti e portare sul mercato una linea di detergenti naturali più economici. "Tra i produttori di cosmetici biologici, non ci sono così tante piccole imprese: le unità riescono a trasformare l'idea in un progetto di successo. Per Catherine, questo non è tanto un business quanto una vocazione, una passione, persino una sorta di ideologia ", dice Natalia Zvereva, direttrice del fondo per i programmi sociali regionali di Our Future.

Dopo questa vittoria, Matantseva ha avuto un assaggio - insieme a sua madre ha iniziato a partecipare attivamente alle competizioni e combattere per le borse di studio. Ricevuto, ad esempio, il premio "The Best Family Business", diventato "Il miglior giovane imprenditore della regione di Kirov", il suo progetto è stato uno dei 12 vincitori del programma internazionale "Ecology without Borders", condotto dall'ONU. La vittoria ha portato la compagnia a circa 2,5 milioni di rubli. sovvenzioni e sussidi. Secondo Matantseva, tutta questa attività ha richiesto molto tempo e distratta dalla gestione aziendale, ma le sovvenzioni ei prestiti hanno sostenuto il capitale circolante, sono andati allo sviluppo di nuovi prodotti, all'acquisto di attrezzature e sono stati utilizzati per pagare i debiti. Fino a maggio 2014, la produzione stava funzionando "nel meno".

In totale, 13,8 milioni di rubli sono stati investiti nella produzione. La produzione, i magazzini e l'ufficio "Miko" occupano 1,3 mila metri quadrati. La maggior parte dei prestiti sono stati in grado di rimborsare - a luglio 2016, il corpo del debito è di 1,9 milioni di rubli, la sua manutenzione costa 122 mila rubli. al mese

Produzione di MiCo in numeri

Fino a 40 mila unità di prodotti sono prodotte al mese.

I consumatori circa 10 mila persone al mese.

Il prezzo unitario medio per i prodotti al dettaglio è di 500 rubli.

Il controllo medio nel negozio online - 3-4 mila rubli. nelle regioni, 8 mila rubli. a Mosca

I grossisti di solito acquistano 40-120 mila rubli.

I prodotti sono venduti in 60 regioni della Russia

Lo sviluppo e il test delle ricette richiede circa tre mesi, altri tre mesi vengono spesi per l'implementazione nella produzione.

Matantseva voleva offrire ai clienti l'opportunità di "coprire tutte le loro esigenze con un marchio". "MiCo" produce creme, shampoo, oli, tonici, saponi - un totale di 58 tipi di prodotti e 237 articoli suddivisi in nove linee (sapone, bagno e doccia, capelli, viso, corpo, oli, per bambini, per uomo, per la casa ). Il prodotto più popolare è l'olio idrofilo Ginger.

Secondo Catherine, tutti i prodotti sono composti al 100% da ingredienti naturali: vegetali e oli essenziali, proteine, estratti di erbe. Estratti Matantseva acquista principalmente dai fornitori russi, la logistica costa l'1,5% del costo del prodotto. Oli essenziali di qualità biologica e vegetali sono forniti direttamente dall'Europa. La donna d'affari ha cercato fornitori di materie prime e imballaggi in fiere specializzate in Russia e in Europa, li ha contattati direttamente, poiché gli intermediari hanno aumentato i prezzi del 40-80%.

"L'opinione che i cosmetici naturali siano meno efficaci della chimica è un'illusione. Anche i cosmetici naturali non concentrati non solo non sono inferiori alla chimica, ma spesso lo superano a causa delle componenti naturali più forti. E, naturalmente, i prodotti concentrati spesso funzionano meglio e sono molto più economici ", afferma Karina Memedlyaeva, direttore marketing per l'ecomarket online 4fresh.ru.

Fragrante marketing

Inizialmente, il principale canale di vendita per Catherine era il suo negozio online e le vendite dirette agli eco-eventi. Nel 2011, un imprenditore ha aperto un club aromatico a Kirov: le donne hanno raccolto e discusso le proprietà benefiche degli oli essenziali. Ora le riunioni del club si svolgono a Mosca.

Inizialmente, il prezzo medio per i prodotti ha raggiunto 800 rubli, ma nel 2016 l'azienda ha ridotto il volume degli imballaggi del prodotto e ridotto il prezzo per le vendite al dettaglio (tranne che per i nuovi prodotti) a 500 rubli. Nessuna vendita: solo le scorte del lavoro di serie "compra due, prendi un regalo".

Tuttavia, non è possibile creare un'attività su larga scala nelle vendite dirette e nel proprio negozio online. Dal 2011, Matantseva è stata in grado di concordare con dieci distributori che hanno accettato di includere i suoi prodotti nello stesso portafoglio con i principali marchi. Oggi è la compagnia all'ingrosso che porta la maggior parte delle sue entrate.

Per il mercato di massa, Matantseva ha lanciato il marchio di prodotti per la purificazione dell'acqua pura nel 2014. In termini di composizione, i prodotti sono quasi identici a Miko, la differenza è solo nel packaging, nel metodo di produzione (per Miko, parte delle operazioni sono eseguite manualmente), nei punti vendita e nel prezzo: i prodotti Pure Water costano in media 100 rubli. prodotti aziendali premium più economici e venduti nelle catene di negozi. Anche l'aspetto dei prodotti è diverso: "Miko" è venduto in sacchi di tela, Pure Water - in una normale scatola di cartone. Ora i prodotti di "MiCo" sono venduti nelle reti di "VkusVill", "LavkaLavka", "Smartori", 4fresh.ru.

"L'idea imprenditoriale di Ekaterina è molto interessante. Ma a causa del fatto che "Miko" lavora con materie prime di alta qualità, il prezzo è piuttosto alto. Il nostro consumatore non era ancora pronto per questo ", afferma Yevgeny Schepin, un rappresentante della rete VkusVill. Nel premio "LavkaLavka", i prodotti di "Miko" si sono rivelati più appropriati. "Tra i marchi di cosmetici, i prodotti di Ekaterina Matantseva sono leader nelle vendite online e al dettaglio", afferma Arthur Barmin, responsabile del reparto acquisti di LavkaLavka. - I principali vantaggi dei cosmetici Miko sono l'alta qualità degli ingredienti, la reale efficacia dei prodotti, l'imballaggio conveniente e bello in vetro temperato per uso medico. L'imballaggio può essere restituito al produttore, che supporta i principi del consumo responsabile. "

vita Equilibrio di lavoro

In un primo momento, il controllo manuale della produzione ha funzionato per giorni: dalle 8 alle 22 Catherine passava in ufficio, di notte viaggiava in macchina a Mosca per mostre e trattative, mentre in qualche modo riusciva a crescere un figlio piccolo. Il matrimonio di una donna d'affari è crollato.

Nel 2015, Catherine ha assunto un manager. Ma con il suo arrivo il termine di spedizione di merci è aumentato. Il manager è stato licenziato dopo nove mesi e nessuno è stato assunto per prendere il suo posto. Ora Matantseva svolge le funzioni di un direttore generale. Ha automatizzato i processi di business: dagli script per i venditori alle istruzioni sulla tecnologia di produzione. Secondo lei, ora ci vogliono 2-4 ore al giorno per gestire un'impresa. Lo staff dell'azienda ha raggiunto 30 persone: lo staff di produzione è guidato da un tecnologo, gli impiegati sono grossisti e contabili, i consulenti sono un aromaterapeuta e un fitoterapeuta. Con grandi carichi sulla produzione di personale aggiuntivo assunto.

Entro il 2016, i cosmetici Miko sono stati venduti in 72 città di Russia, Bielorussia e Kazakistan. I principali centri di vendita sono Mosca, San Pietroburgo, Minsk. Entrate alla fine del 2015 - 50 milioni di rubli, profitto - 7 milioni di rubli. Valutando i risultati della prima metà dell'anno, nel 2016 Matantseva prevede di guadagnare 120 milioni di rubli. entrate.

La domanda di naturale

Secondo Euromonitor International, il mercato mondiale dei cosmetici naturali e dei prodotti chimici per la casa raggiungerà $ 13 miliardi entro il 2018. I principali attori sono i marchi tedeschi: Weleda, Dr. Hauschka, Annemarie Boerlind Logocos, Speick e altri: tra i marchi americani spiccano i cosmetici Jessica Alba e il marchio 100% Pure. In Russia, i cosmetici naturali stanno guadagnando popolarità. Il mercato per gli operatori di marketing di 4fresh.ru è stimato a $ 100-200 milioni, con un tasso di crescita del 5-7% all'anno. I marchi più popolari sono Natura Siberica, Jurassic Spa, Levrana, Makosh, Olesya Mustaeva Workshop. "Dietro il segmento dei cosmetici naturali russi c'è il futuro, perché ora, in generale, la domanda di marchi russi sta crescendo. Sono apparsi molti nuovi marchi di cosmetici naturali e quelli che hanno il loro nome, come Natura Siberica, sono stati in qualche modo aggiornati - hanno una buona qualità che compete con analoghi stranieri ", afferma Ksenia Spodyneyko, editrice di beauty-SNCmedia.

"Molti nuovi marchi appaiono sul mercato e l'eco-trend sta guadagnando slancio. Raccomandiamo ai consumatori di studiare attentamente le composizioni e prestare particolare attenzione alla disponibilità di certificati che confermino la naturalezza. Ci auguriamo che in Russia e in altri paesi che stanno appena arrivando all'eco-boom, la situazione con la trasparenza del posizionamento dei cosmetici naturali sarà uniforme nel prossimo futuro ", ha dichiarato Tatiana Savostina, rappresentante di Weleda in Russia e Ucraina.

La Russia non ha ufficialmente sviluppato un sistema di certificazione per prodotti biologici, biologici e naturali. Chiunque può chiamare il loro prodotto "eco". Pertanto, MiCo deve ricevere certificati stranieri. In media, una volta ogni tre anni, la MiCo spende fino a 200 mila rubli per condurre ricerche, certificare e ottenere permessi per rilasciare le merci sul mercato. Ora l'azienda ha 22 certificati di conformità agli standard eurasiatici (EAC). I certificati ispirano la fiducia del cliente - aiutano ad aumentare le vendite. "MiCo" non vende solo un buon prodotto, ma diffonde anche il fenomeno dei cosmetici naturali in Russia. Mostrano che non solo un prodotto può essere naturale, ma l'intera azienda e la produzione possono soddisfare gli standard di produzione etici ", afferma Karina Memedlyaeva dall'ecomarket online 4fresh.ru.

Matantseva non prevede di espandere la produzione al di fuori di Kirov. Il suo obiettivo ora è coltivare camomilla, ortica, lavanda e altre erbe nella regione di Kirov per la propria produzione e vendita. Quindi la sua piccola azienda controllerà l'intero ciclo di produzione.

"La produzione di cosmetici nella regione è un'ottima idea. Hai solo bisogno di trovare il momento saliente e costruire un concetto su di esso. Più gentilezza, amore. MiCo ha molto di questo nel design, ma non nella storia del marchio, ci sono alcuni premi. Le persone non hanno bisogno dei premi di altre persone, nel nostro tempo non hanno cura, affetto! Mi sembra che questo marchio debba essere costruito sull'onestà - questo è il suo lato più forte ", afferma Andrei Trubnikov, fondatore della First Solution Company (Natura Siberica, Le ricette della nonna Agafi, Planeta Organica).

La storia del fallimento. Produzione di cosmetici

Come il cibo biologico, i cosmetici biologici sono ora molto richiesti. Molte grandi aziende straniere e russe per la produzione di tali cosmetici sono richieste dai consumatori. Inoltre, tali imprese riescono davvero a ottenere l'approvazione dei clienti, ricevono recensioni estremamente negative. A causa del fatto che la concorrenza in questo mercato sta crescendo troppo velocemente, è difficile per i nuovi arrivati ​​stabilirsi lì e iniziare a svilupparsi. Olga Petrova, designer Kontur.ru, ha spiegato perché è stato impossibile ricostituire le fila dei produttori di nuovi cosmetici.

- Come è nata l'idea di creare un business?

- Tutto è iniziato con il fatto che i miei amici, conoscendo la mia passione per tutti i tipi di cucito, mi hanno dato un set di compleanni per la fabbricazione del sapone. All'inizio non capivo cosa fosse un insieme di cose con un odore specifico. Era una valigia intera con oli essenziali, erbe e stampi per sapone. Prima, non avevo a che fare con la creazione di qualcosa di cosmetico a casa, ho comprato tutto nel negozio e, in generale, ero contento. Non ho mai voluto andare al negozio di cosmetici fatti a mano, a quanto pare, non è ancora cresciuto a questo. Ma qui gli amici hanno deciso tutto per me. Insieme a una serie di tutti questi miracoli, mi hanno dato un piccolo ma utile opuscolo che elenca le combinazioni standard di ingredienti. Quindi il processo di produzione del sapone mi ha ritardato. Ha reso carino insaponato per amici e parenti. Penso che non dovresti elencare il numero di vari sapori, pigmenti, cere e altre cose. In linea di principio, se capisci gli odori, chiunque può fare qualcosa di gustoso con un assortimento del genere. Soprattutto ora questo hobby è comune. Ci sono molti negozi online dove puoi ordinare qualsiasi ingrediente per ogni gusto. Più tardi, naturalmente, ho iniziato a eccellere, ho comprato qualcosa da me, ho creato diverse forme di argilla, che non erano vendute nei negozi. Ho fatto esperimenti e, come altri hanno detto, ho fatto molto bene. Mi piaceva studiare le proprietà degli olii essenziali, mi lamentavo costantemente della composizione dei cosmetici, che usavo prima, separando il naturale dalla chimica. E poi è arrivato il momento in cui ho iniziato a studiare tutti i cosmetici biologici che erano disponibili nei negozi. Sono andato, ho annusato, ho fatto un sacco di domande.

La mia attività principale da molti anni è quella di fornire locali per mostre di giovani artisti, fotografi e scultori. Pertanto, mi ha dato fuoco con l'idea di fare qualcosa di simile ad una mostra di cosmetici biologici, a cui io, ovviamente, ero ancora lontano. Ho deciso che era impossibile limitarmi al sapone da solo, ho dovuto cercare di andare oltre. In generale, con questo pensiero è iniziato tutto.

- Gli affari non sono andati subito?

- Ho dovuto leggere molta letteratura, studiare il lavoro delle grandi aziende che sono riuscite in questo business. Il motto principale, di norma, quando si vende cosmetici biologici è che nessuna azienda analizza il prodotto ottenuto sugli animali. Questo è simile al motto di vegetariani e vegani.

In generale, dopo aver studiato le composizioni di tonnellate di cosmetici biologici, mi sono immerso nello sviluppo di qualcosa di mio. Il mio amico cosmetologo mi ha aiutato in questo. Avevo bisogno di una persona accanto a me che guardasse obiettivamente alla situazione e che conoscesse molto sia i prodotti chimici che quelli biologici. Inoltre, ho trovato persone che la pensano allo stesso modo, abbiamo creato un'intera coalizione di sostenitori organici che vorrebbero condividere le loro ricette con le persone.

Così ho preso una piccola stanza, che doveva essere vuota circa un mese prima della mostra programmata, e ho deciso che lì organizzeremo tutto. C'erano 14 persone nel nostro team. Abbiamo investito le nostre finanze in un piccolo laboratorio, se così è possibile. Abbiamo comprato un sacco di forme, stufe elettriche, tutto il contenuto, che erano oli, erbe, coloranti, basi di sapone e cera, aromi, accessori vari come scintillio, bellissime scatole e pacchetti. Eccellevano come potevano. Hanno fatto bellezza. Naturalmente, molte formulazioni includevano frutta, verdura, prodotti lattiero-caseari naturali. Abbiamo investito una notevole quantità di denaro in tutto questo, ma non così tanto, considerando che avevamo 14 anni e avevamo un posto dove lavorare. Gli amici artisti ci hanno fatto dei cartelli pubblicitari, la mostra era prevista in un mese e tutti erano in attesa. Abbiamo attratto sponsor e clienti, questo o quel partecipante aveva alle spalle una sorta di esperienza creativa, c'erano abbastanza connessioni. Quindi potremmo competere con giganti organici dopo un progetto pianificato di successo. Allo stesso tempo, abbiamo testato e controllato i cosmetici sulle nostre conoscenze, anche attraverso la pubblicità, profumieri e cosmetologi professionisti si sono uniti a noi, hanno collaborato con noi per l'idea, consigliato e aiutato. Durante questo tipo di lavoro, abbiamo persino avuto buone vendite su Internet. La tipografia locale della compagnia in cui lavoravo ci ha aiutato con il rilascio di piccole directory. Era un'idea fissa.

- Perché non è successo a svilupparsi ulteriormente? Quali difficoltà sono sorte?

- Un mese dopo, la mostra si aprì, che doveva durare una settimana. Tutto era bello, tutto era luminoso, odorava e brillava. I primi due giorni sembrava che tutto andasse esattamente come avevamo programmato. Che ora la nostra idea sicuramente ci aiuterà e ci aiuterà a raggiungere un nuovo livello. Gli sponsor, naturalmente, vagavano per la sala, compravano persino qualcosa, ci lodavano. Ma il quarto giorno è diventato chiaro a molti che questo è solo intrattenimento. Molti visitatori ci hanno chiesto: "Dove hai uno stand con Lush o con Natura Siberica?" Abbiamo solo risposto entusiasticamente che tutto è nuovo e assolutamente autore, che siamo una nuova tendenza. Annuirono con la testa e se ne andarono.

Così molti di noi hanno subito rinunciato dopo un tale "successo", nessuno ci ha offerto il contratto. È una franchigia con giganti organici. Questo, devo dire, molto bene. Abbiamo avuto ricette nuove ed efficaci. Quando ho espresso il desiderio di aprire una piccola rete, inizialmente almeno un piccolo negozio, per qualche motivo nessuno mi ha supportato. Tutti hanno iniziato a lamentarsi del fatto che avevamo già speso i soldi per organizzare la mostra. Anche se non posso dire che sia finito nel nulla. Tutti hanno tratto beneficio dai loro prodotti.

Ma per qualche motivo tutti sono usciti, è quello che è finito in linea di principio. Per un po 'ho rinunciato a questa occupazione, ero sconvolto. E poi improvvisamente ho deciso che in qualche modo, ma vorrei promuovere una piccola linea di casa, anche se non ho intenzione di rivendicare di più. La competizione è davvero troppo potente. Il consumatore è già troppo tentato. È necessario avere una presa di ferro per convincerlo di qualcosa.

- Come pensi sia stato necessario agire per prendere sul serio la tua idea?

- In effetti, non è passato molto tempo per essere in grado di giudicare obiettivamente. Mi sembra ancora che la domanda non ci consenta di occupare una nicchia particolare in questo settore. Finora, gli acquirenti sono stati conquistati dalle grandi aziende di cui si fidano. Penso che qui sia necessario agire gradualmente, per acquisire forza ed esperienza, per reclutare una squadra pronta per entrambi gli alti e bassi. Se si imposta un obiettivo chiaro, allora tutto dovrebbe funzionare. Non posso dire di essere molto turbato dal risultato che abbiamo ottenuto. Queste mostre devono essere tenute. Ma ora lo dico più come organizzatore, e non come un novizio scultore di cosmetici biologici.

- Come va ora la tua attività in casa? Quali sono i tuoi piani futuri?

- Andare a casa. Ho già clienti abituali. Mi tengo in contatto con i ragazzi con cui ho aperto la mostra. Vogliamo aprire un sito web attraverso il quale venderemo. Vogliamo stampare i cataloghi. Penso che in alcuni ambienti specifici possiamo raggiungere la popolarità. In ogni caso, questo è un reddito piccolo ma piacevole. E penso al franchising e alla vendita delle mie ricette...

Pure Love: come rendere i cosmetici fatti in casa un marchio

27 marzo 2013 alle 16:31

La fotografa Ekaterina Karpova si è interessata ai cosmetici biologici quando ha disperato di trovare una crema per il viso adatta sugli scaffali della farmacia. Per cinque anni ha preparato cosmetici a casa per ordini individuali e guadagnato 40.000 rubli al mese. Tre mesi fa, con l'aiuto di un investitore, suo cliente di lunga data, Karpova ha creato il marchio Pure Love. Ora i suoi cosmetici sono realizzati in un laboratorio privato e le entrate sono più che raddoppiate. Il progetto sarà redditizio?

Amore puro

BUSINESS SPHERE
DATA DI APERTURA
INIZIA IL BILANCIO

Produzione di cosmetici biologici

produttore di cosmetici Pure Love

Com'è cominciato tutto

Mi sono diplomato all'Academy of Photography e per molto tempo sono stato un fotografo professionista, mi è piaciuto molto, ma il lavoro del fotografo è fisicamente piuttosto difficile. La fotocamera pesa molto, se hai bisogno di scattare non in studio, devi portare la luce con te. Stavo cercando altre classi e sei anni fa ho trovato per caso un sito web sui cosmetici fatti in casa.

Avevo allora 27 anni, ma la mia pelle era ancora come quella di un adolescente. Ho iniziato a creare creme per curare me stesso. Ha iniziato a studiare tecnologia, acquistato oli essenziali. La pelle cominciò a sembrare molto meglio, e i suoi amici lo notarono, e cominciò: "Proviamo?"

Ho iniziato a fare le mie creme,
curare te stesso

Lancio del progetto

I cosmetici naturali e biologici sono due prodotti diversi. Spesso, se è scritto che la crema con estratto di camomilla, è già considerato naturale, anche se ci sono ancora 33 silicone. Nella produzione di cosmetici biologici ci sono alcune regole, ci sono aziende che registrano e controllano.

Quando ho iniziato, avevo $ 400 e li spendevo tutti con gli ingredienti, non capendo cosa stavo comprando. Ho letto una bella descrizione commerciale degli ingredienti e ho pensato che funzionasse in quel modo. Col tempo ho capito che negli olii essenziali delle farmacie un sacco di chimica, ho trovato fornitori affidabili e ingredienti davvero naturali. Avevo un cliente, il mio buon amico, il primo uomo che ha iniziato a comprare i miei cosmetici per sé, la sua ragazza, la madre, tutti i conoscenti. Una volta disse: "Katya, è ora di fare affari!" - e divenne il mio investitore. A quel punto, la società poteva essere valutata a $ 6.000. Abbiamo inventato il nome e lo stile dell'anno scorso e il progetto è iniziato tre mesi fa.

Devo dire che il design dell'azienda è stato per me un processo molto difficile - un sacco di scartoffie. Certo, voglio solo sviluppare ricette ed esperimenti, ma devo fare tutto il resto: inventare un disegno, trattare documenti, un lato commerciale. Per avviare la produzione industriale, ci volle tempo per sviluppare formulazioni. Preparavo creme per singoli ordini, ma ora era necessario produrre in serie e cosmetici che si adattassero a diversi tipi di pelle.

Ho degli assistenti, un'amica e una ragazza di un tecnico di laboratorio. Il primo produce candele, scrub e rossetti dai nostri ingredienti. Le candele hanno una ricetta molto semplice: la cera viene mescolata nella giusta proporzione con gli oli e versata nello stampo. C'è anche una persona che fa il sapone. Non lo faccio, anche se capisco la tecnologia. Ho già due volte incontrato il fatto che l'atteggiamento nei confronti della nostra azienda come lavoro ha portato a grandi disaccordi e separazione dalle persone. Coloro che rimangono nel progetto per molto tempo, lo amano sinceramente. Lo vedo ancora come il mio hobby preferito.

Fornitori e produzione

Ora, quando ho bisogno di volume, compro gli ingredienti da fornitori provati con cui collaborano le maggiori società cosmetiche. Per piccoli lotti ci sono siti specializzati che vendono ingredienti per la casa cosmetici. Ad esempio, Terra-aromatica.ru. Questo sito è stato creato da due medici che comprendono perfettamente tutte le caratteristiche della pelle e gli ingredienti sono selezionati tenendo conto della fisiologia.

Il nostro laboratorio è una produzione a contratto, perché per il momento non posso permettermi il mio laboratorio. I servizi di laboratorio non sono molto costosi, più denaro viene speso per gli ingredienti. Anch'io facevo tutto il trucco a casa da solo. Ho cercato di mantenere la produzione sterile, e la mia sterilizzazione era ancora più adeguata, credo, che in alcune industrie. A tutti i clienti che avevo in quel momento non mi importava davvero se avessi un certificato: erano persone che avevano già disperato. Sono allergici ai prodotti industriali, la pelle è ribelle, non capiscono quale sia il problema, un dermatologo non può sempre aiutare. Dalle mie creme, il risultato è. I cosmetici biologici non sono ipoallergenici, poiché contengono estratti vegetali, ma cerchiamo di limitare al minimo le reazioni allergiche.

promozione

Il mio compito è rendere permanente il cliente. Da quando ho iniziato con la produzione individuale, conosco la storia di tutti, mi scrivono tutto, mi chiamano, do consiglio a tutti, dico loro come funziona. So chi ha sposato quando e qual è il nome dei bambini. Clienti abituali - 60-70 persone. Questo non è molto per molti milioni di persone, ma questi sono i miei clienti più fedeli, che tornano di mese in mese, di anno in anno. Ora ci sono persone che non so da dove vengono, dove leggono di noi, il passaparola funziona.

Il sito non porta nuovi acquirenti, non lo promuovo ancora, ho altre linee guida e priorità. Per me è molto importante ora finalizzare la documentazione. Allora potrò tranquillamente fare pubblicità, prima che abbia bisogno di crescere.

La cosmetica è un business che anche in crisi non fallirà, perché una donna darà gli ultimi soldi per una crema.

Abbiamo già una pagina Facebook funzionante che viene costantemente aggiornata, è stata bloccata per molto tempo, non è stato pubblicato nulla. Ora lo faccio ogni pochi giorni, voglio dire qualcosa. Stranamente, VKontakte, che è tanto lodato, non mi ha dato un singolo cliente, il mio intero pubblico era su Facebook.

Abbiamo iniziato a partecipare ai mercati, Le Picnic nella Galleria "Mosca" - il nostro quarto mercato. Distribuiamo campionatori, credo che sia necessario provare, odorare almeno, perché i nostri prodotti sono molto diversi dai cosmetici industriali. Non uso nessuna fragranza sintetica, le creme odorano davvero la composizione della crema, oli e estratti in essa. Le persone che non hanno familiarità con la nostra azienda, in primo luogo acquistare ciò che non è terribile: rossetto igienico, scrub corpo, lozioni per il corpo, crema per le mani. Affrontare tutti sono molto riverenti.

Costi e entrate

Per me, è importante mantenere un certo livello pur mantenendo la qualità: ora ho una crema per il viso del valore di 950 rubli, anche se vedo ricette simili su Internet per 5.000-6.000 rubli per crema. Ma io detengo il prezzo in modo che una persona possa permetterselo.

La produzione in Russia è molto difficile e costosa. Per avere tutte le licenze necessarie, dobbiamo costantemente lottare contro la burocrazia, abbiamo bisogno di una quantità irreale di carte perché qualcosa accada. Ogni ricetta, anche se si cambia un estratto lì, è di 25.000 rubli, che devono essere pagati per la certificazione. Ho la stessa linea, alcune creme per il viso - sette o otto posizioni, e poi shampoo, balsamo, crema per le mani, ecc.

Ora il fatturato è di circa 100.000 rubli al mese, sta gradualmente crescendo e dipende dalla stagione. Quando visitiamo il mercato, le entrate aumentano. Ora la stagione è iniziata - primavera. Gennaio e febbraio sono i mesi morti, praticamente tutti i miei clienti partono per Bali, in Tailandia. Di conseguenza, le vendite stanno diminuendo.

Mentre i costi superano i ricavi, ci stiamo già avvicinando a zero. Secondo il piano aziendale, prevediamo di ottenere un profitto reale in due anni e se andremo allo stesso ritmo, anche prima.

Potrei permettermi di lavorare in meno quando è apparso un investitore. Mentre lavoravo da solo, sono andato in profitto - 40.000 rubli. Ero soddisfatto di quello che stavo facendo: mi dava tanto lavoro quanto in qualsiasi ufficio. Anche se, naturalmente, ho guadagnato molte più fotografie.

Piani di sviluppo

Hai bisogno di affrontare finalmente tutta la documentazione, imparare come condurre gli affari finanziari. Certo, ho un contabile, ma devo capire l'intero processo. Voglio fare un punto vendita, dove possiamo trovare sempre i nostri prodotti, voglio sviluppare una linea. Tutto questo non sono i passi che sogno, ma lo sviluppo logico di qualsiasi progetto, se devono essere affrontati.

Non andrò mai alle reti commerciali, anche se il pubblico è molto più grande. Non voglio entrare nel mercato di massa, non sono interessato a questi negozi, e in particolare alle farmacie come punti vendita al dettaglio. Non ho fiducia in nessuno dei due. C'è un progetto molto interessante a Mosca: Cosmotheca. Hayk Sargsyan ha creato una catena di negozi di cosmetici biologici a Mosca, sceglie le migliori marche. Essere rappresentati lì sarebbe un passo importante per me. Conosco questa persona, e quando siamo fermamente in piedi, spero che collaboreremo, perché i cosmetici russi non sono affatto rappresentati. E ora la cosa principale per me è che i prodotti e le ricette sono di alta qualità e tutto era chiaro secondo i documenti. Non tutto è ancora brevettato.

Ho fatto cosmetici per cinque anni e ora ho capito che per sviluppare e sviluppare la produzione abbiamo bisogno di conoscenze speciali. Non ho un'istruzione superiore, ma ora mi sto preparando per andare all'università. Inserisco la facoltà di chimica della specialità "Tecnologie di produzione cosmetica e farmaceutica". Ho già superato due esami - russo e matematica, rimane per passare la chimica. Poi, apparentemente, imparerò anche da un dermatologo.

Testo: Maria Lyubimtseva
Foto: Anton Berkasov

Sapone fatto a mano come business: business plan, attrezzature, vendita

A causa della forte domanda di prodotti naturali igienici e cosmetici, negli ultimi anni l'idea di produrre sapone fatto a mano come azienda è passata a una nuova fase di sviluppo. Inizialmente, i prodotti di questa categoria erano posizionati esclusivamente come souvenir. Oggi molti consumatori sono interessati al suo uso regolare, che per il produttore significa un aumento delle vendite e l'espansione della gamma. È possibile organizzare una tale impresa da casa indipendentemente (con un capitale iniziale minimo) o secondo un franchising (con possibilità di promozione rapida).

Caratteristiche dell'acquisto della fabbrica di sapone in franchising

Acquisire un business già pronto con un piano e lavorare con un marchio ben noto sembra essere una soluzione più attraente, soprattutto considerando la diffusione di franchising gratuiti nel business della vendita di sapone fatto a mano. Tuttavia, in pratica, la maggior parte dei potenziali franchisee (manifattura di sapone Tsarskoye Selo, negozio di sapone Soap, manifattura di sapone di Riga, MyloFF) non sono altro che semplici fornitori di prodotti che stipulano un contratto di fornitura standard con i partner.

Il supporto e la formazione nelle regole del fare affari in questi casi è offerto in un modulo di consulenza gratuito, senza fornire istruzioni, tecnologie, metodi e, soprattutto, garantisce che l'accordo di franchising originale prevede. Ciò significa che è ancora necessario sviluppare autonomamente un piano aziendale e risolvere i problemi organizzativi.

Piano aziendale per la produzione di sapone fatto a mano

Se vuoi presentare un prodotto unico sul mercato, devi imparare come fare il sapone da solo. Per questo non è richiesta un'educazione speciale. Qualsiasi persona creativa può imparare l'abilità. Puoi iniziare a lavorare a casa (in cucina) con un assortimento minimo di prodotti finiti. Inoltre, quando viene stabilita la base clienti, è possibile espandere la propria attività aprendo un piccolo laboratorio e formando personale assunto.

Il capitale iniziale necessario per l'avvio del lavoro è costituito dal costo di acquisto di attrezzature, materie prime, servizi pubblici e prodotti pubblicitari. Se si suppone che il commercio al dettaglio di sapone sia nel proprio punto vendita, è necessario aggiungere l'affitto dei locali e il costo del marchio e dei mobili (scaffali, banconi).

Sapone fatto a mano

La tecnologia di produzione del sapone a casa comporta l'uso di basi di sapone (glicerina e acidi grassi) pronte all'uso, che vengono fuse e miscelate con vari riempitivi (scrub, oli), aromi (oli essenziali) e coloranti. A casa, questa procedura si adatta al solito fornello e una serie di piatti (preferibilmente in acciaio inossidabile):

  • pentole e ciotole di diverse dimensioni - fino a $ 40;
  • misurazione cucchiai - fino a 10 dollari;
  • misurino (mestolo) con beccuccio - fino a 10 dollari;
  • un coltello e una grattugia per tagliare e tagliare il sapone - fino a $ 8;
  • battitori per battere - 1 dollaro;
  • malta per la macinazione di cariche vegetali - circa $ 15;
  • distributore di olio manuale - fino a 10 dollari;
  • pagaia e schiumatoio - fino a $ 5;
  • annaffiatoio - 1 dollaro.

Inoltre, è necessario:

  • Stampi in silicone per la produzione di sapone o colata di sapone (si possono usare stampi da forno) - da 5 dollari per 1 modulo.
  • Bilance con la possibilità di pesare fino a 1 kg o più, con una precisione di 1 grammo - da $ 5.
  • Termometro culinario per monitorare i regimi di temperatura - da 4 dollari.
  • Asciugamani bianchi semplici - da 4 dollari per 1 pz.
  • Indumenti protettivi, occhiali e guanti - da 3 dollari.

Pertanto, il costo di attrezzature e inventario è solo da 106 dollari.

È importante! Non utilizzare gli utensili utilizzati in cucina e quindi richiede un set separato.

Calcolo delle materie prime e volume di produzione

Il consumo effettivo di ingredienti per la preparazione del prodotto finale dipende dalla formulazione e dalla tecnologia utilizzata. È possibile determinare il calcolo esatto effettuando i campioni di prova. In media, per la produzione del sapone finito sono necessari i seguenti ingredienti:

  • Base di sapone: il prezzo al dettaglio delle materie prime da 4 dollari al chilogrammo.
  • Oli idratanti - oli base comunemente usati (mandorle, uva), utilizzati in aromaterapia e per la preparazione di oli da massaggio. Il costo di 100 ml di olio da 2 dollari.
  • Oli essenziali e fragranze - il costo varia a seconda del tipo di olio. Per esempio, l'arancia può essere acquistata da 50 centesimi americani per 10 ml e il gelsomino da 1,5 dollari. Possono essere utilizzati anche aromi speciali, il cui prezzo varia da $ 1 a 10 ml.
  • Coloranti per sapone - possono essere liquidi e in polvere. Il prezzo del materiale in vendita da 80 centesimi americani per 10 ml o 5 grammi.
  • Glitters e madreperle sono ingredienti decorativi che aggiungono luminosità e lucentezza al sapone. Il costo delle materie prime da 90 centesimi per 10 grammi di glitter o 5 grammi di madreperla.
  • Riempitivi - ingredienti per il lavaggio (polvere di pomice, gusci di noci di mandorle, semi di fragola, fiori di lavanda). Prezzo al dettaglio di 30 centesimi USA per 10 grammi.

Quindi, per fare il sapone da zero (1 chilogrammo), hai bisogno solo di $ 9. Il costo al dettaglio del pezzo finito (100 grammi) è da 2 dollari. Pertanto, il tuo reddito sarà di 20 dollari o almeno 11 dollari di profitto netto.

Il tempo dedicato alla produzione di sapone a casa dipende dalla tecnologia scelta per la produzione di sapone. Ci sono tre modi principali:

  • Freddo: il processo di produzione del sapone e miscelazione con additivi richiede da 1 ora a 1 ciclo. D'altra parte, tale sapone sarà pronto per la vendita e userà solo in 1-1,5 mesi, poiché secondo la tecnologia sarà necessario sottoporsi a un processo di maturazione.
  • Caldo - il processo di cottura è di circa 3-5 ore, ma sarà pronto per l'uso in un giorno. D'altra parte, per migliorare la qualità del prodotto preparato in questo modo, i maestri consigliano di lasciare il sapone per la maturazione per almeno 7 giorni.
  • Combinato (caldo-freddo) - il processo di cottura richiede solo 2 ore per ciclo e il tempo di maturazione è ridotto a 2 settimane.

Ciò significa che se la tua attrezzatura ti consente di preparare 1 chilogrammo di sapone per ciclo, a seconda della tecnologia, puoi produrre da 2 a 8 kg di prodotto al giorno. Quando si carica in una settimana lavorativa standard di 40 ore, in un mese è possibile produrre autonomamente da 40 a 160 chilogrammi di sapone. Il potenziale profitto che una tale attività domestica sul sapone fatto a mano può fornire sarà da 440 a 1760 dollari al mese.

Si dovrebbe anche considerare il costo della confezione. Può essere un normale film trasparente, singole scatole di plastica o di cartone, sacchetti di stoffa e altri tipi di imballaggi decorativi.

Il branding e l'aumento della consapevolezza del marchio ti permetteranno di portare il business fatto in casa a mano su sapone a un nuovo livello, aumentare la fedeltà del cliente al tuo marchio, ampliare la tua base di clienti e aumentare significativamente le entrate.

Locali e personale assunto

Se stai pianificando piccole quantità di fino a 100 chilogrammi di sapone al mese, puoi organizzare il lavoro a casa. Ma va tenuto presente che il prodotto finito deve essere conservato da qualche parte. Per i grandi volumi sarà necessaria una stanza separata composta da almeno tre stanze:

  1. acquistare per la produzione di sapone;
  2. magazzino materie prime;
  3. magazzino di prodotti finiti.

Secondo la legislazione, i locali per la produzione di sapone devono essere situati al di fuori dell'area residenziale e rispettare gli standard di sicurezza antincendio. Inoltre, deve essere presente la comunicazione e l'unità sanitaria.

La casa d'affari nella produzione di sapone fatto a mano può essere organizzata insieme a parenti o amici di persone che la pensano allo stesso modo. Ma se vuoi aprire il tuo punto vendita e ottenere un fatturato elevato, hai bisogno di un aiuto professionale dai seguenti specialisti:

  • Ragioniere - puoi invitarlo a esternalizzare per risolvere i problemi relativi alla documentazione fiscale e alla contabilità generale dell'azienda.
  • Un autista (corriere) è necessario per consegnare merci ai negozi o ai clienti diretti.
  • Designer: puoi inventare il tuo design o puoi occuparti solo delle vendite, spostando le attività a un designer professionista.
  • Produttori di sapone - con grandi volumi di produzione avrete bisogno di 1-2 sapienti su base regolare.

Modi per vendere prodotti

Un business efficace per la vendita di sapone fatto a mano può coprire diverse direzioni di vendita dei prodotti contemporaneamente. Questi potrebbero essere i seguenti metodi:

  • Proprio negozio online. Nella creazione e promozione sarà necessario investire da $ 500.
  • Punto vendita al dettaglio. Il più efficace è l'apertura di un punto vendita in un luogo affollato (centro commerciale). Il prezzo del noleggio dipende dalla città e dalla posizione del centro commerciale.
  • Vendita attraverso i social network. Adatto per la produzione di piccoli volumi, così come per gli artigiani che lavorano sotto l'ordine. Per le grandi aziende, i social network possono essere utilizzati come strumento pubblicitario per attirare i clienti in un negozio online e al dettaglio.
  • Consegne all'ingrosso ai negozi di cosmetici nell'ambito dell'attuazione. In questo caso, dovrai ridurre il costo della vendita di sapone, ma allo stesso tempo ti verrà risparmiata la necessità di condurre una campagna pubblicitaria (vedi Come pubblicizzare un prodotto: nozioni di base, esempi).
  • Vendite attraverso siti speciali. Con piccoli volumi, puoi vendere prodotti su siti di annunci (Avito, OLX, UBU.ru), nonché su risorse per artigiani di prodotti fatti a mano (Fair of Craftsmen, hand-made.ru, fintiflu.com).

Uno strumento promozionale aggiuntivo può essere un imballaggio decorativo del tuo sapone. Deve corrispondere allo stato dei prodotti fatti a mano e attirare l'attenzione dei clienti, soprattutto se si vende in un punto vendita.

Dovrebbe essere inteso che la pubblicità del sapone fatto a mano deve corrispondere alla sua qualità. Se comunichi ai clienti ingredienti naturali e benefici per la salute, devi garantire l'uso di ingredienti sicuri. Altrimenti, se rilevi la frode, perderai la tua reputazione e potresti persino essere in tribunale.

Legalizzazione di attività e permessi

È difficile costruire un business efficiente per la produzione di sapone fatto a mano senza registrarsi presso le autorità fiscali, dal momento che non sarà in grado di pubblicizzare attivamente, aprire punti di vendita al dettaglio e impegnarsi in forniture dirette. Il lavoro nell'ombra è possibile solo con piccoli ordini privati.

La forma più adatta di attività commerciale per tale attività è PI (FOP) o LLC, mentre è preferibile scegliere forme semplificate di tassazione sul reddito netto (reddito meno spese). Codici OKVED per questa attività (Russia e Ucraina):

  • 41 "Fabbricazione di saponi e detersivi";
  • 42 "Produzione di sapone cosmetico";
  • 92 "Attività per l'imballaggio di merci";
  • 75 "Commercio al dettaglio di prodotti cosmetici e per la cura personale in negozi specializzati" (sono selezionate sottosezioni adatte).

Nella Federazione Russa, la certificazione dei saponi artigianali è volontaria. Tuttavia, è richiesta una dichiarazione di conformità obbligatoria che conferma la qualità dei prodotti. Senza questo documento, il tuo prodotto non può essere venduto nei negozi. È possibile utilizzare GOST o TU come documenti normativi per la fabbricazione di prodotti. La dichiarazione è ottenuta per ogni tipo di prodotto (ricetta di sapone), che complica enormemente il processo per coloro che amano sperimentare nuove idee. Per evitare tali problemi, puoi vendere il sapone come souvenir - in questo caso, non sono richiesti certificati. Tuttavia, se si prevede di consegnare la merce in vendita, i negozi potrebbero rifiutare questo modello.

In Ucraina, per la legalizzazione della produzione di sapone, è necessario sviluppare una specifica tecnica e ottenere un parere SES. Allo stesso tempo, fare il sapone a casa non è permesso dalla legge e dovrai organizzare un vero e proprio laboratorio (per risparmiare sul noleggio, puoi portarlo in campagna). Successivamente, per ogni tipo di prodotto è ottenuto un certificato. Ma in questo caso c'è una via d'uscita più semplice: ottenere certificati di qualità per i componenti del prodotto e fornirli ai clienti. Possono essere richiesti al venditore di materiali di consumo.

Se vuoi creare un marchio riconoscibile, devi anche registrare un marchio, che successivamente ti darà l'opportunità non solo di guadagnare un punto d'appoggio nel mercato, ma anche di iniziare ad espandere la rete vendendo il franchising.

In pratica, il sapone fatto a mano come azienda ha un problema importante: una lunga vita di clienti abituali. Ciò è dovuto alle specifiche del tipo stesso di prodotto che deve competere con prodotti di fabbrica più economici. Questo è il motivo per cui molti maestri cessano le loro attività nei primi mesi, ma se sarai impegnato a migliorare il prodotto e ad apprendere le tecniche di vendita e fare affari, avrai senza dubbio successo.

Top