logo

Attualmente esiste una separazione del terzo settore in conformità con la sua stratificazione sociale (distribuzione dei ruoli in base al loro status sociale). In base a questa tipologia, sono determinate le forme e il livello di interazione del settore non profit con le imprese e lo stato.

In primo luogo, ci sono le cosiddette NPO "d'élite" (un equivalente non commerciale di capitale russo oligarchico), che sono divise in sei tipi [127].

1. Le associazioni di categoria che rappresentano gli interessi di grandi capitali sono strutture di lobby create con fondi di grandi imprese russe, esistenti a spese dei proventi da esso derivanti, coprendo interamente tutti i costi di gestione di edifici, strutture, attrezzature, costi di telecomunicazione, costi e spese del personale organizzare e tenere forum e attività di lobbismo nel governo; i dipendenti di tali associazioni di imprese si identificano con il settore aziendale.

2. Gli "aeroporti VIP" non sono redditizi da strutture di forma organizzativa e legale (con lo stato di istruzione statale, municipale o senza scopo di lucro) create su iniziativa di persone molto importanti (VIP) - funzionari di nomenklatura di grandi dimensioni, deputati o politici che hanno "pianificato" sufficientemente alto livello dalle autorità esecutive o di rappresentanza alle posizioni prestabilite (sotto forma di edificio dedicato (stanza), magazzino iniziale, attrezzature, condizioni di esistenza concordate con le autorità); il più delle volte si formano sotto forma di vari centri, fondazioni, istituzioni con nomi globali sonori; sostenere le loro attività per lungo tempo avviene attraverso la "legge telefonica"; la maggior parte degli impiegati di tali NPO si identifica piuttosto come arbitri politici o strateghi politici.

3. filiali russe di varie fondazioni straniere, organizzazioni di beneficenza che operano nel nostro paese in conformità con la legislazione nazionale, ma nel quadro della strategia e dei principi di lavoro delle organizzazioni madri; tipicamente hanno uffici ben attrezzati, il sostegno finanziario viene costantemente dalla sede centrale; Spesso i dipendenti di queste organizzazioni si considerano missionari nella costruzione della società civile e della democrazia in Russia.

4. I fondamenti di parenti di uomini d'affari sono organizzazioni senza scopo di lucro (spesso sotto forma di fondi), i cui membri del personale di gestione sono quasi interamente di parenti o parenti di proprietari di grandi aziende; si identificano con gli imprenditori.

5. Gli uffici di rappresentanza di organizzazioni internazionali in Russia sono strutture senza scopo di lucro ad alto status, di regola, situate in palazzi o edifici di alta qualità, situati nel centro di grandi città, in possesso di attrezzature moderne; il loro supporto viene effettuato a spese dei fondi di bilancio e delle entrate della sede centrale. I dipendenti di tali organizzazioni, essendo funzionari internazionali, si identificano maggiormente con i diplomatici (molti di loro lo sono).

6. Un tipo misto statale-non commerciale è creato dalla direzione di un'organizzazione statale o municipale esistente esistente, esistente sulla base di questa organizzazione (locali, attrezzature, inservienti, ecc.), Di solito sotto forma di fondazioni di beneficenza il cui personale consiste praticamente di personale organizzazioni statali, guidate dagli stessi leader, ma ci sono diversi conti bancari e diversi sistemi di contabilità e di rendicontazione, a spese di una tale organizzazione senza scopo di lucro I fondi provenienti da fondi esteri sotto forma di sovvenzioni, le attrezzature ricevute nello stesso tempo vanno al bilancio dell'organizzazione statale e diventano proprietà durante il progetto e al suo completamento; i dipendenti di tali organizzazioni, a seconda della situazione, si identificano come "statisti".

Tutti e sei questi tipi di NPO "d'élite" differiscono da altri NPO principalmente perché il livello dei redditi annuali (salari e altri redditi) dei loro impiegati permanenti è significativamente più alto di quello degli impiegati statali, delle piccole e medie imprese e supera i redditi dei funzionari di alto livello. La stragrande maggioranza del personale dirigente non ha un'educazione speciale nel campo della gestione delle ONG. Si ritiene che il loro status sociale e la loro esperienza di lavoro precedente siano sufficienti per essere alla testa di queste ONG "d'élite".

In secondo luogo, esiste un gruppo di organizzazioni intermedie: si tratta di vari tipi di strutture non commerciali a ombrello e semi-ombrello. Si distinguono tre tipi principali:

1. Associazioni e sindacati di organizzazioni commerciali, non commerciali e pubbliche create conformemente al codice civile della Federazione Russa (articoli 48.3, Art. 50.4 e Art. 121-123), Legge federale "Organizzazioni non commerciali" (Art. 2.3, Art. 11, Articolo 12, articolo 17), la legge federale "sulle associazioni pubbliche" (articolo 13) o in conformità con le leggi speciali federali (ad esempio, la legge federale "sulle camere di commercio e industria nella Federazione russa"). Nel caso delle associazioni imprenditoriali, questo tipo di struttura a ombrello è diviso in settori, intersettoriali e "di testa", sostenendo di rappresentare gli interessi aggregati della comunità imprenditoriale, e anche, per tipo di formazione, in tre gruppi: (1) associazioni sorte in vecchi settori industriali; (2) associazioni formate in nuove aree di attività economica e (3) associazioni create su iniziativa dei ministeri esistenti. Va notato che alcune di queste associazioni agiscono come strutture ombrello, esistenti sulle quote associative, altre come organizzazioni di club e altre ancora come strutture a ombrello parziale, quando una o più società commerciali fungono da "motore" per supportare l'associazione. I dipendenti di tali associazioni e sindacati si identificano come rappresentanti del loro gruppo target, ovvero gli imprenditori. Le strutture per l'ombrello, elementi dei quali sono le ONG o le associazioni pubbliche, si identificano come lobbisti del settore non profit.

2. Centri di risorse di NPO o centri di supporto di NPO in regioni o soggetti della Federazione Russa, che come entità giuridiche sono registrati, di regola, in una delle circa 30 forme organizzative e legali di NPO o associazioni pubbliche. A differenza del primo tipo di associazioni, che sono principalmente supportate da fonti di finanziamento interne, i centri di risorse e i centri di supporto per le NPO sono finanziati in modo schiacciante da sovvenzioni ricevute da fondi stranieri. Una rara eccezione è data da tali centri, che sono registrati dalle autorità locali come istituzioni municipali e sono parzialmente finanziati da loro. Di norma, i centri di risorse sono strutture quasi-ombrello, che sono spesso selezionati dalla loro scelta da quelle NPO con cui lavoreranno, implementando l'uno o l'altro progetto supportato da una fondazione straniera. I dipendenti dei centri di risorse e dei centri di supporto NPO si identificano come rappresentanti del settore non-profit, ma quasi sempre si riservano il ruolo di insegnante e mentore di ONG di base. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che una parte significativa degli sforzi e delle attività di tali strutture consiste nel preparare e condurre vari tipi di seminari, conferenze e corsi di formazione, nonché nella gestione di concessioni di sovvenzioni tra ONG, condotte principalmente con fondi forniti dai loro fondi stranieri. Spesso queste organizzazioni si considerano intermediari tra qualsiasi organizzazione di donatori e ONG di base.

3. Struttura di rete, "unire" profilo organizzazioni di base e le varie ombrellone e quasi ONG associazione mantello - è una relativamente nuova formazione, derivante, di norma, a causa della consapevolezza dei bisogni di base delle ONG per coordinare gli sforzi per difendere gli interessi dei loro gruppi target (profilo ) e il settore non profit nel suo complesso agli occhi del pubblico, delle autorità esecutive e legislative, nonché nella preparazione e nella conduzione di attività rilevanti per questo profilo (informazione, legislazione, istruzione, azione minuti e altri.). La maggior parte delle strutture di rete possono essere classificate come associazioni quasi-ombrello. I rappresentanti di tali strutture di rete si identificano pienamente con il settore non profit.

In terzo luogo, il maggior numero di insiemi di NPO sono le organizzazioni di profilo (settoriali) del livello inferiore che operano nella loro regione o località nell'interesse della loro popolazione target.

Per settore di attività esistono le seguenti NPO del profilo [69]:

organizzazioni che uniscono le persone secondo gli interessi (società di cacciatori, pescatori, ecc.);

organizzazioni che uniscono le persone per risolvere i problemi di determinati gruppi sociali (pensionati, disabili, disoccupati, giovani, prigionieri, repressi), ecc.

Il settore non profit russo svolge un ruolo significativo nella vita socio-economica del paese, essendo una fonte di varie innovazioni sociali. Si sviluppa in modo dinamico e funziona in modo efficiente, come dimostrano gli elevati tassi di crescita della produzione di prodotti e servizi di organizzazioni senza scopo di lucro nelle difficili condizioni di finanziamento instabile basate sulle entrate gratuite di persone giuridiche e individui. Tuttavia, il potenziale del settore non profit russo rimane sostanzialmente inutilizzato. Le NPO praticamente non includono il sistema di fornire servizi socialmente significativi finanziati dallo stato e non sviluppano servizi a pagamento per la popolazione. Ciò limita notevolmente la capacità del settore di partecipare alla risoluzione dei problemi nazionali, anche nel settore della riduzione della povertà [140].

Le NPO introducono un elemento di competizione nella produzione e distribuzione di beni socialmente significativi, aumentano l'efficienza di questa sfera. Migliorare l'efficienza significa che meno risorse saranno ritirate dall'economia per svolgere la stessa quantità di funzioni sociali, il che significa che più risorse possono essere investite nella crescita futura.

L'attrazione dei fondi da parte delle organizzazioni senza scopo di lucro avviene attraverso forme di cooperazione con l'azienda. Esistono le seguenti forme di cooperazione con organizzazioni commerciali [98]:

Promozione. La promozione è qualsiasi tipo di comunicazione che mira a convincere le persone a comprare qualcosa. Le organizzazioni senza scopo di lucro qui agiscono come un'agenzia pubblicitaria.

Donazioni private di dipendenti attuali ed ex di organizzazioni commerciali, le loro famiglie, i loro amici, i pensionati.

L'uso del lavoro dei dipendenti delle organizzazioni commerciali nelle ONG. Allo stesso tempo, gli stipendi continuano ad essere pagati ai dipendenti.

Vendita dei biglietti Un'organizzazione commerciale acquista i biglietti per gli eventi ospitati dalle ONG e li distribuisce tra dipendenti e appaltatori.

specialisti delle ONG in grado di fornire servizi di consulenza per i benefattori (consulenza su questioni legali e contabili, i progetti di efficienza consultazioni, le consultazioni sul progetto di stime preliminari, a scelta di idee e di progetti di raccolta fondi, adatti individualmente ad alcune questioni, etc.), così come i rappresentanti altre NPO (consultazioni su questioni legali e contabili, consultazioni sullo sviluppo di progetti, sull'organizzazione di campagne pubbliche, sull'attrazione di risorse, sulla scelta della raccolta di fondi idee O sull'organizzazione di progetti comuni, tra cui intersettoriale, etc.).

Inoltre, gli esperti di NPO possono fornire servizi per l'organizzazione di attività di beneficenza (anche a pagamento). Questi servizi includono [98]:

attività di beneficenza per i donatori;

attività di beneficenza per i beneficiari;

consulenza per lo sviluppo di progetti;

consulenza su questioni legali e contabili per i beneficiari;

consulenza legale e contabile per i donatori;

servizi di consulenza e valutazione di progetti per donatori;

valutazione preliminare dei progetti per i donatori;

organizzazione di campagne di raccolta fondi di emergenza per i beneficiari;

fornire informazioni sulla possibilità di fornire servizi basati sul baratto, la condivisione di servizi tecnici e di informazione;

fornire informazioni sui programmi di beneficenza di imprese commerciali e imprese per i beneficiari;

fornire informazioni sui problemi sociali più pressanti della regione per i donatori;

sviluppo e selezione di idee per la raccolta di fondi;

selezione di attività di beneficenza per i donatori;

pianificazione della carità;

selezione di idee e progetti di raccolta fondi individuali che siano perfettamente adatti al cliente, secondo il principio della pianificazione mini-strategica.

Gli studi hanno dimostrato che le imprese di Veliky Novgorod come forma di interazione con organizzazioni senza scopo di lucro utilizzano spesso incontri mirati per discutere programmi e progetti specifici (48,8%), sostegno diretto per azioni e attività di organizzazioni senza scopo di lucro (24,4%). L'interazione con organizzazioni senza scopo di lucro su base continuativa è molto meno comune, poiché regolarmente con le ONG per lo scambio di opinioni sulle attività congiunte, il 9,8% degli intervistati partecipa a commissioni pubbliche in piedi e coordina i consigli delle commissioni e dei dipartimenti il ​​2,4% degli intervistati.

Un'analisi delle difficoltà e dei benefici dell'interazione commerciale con le organizzazioni senza scopo di lucro è presentata nella Tabella 14.

Tabella 14 - Difficoltà e benefici dell'interazione commerciale con organizzazioni non profit,% di risposte

Le ONG possono influenzare l'opinione pubblica attraverso i media.

Le NPO possono presentare iniziative legislative per adeguare gli atti normativi

Base legislativa debole

Ambizioni di leader di associazioni pubbliche

Come mostrano gli studi condotti, l'interazione delle imprese con le organizzazioni senza scopo di lucro si sta sviluppando in Russia con difficoltà. Il settore privato ritiene ragionevolmente che il livello di tassazione nel nostro paese sia piuttosto elevato e lo stato in questo modo riduce ingiustamente i suoi profitti. Pertanto, le imprese private non sono obbligate a condividere i propri profitti con organizzazioni senza scopo di lucro. Questa conclusione è confermata dalla pratica esistente di applicare alle organizzazioni senza scopo di lucro per il finanziamento dei loro progetti a imprese private attraverso la mediazione delle autorità. I rappresentanti delle imprese private ritengono giustamente che tale mediazione aumenti i costi aziendali e contribuisca alla corruzione nel sistema di governo statale e municipale.

Alcune prove hanno la posizione opposta: la mediazione delle organizzazioni senza scopo di lucro tra imprese e governo per risolvere problemi sociali riduce il livello di corruzione, perché limita i contatti diretti informali di rappresentanti di imprese private e funzionari. La difesa di questa seconda posizione può aiutare le organizzazioni senza scopo di lucro ad aumentare il livello di fiducia delle imprese private nelle loro attività e ad ottenere finanziamenti per i loro progetti.

I capi di imprese private spesso motivano i loro rifiuti a destinare finanziamenti a progetti di organizzazioni senza scopo di lucro, perché lavorano in condizioni esterne avverse, quando non hanno semplicemente il tempo di occuparsi dei problemi sociali. Sostenere la posizione delle organizzazioni senza scopo di lucro in tali situazioni può essere una giustificazione per la posizione secondo cui, senza gli sforzi congiunti del secondo e del terzo settore, è improbabile che la situazione nel paese cambi da sola.

Spesso, i rappresentanti di imprese private nel giustificare il loro rifiuto di stanziare finanziamenti per progetti di organizzazioni senza scopo di lucro si riferiscono all'esperienza di benefici fiscali nei filantropi nei paesi occidentali sviluppati. Ma gli studi dimostrano che non sono mai stati e non sono i principali incentivi per le imprese a supportare soluzioni ai problemi sociali. Inoltre, è proprio l'attività costante del business in tali progetti che è un argomento significativo di lobbisti di benefici fiscali per i loro benefattori e sponsor.

In alcuni casi, le imprese private si rifiutano di finanziare progetti di organizzazioni senza scopo di lucro, perché la loro esperienza mostra un'alta probabilità di ricevere accuse mediatica di ricerca di benefici e non di condurre attività di beneficenza. Infatti, spesso affari privati ​​nascondono i tentativi di eludere le tasse, la retribuzione informale dei funzionari per l'assistenza nelle attività di corruzione, il sostegno materiale dei parenti e le conoscenze dei dirigenti d'impresa privati, i funzionari di alto rango e altre pratiche di corruzione in beneficenza. Ma i media dovrebbero indagare su questi casi e separare la vera carità dagli interessi mercantili e della corruzione. Altrimenti, i mass media confermeranno la natura inopportuna del rifiuto dell'impresa di partecipare alla corruzione e manipolare nel suo interesse la fiducia per i benefattori.

Spesso, i rifiuti di manager aziendali privati ​​per finanziare progetti di organizzazioni senza scopo di lucro sono da incolpare se stessi, perché più sono gli affari che destinano fondi, più spesso e con grosse richieste le organizzazioni senza scopo di lucro si rivolgono a loro. Per tutto il significato dei loro progetti, i leader delle organizzazioni senza scopo di lucro dovrebbero capire che le imprese private dovrebbero spendere profitti su altri obiettivi. A questo proposito, le ragionevoli auto-restrizioni delle organizzazioni senza scopo di lucro contribuirebbero a rafforzare la fiducia in esse da parte delle imprese private.

La gestione congiunta di progetti di imprese private e organizzazioni senza scopo di lucro è ancora più difficile da attuare: il settore privato vede il suo ruolo solo nel finanziamento di progetti che le organizzazioni senza scopo di lucro svolgono effettivamente. E, tuttavia, la partnership tra aziende private e organizzazioni senza scopo di lucro è del tutto possibile su basi reciprocamente vantaggiose. Di solito, è necessario determinare dove i mercati in cui operano le organizzazioni di imprese private e le organizzazioni senza scopo di lucro si intersecano. In molti casi, gli stessi cittadini sono consumatori in questi mercati e quindi la collaborazione di rappresentanti del secondo e del terzo settore è in grado di fornire loro una gamma più ampia di servizi migliori. Tale situazione può sorgere, ad esempio, nel campo dell'assistenza ai pazienti, quando il servizio stesso è fornito da organizzazioni senza scopo di lucro, e le medicine e i prodotti igienici necessari sono forniti dalle aziende farmaceutiche. Una situazione simile può sorgere nella distribuzione del cibo libero tra i senzatetto: il servizio stesso è fornito da organizzazioni senza scopo di lucro e il cibo viene preparato nei caffè o nei ristoranti. Questi progetti sono utili allo Stato, perché aiutano i bisognosi fornisce l'indirizzo, le imprese - perché riceve fondi aggiuntivi per i suoi servizi, per lo più da organizzazioni statali e non-profit - perché in questi casi, i progetti sono sotto il loro controllo completo della fornitura di beni ai servizi di ogni cittadino in particolare.

Un problema significativo nell'interazione tra organizzazioni non profit e imprese private è la differenza negli orientamenti di valore. Anche con il previo consenso delle imprese private, per finanziare un progetto, i suoi rappresentanti comprendono la lingua dei piani aziendali e delle relazioni finanziarie, oltre al significato sociale di questi progetti.

Questo orientamento al valore del business privato contribuisce alla formazione di uno stereotipo stabile per la percezione e il potere delle imprese private, e le organizzazioni senza scopo di lucro solo come fonte di risorse finanziarie per risolvere i progetti di cui hanno bisogno. Inoltre, lo stato costringe le imprese private a riferire in dettaglio su quali progetti sociali e di altro tipo e con quale diritto ha finanziato. In molti casi, gli imprenditori devono ottenere i permessi dalle autorità a un livello o un altro per finanziare i loro progetti per varie organizzazioni senza scopo di lucro. E il sostegno pubblico per la partecipazione delle imprese a progetti sociali non è considerato dai suoi leader come un fattore essenziale di stabilità e prosperità a lungo termine.

Di conseguenza, il finanziamento delle organizzazioni senza scopo di lucro, le attività di beneficenza per gli uomini d'affari moderni è diventato esclusivamente la loro iniziativa personale, che non è in alcun modo connessa con le attività di profilo delle loro attività private. Alcuni progetti a lungo termine di moderne imprese private, di norma, non sono inclini al finanziamento. Se le organizzazioni senza scopo di lucro riescono a ottenere finanziamenti da aziende private, è più spesso solo per tenere eventi separati. Pertanto, le campagne pubblicitarie di progetti di beneficenza di solito non interessano gli affari, gli uomini d'affari cercano di mantenere segrete le loro donazioni alle organizzazioni senza scopo di lucro, poiché questo non è un vantaggio competitivo per loro nella gestione di un'impresa e possono ricevere problemi dal governo. Di conseguenza, l'interazione delle organizzazioni senza scopo di lucro e delle attività private viene svolta, molto spesso, non nella sfera di intersezione dei loro interessi e gruppi target, ma nella sfera delle interazioni personali dei capi delle organizzazioni.

Pertanto, il settore non profit contribuisce non solo a soddisfare i bisogni della popolazione, ma anche a creare un clima economico favorevole, stabilità dello sviluppo economico e un sistema politico basato sui principi di democrazia, trasparenza e responsabilità.

Un forte settore non profit è un fattore importante per garantire stabilità sociale e politica, migliorare il tenore di vita della popolazione e, infine, lo sviluppo socioeconomico sostenibile del paese.

Come le ONG possono parlare con le imprese nella stessa lingua: l'esperienza del "Mindful Bazar'a"

Ogni anno la fiera di beneficenza "Soulful Bazar" si svolge a Mosca. Almeno 50 organizzazioni senza scopo di lucro vendono souvenir, giocattoli morbidi e oggetti d'artigianato a sostegno dei loro reparti: orfani, bambini con gravi malattie, persone con disabilità, animali randagi. Il video promozionale, con un senso dell'umorismo che batte il significato della fiera, diverge sui social network con l'hashtag # risponde bazar.

Il padre fondatore dell'imprenditore "Mental Bazar" Yevgeny Gorkaev racconta quali organizzazioni non governative dovrebbero imparare dalle imprese e come creare un progetto di successo.

1. Come le ONG cooperano con il business

Non siamo un'organizzazione caritatevole. Siamo un progetto per organizzazioni non profit e aziende, una sorta di ponte tra business e NPO che aiuta a costruire relazioni con organizzazioni senza scopo di lucro e organizzazioni senza scopo di lucro con le imprese.

Prima di tutto, insegniamo alle ONG a parlare la stessa lingua con gli affari. Le organizzazioni senza scopo di lucro in Russia (ad eccezione di diversi fondi di grandi dimensioni con budget multimilionari) non possono permettersi di avere uno staff di manager e avvocati professionisti. Sono creati da persone al richiamo del cuore. Di norma, queste persone non hanno una formazione aziendale, esperienza aziendale, lavorano come possono, a quanto pare. Ma gli affari ora stanno esaminando le NPO non come candidati che devono ricevere denaro, ma come partner, con i quali è possibile raggiungere insieme determinati obiettivi e obiettivi. L'azienda si aspetta che se un partner viene da lui, dovrebbe parlare con lui in una partnership. Per due anni e mezzo abbiamo implementato il programma PRONKO_2.0, che mira a formare dipendenti di organizzazioni caritatevoli. La specificità del nostro programma risiede nel fatto che gli allenatori e i consulenti sono persone di business che insegnano a manager di organizzazioni no profit con competenze manageriali che spiegano le esigenze di business quando interagiscono con organizzazioni non profit.

2. Come insegnare agli affari a rispettare le ONG

Allo stesso tempo, mostriamo affari: non è necessario trattare tutti i sottufficiali allo stesso modo. Non tutte le organizzazioni senza scopo di lucro nel paese sembrano le fondamenta di Give Life. Ci sono diversi fondi che risolvono vari problemi socialmente significativi. È possibile e necessario essere in grado di interagire con ognuno di essi in diversi formati. Ad esempio, quest'anno per "NorNickel" abbiamo organizzato un evento nell'ambito del programma di volontariato aziendale "Kombinat goodness". Abbiamo tenuto il festival di famiglia "DOBRICKEL", durante il quale abbiamo presentato i dipendenti dell'azienda a diverse organizzazioni di beneficenza. I volontari aziendali di NorNickel sono stati in grado di vedere che ci sono fondi che lavorano con bambini, adulti, animali e persino coloro che lavorano nel campo dell'ecologia. Conoscenza della diversità dei programmi, i dipendenti hanno scelto le loro organizzazioni più strette. Erano piccoli fondi per i quali tale assistenza - l'inclusione volontaria di dipendenti dal business - è un supporto importante.

In quelle aziende in cui è costruita una strategia di responsabilità sociale aziendale, la partecipazione alla carità non è una questione di desiderio, ma una norma di comportamento. Inoltre, ciascuna società determina le opportunità che deve implementare questa strategia. Qualcuno può aiutare con i soldi, qualcuno - per attirare i dipendenti nel quadro di programmi di volontariato, qualcuno - per allocare lo spazio nel loro ufficio per le ONG.

È importante capire che se prima un'attività era pronta a partecipare solo al denaro, ora sta prendendo in considerazione varie forme di partecipazione, e più spesso sistemica.

Business sta guardando i risultati del suo investimento. Tra un progetto singolo e un progetto di sistema che può fare la differenza, influire sul problema nel suo complesso, fa una scelta a favore di iniziative più sostenibili.

I risultati attesi dipendono anche dal business. Qualcuno ha bisogno esattamente di pubblicità, di ragionamento informativo, ma per qualcuno è importante sviluppare il territorio di presenza, in modo che i problemi socialmente significativi siano risolti all'interno di questo territorio. Ad esempio, l'impresa di formazione cittadina Cherepovets Metallurgical Combine della compagnia "Severstal". Perché pubblicizzarlo? Tutti lo conoscono, la popolazione della città lavora sia in questa impresa, sia nei suoi appaltatori. Naturalmente, per Severstal è importante risolvere i problemi sociali, rimuovere le tensioni sociali e l'azienda sostiene quelle iniziative che stanno lavorando in questa direzione.

3. Come le ONG possono diventare attrattive per le imprese

Prima di tutto, è necessaria professionalità: "Capisco il business in cui sono impegnato". Una NPO dovrebbe dimostrare una comprensione del problema socialmente significativo con cui funziona e spiegare ciò non sulle emozioni, ma sui fatti. Abbiamo appena completato una valutazione delle domande di sussidio da parte del comitato per le pubbliche relazioni di Mosca. Ci sono state molte applicazioni in cui le ONG non sono riuscite a spiegare perché il problema che hanno scelto fosse socialmente significativo, quanti beneficiari avevano, quale assistenza hanno ricevuto e perché questa assistenza era necessaria ora. Spiegato sulle emozioni: credo che sia necessario aiutare questo pubblico di riferimento, e quindi aiuterò. Allo stesso tempo, gli esperti capiscono che questo pubblico di destinazione sta già ricevendo lo stesso aiuto, solo le ONG si sono trovate di fronte a casi isolati. Invece di studiare il mercato e indirizzare le persone verso dove possono aiutarle, le ONG iniziano a creare un progetto, un'intera organizzazione. Ora hanno familiarità con due casi identici e credono che ce ne saranno molti di più, ma forse il caso è solo uno e non c'è bisogno di un grande progetto.

In secondo luogo, è necessario lavorare sullo sviluppo del partenariato, sulla comprensione degli obiettivi e degli obiettivi del partner, sul perché è importante per lui farlo, perché è pronto a sostenere questa iniziativa. Questa comprensione dovrebbe essere reciproca da parte delle imprese e delle ONG.

In terzo luogo, l'adempimento degli obblighi deve essere chiaro e tempestivo. Sfortunatamente, le ONG non sempre lo fanno.

Usano il loro status: siamo un'organizzazione senza scopo di lucro, non siamo professionisti, quindi dobbiamo capire e perdonare. Ma se vogliamo una relazione a lungo termine e uno sviluppo sostenibile, allora, naturalmente, non ci nascondiamo dietro la non professionalità, ma impariamo e diventiamo uguali agli affari in questa cooperazione.

4. Come organizzare un progetto di successo

Non abbiamo un progetto imprenditoriale di successo. Dal punto di vista del business, ciò che stiamo facendo è causare perdite. Per sette anni siamo diventati un marchio riconoscibile e il business comprende ciò che stiamo facendo e per cosa, quali risultati porta, quali opportunità derivano dalla partecipazione a questo evento, quindi è diventato un po 'più facile attrarre partner. Tuttavia, la situazione economica è tale che, anche il nostro partner permanente Bayer quest'anno, purtroppo, non è in grado di supportarci. Tutti i nostri partner commerciali hanno abbandonato i budget pubblicitari e di sponsorizzazione e anche le nostre opportunità sono diminuite in modo significativo. Quest'anno stiamo "tagliando" tutto ciò che può essere "tagliato". Rifiutiamo dagli eccessi e anche da alcune cose necessarie. Ad esempio, potremmo spendere soldi in anticipo per realizzare una bella illuminazione dello spazio, un'uniforme per il comitato organizzatore e una squadra di volontari, bellissimi distintivi per il comitato organizzatore e partecipanti al "Bazar mentale". Tutto questo quest'anno no.

Sostituiremo badge e accessori, ad esempio con braccialetti poco costosi, la protezione di questo sarà sufficiente per identificare un partecipante giusto che abbia accesso al territorio.

Questo non è un passo indietro in senso professionale, al contrario, siamo costretti a mostrare più professionalità per fare un evento di qualità. I nostri ospiti, partner commerciali e partecipanti sono abituati a un certo livello, non abbiamo il diritto di ingannare le loro aspettative anche a causa della mancanza di fondi. Stiamo riducendo il costo di organizzare spettacoli, decorare lo spazio, trovando nuove soluzioni, più economiche, ma necessariamente interessanti, trovando nuovi formati di interazione con artisti, partner di contenuti.

Quali ONG non partecipano al "Bazar'e mentale"

Ora abbiamo un gruppo di organizzazioni a Mosca che capiscono con precisione che non hanno bisogno di partecipare al "Bazar mentale", non sono pronte, ad esempio, a coinvolgere gli artigiani per creare souvenir. Forze e tempo, che richiede la preparazione per il "Bazar'u mentale", saranno in grado di investire in modo più efficace in una direzione diversa. Rispetto queste decisioni. Ciò significa che esiste una strategia equilibrata e deliberata e la raccolta di fondi, e il suo posizionamento, ed è grandioso. Ci sono grandi fondi, come Give Life, o la Konstantin Habensky Foundation. Non partecipano, perché hanno il loro potente PR, la loro strategia di raccolta fondi, i loro eventi significativi per i quali lavorano intenzionalmente e, se partecipano, capiscono esattamente perché. In uno dei "Bazar'ov mentali" è stata presentata la fondazione "Give Life". La Fondazione ha lanciato un programma per le mamme che sono in cura con i loro figli. Le mamme agivano come animatori, insegnavano l'artigianato o stavano imparando qualcosa di nuovo. Di conseguenza, sono apparsi molti articoli di buona qualità, "Give Life" ha visto l'opportunità di realizzare il potenziale di queste madri attraverso "Soulful Bazar", è stato con questo programma che volevano partecipare e, naturalmente, li abbiamo supportati. Poi hanno trovato il modo di farlo da soli, stanno andando alla grande e ne siamo molto felici.

5. Come prendere parte a "Bazar'e mentale"

Una NPO deve decidere autonomamente se ha bisogno di un tale strumento per interagire con il proprio pubblico o meno. In precedenza, tutti volevano prendere parte al "Bazar of the Mind", era di moda. Abbiamo cercato di spiegare: forse non ne hai bisogno, non hai abbastanza risorse per questo, non è la forma di infopovod e di raccolta fondi di cui ora hai bisogno. È chiaro che alcuni hanno poi deluso: molti sforzi sono stati spesi, ma non ci sono risultati previsti. Ora abbiamo requisiti ancora più stringenti per i partecipanti. All'ingresso "spaventiamo", diciamo che è difficile e costoso, non è la stessa cosa da venire, prendere il tavolo, organizzare souvenir e fare soldi. La selezione si svolge come segue: assegniamo 25 posti per i "vecchi" che hanno partecipato al "Bazar mentale" per almeno cinque anni, dimostrano lo sviluppo sostenibile, migliorano la qualità della partecipazione, le tasse, eseguono accordi di partenariato e annunciano la competizione per i restanti 25 posti. Nel consiglio di esperti di ogni organizzazione, poniamo sempre la domanda: perché ne hai bisogno, quale obiettivo stai perseguendo? Se l'organizzazione dice: "Vogliamo raccogliere un sacco di soldi qui, organizzerai tutto, e verremo e guadagneremo denaro", rispondiamo onestamente che non guadagneranno in questo modo. L'obiettivo principale di "Mental Bazar'a" non è la raccolta di fondi, ma attirare l'attenzione sulle attività delle ONG e coinvolgere i normali cittadini in questa attività: per le ONG avere volontari, donazioni regolari, anche se sono cento rubli al mese, ma garantite. Quando, per esempio, la Fondazione Sozdanie viene da noi, dice: "Quest'anno vogliamo raccogliere un milione e mezzo di rubli attraverso" Soulful Bazar ". Per questo, vogliamo organizzare un'asta online su Facebook prima di "Soulful Bazar'om", e sappiamo come fare, ecco i nostri risultati. " Sanno quanto hanno in programma di raccogliere su Internet, quanto sono sul palco, si iscrivono e lo portano avanti. O, ad esempio, "casa della madre". Questo fondo fissa anche un certo livello: per raccogliere almeno 350 mila. Per fare questo, lavorano con il loro pubblico, raccontano in anticipo cosa avranno in palio e propongono prodotti nuovi e interessanti. Succede che le organizzazioni vengono e dicono: "Per noi è importante essere solo in questo evento, è importante che le persone ci conoscano e interagiscano, le tasse non sono importanti per noi, se raccogliamo 50 mila rubli, saremo assolutamente felici". Tutti questi approcci sono solidi, consapevoli e, naturalmente, siamo felici di accettare tali organizzazioni.

6. Come condurre con successo "Soulful Bazar"

Il nostro desiderio più importante è la qualità. Siamo contro le storie, quando il bambino ha avuto un master class creativo in ospedale, ha fatto quello che poteva, e la fondazione lo porta in fiera e cerca di donare per 500 rubli. Le persone sono più disposte a lasciare i soldi, ma non a portare a casa questo artigianato. Stiamo cercando di garantire che questa sia una vera fiera dei regali di Capodanno, quali parenti, amici, persino se stessi, vogliono comprare. Il secondo punto è che dovrebbe essere interessante e nuovo. Per sette anni, le persone sono abituate a sapone, candele, fatto a mano, lepri sullo stesso schema. Vogliamo un nuovo interessante prodotto funzionale che possa essere usato per decorare una casa e che possa essere usato nella vita di tutti i giorni. Ad esempio, una bellissima ghirlanda di alberi di Natale. Recentemente c'è stata un'idea del genere - una ghirlanda di tagliabiscotti. Facciamo un foro attraverso il diametro della ghirlanda e uno stampo è posto su ogni lampadina, sembra molto bello, non lo troverai nel negozio e nessuno lo sta ancora facendo in Russia.

O qui: alle fiere di Natale in Europa, vengono venduti i contenitori in legno per confezioni di latte Tetra Pak. Chi ha un laboratorio di falegnameria, per favore, fai questa cosa a portata di mano, scrivilo nello stile di Capodanno, sarà una bella storia.

Inoltre, "Spiritual Bazar's" ha ora un tema. Quest'anno il tema è "Lepri in città". Le NPO sono molto creative nella loro decisione. Un fondo, per esempio, avrà lepri in stile giapponese. Bene, e tradizionalmente bene ad ogni fiera calze di lana, guanti, cappelli e sciarpe vanno.

Top