logo

Gli esperti del Centro di analisi e analisi di Agribusiness AB-Center hanno preparato una revisione periodica del mercato russo delle banane. I seguenti sono estratti dallo studio. La versione completa del lavoro è presentata qui: Revisione del mercato russo della frutta.

Il volume del mercato russo delle banane, che non tiene conto delle scorte di riporto, è paragonabile al volume delle importazioni di banane verso la Federazione russa. Il mercato russo delle banane è uno dei più grandi al mondo. Il paese è al 4 ° posto in termini di importazioni.

Consumo di banane in Russia

Consumo di banane pro capite in Russia nel 2001-2013 in costante aumento nel 2013, secondo le stime di AB-Center, ha raggiunto 9,3 kg (senza tenere conto delle eventuali perdite durante lo stoccaggio). L'unica eccezione è stata nel 2009, quando, a fronte di una valuta nazionale più debole, i volumi sono leggermente diminuiti rispetto al 2008. Nel 2014 e nel 2015 C'è stato un altro giro di svalutazione del rublo, che ha portato a una riduzione della fornitura di banane nella Federazione russa. Il consumo di banane pro capite nel 2015 è sceso a 8,3 kg.

Importazioni di banane in Russia

Il volume delle importazioni di banane verso la Russia nel 2015 è stato pari a 1.222,1 migliaia di tonnellate, ossia 3,1% o 39,3 mila tonnellate in meno rispetto al 2014. Per due anni, le forniture sono diminuite dell'8,6%, per tre anni, il calo è stato del 3,1%. Il valore delle importazioni nel 2015 è stato pari a 904,9 milioni di USD - è diminuito del 4,5% rispetto al 2014, rispetto al 2013, il calo è stato del 9,0%.

Il principale fornitore di banane verso la Russia è l'Ecuador. Nel 2015, la quota di questo paese rappresentava il 98,5% di tutte le forniture di banane alla Federazione russa (1204,4 mila tonnellate). Nel 2014, la quota dell'Ecuador era del 97,1% (1.224,4 mila tonnellate). I volumi delle importazioni per l'anno sono diminuiti dell'1,6% o di 20,0 mila tonnellate.

La quota di Costa Rica, il secondo maggiore fornitore di banane nella Federazione russa, nel volume totale delle importazioni di banane verso la Federazione russa è significativamente inferiore - solo lo 0,8%. Nel 2015, rispetto al 2014, le consegne da questo paese sono diminuite del 31,9% o di 4,5 mila tonnellate e ammontano a 9,7 mila tonnellate.

L'importazione di banane dalle Filippine è diminuita significativamente - dell'80,0% o di 14,1 mila tonnellate a 3,5 mila tonnellate. La quota delle Filippine nella fornitura totale di banane nella Federazione russa nel 2015 è stata dello 0,3%.

La quota del Messico nel 2015 è stata dello 0,2% della fornitura totale di banane nella Federazione russa. Il volume delle importazioni di banane messicane per l'anno è aumentato del 92,4% a 3,0 mila tonnellate.

Forniture di banane dal Vietnam nel 2015 e 2014 è rimasto quasi allo stesso livello - 0,7 mila tonnellate (meno dello 0,1% delle importazioni totali nel 2015).

L'offerta totale nel 2015 di banane provenienti da altri paesi è stata pari a 0,8 migliaia di tonnellate, pari allo 0,1% della fornitura totale.

Fornitori di banane in Russia. Nel 2015, le banane hanno importato 46 aziende importatrici russe in volumi relativamente grandi (da 1.000 tonnellate e oltre). La quota dei primi 10 maggiori importatori di banane ha rappresentato il 76,9% di tutte le consegne.

Importazioni di banane nel 2016

Le importazioni di banane nella Federazione Russa nel gennaio-febbraio 2016 sono ammontate a 250,6 mila tonnellate.

In relazione a gennaio-febbraio dell'anno precedente, le consegne sono aumentate del 47,0% o 80,1 mila tonnellate, in due anni la crescita è stata del 14,6% o 31,9 mila tonnellate, in tre anni le consegne sono aumentate del 5,6 % o di 13,3 mila tonnellate, per quattro - del 22,1% o di 45,4 milioni di tonnellate.

Prezzi di banana

Prezzi mondiali per le banane. I prezzi all'esportazione di banane dall'Ecuador (prezzi FOB) si sono notevolmente rafforzati all'inizio del 2016. A febbraio 2016 erano al livello di 1.052,4 USD / t, per l'anno in cui sono cresciute dell'8,8%, per due anni - dell'11,2%, per tre anni - del 13,7%, per quattro - di 0,7%.

Prezzi delle banane in Russia. I prezzi medi delle banane importate in Russia (il valore statistico medio delle importazioni) sono aumentati anche all'inizio del 2016. A febbraio 2016, ammontavano a 748,3 USD / t. Rispetto a dicembre 2015, l'aumento dei prezzi è stato del 2,5%. Tuttavia, questo è inferiore dello 0,1% rispetto ai prezzi di febbraio 2015. Rispetto a febbraio 2014, la riduzione dei prezzi è stata dello 0,5%, rispetto a febbraio 2013 - 0,7%, nel 2012 - 0,3%.

La situazione è diversa se converti queste cifre in rubli. I prezzi medi delle banane importate nella Federazione russa nel febbraio 2016, ricalcolate in rubli alla data di importazione, sono ammontate a 57.861,2 RUB / ton. Nel corso dell'anno, i prezzi sono aumentati del 19,7%, da febbraio 2014 i prezzi delle banane importate sono aumentati del 118,4%, da febbraio 2013 - del 154,6%, da febbraio 2012 - del 157,9%.

Economia, politica estera e avventure criminali della frutta tropicale più economica e conveniente da Lawrence Beria a Igor Sechin

Le piantagioni di banane più settentrionali si trovano a un migliaio di chilometri a sud del punto più meridionale della Russia. Nonostante ciò, le banane sono vendute in quasi tutti i negozi del paese ad un prezzo inferiore rispetto ai pomodori locali, e il ricordo della maggior parte dei russi oltre i trenta conserva ricordi di lunghe linee sovietiche per pacchi di banane verdi e scarse. Proviamo a considerare la storia dell'apparizione di questo frutto in Russia e la sua marcia vittoriosa in modo più dettagliato.

Ananas in champagne

Con tutto il desiderio nel sud dell'Impero russo era possibile coltivare solo una varietà decorativa di banane, ei frutti di questa pianta, raccolti nei tropici, anche verdi, non sono soggetti a trasporti a lungo termine - marciscono rapidamente a temperature superiori ai 14 gradi Celsius. Pertanto, le prime banane appaiono in Russia, e in Europa in generale, solo alla fine del 19 ° secolo, quando le navi da carico dotate di unità di refrigerazione hanno sostituito le barche a vela.

"Le banane tropicali sono appese a pennelli immensamente profumati", Vladimir Gilyarovsky ha descritto il "dipartimento dei beni gastronomici coloniali" nel negozio Yeliseyev, inaugurato a Mosca a Tverskaya nel 1901.

Questo esotico, tuttavia, non era disponibile per la maggioranza assoluta della popolazione, sebbene l'impero russo importasse un bel po 'di frutta all'inizio del XX secolo - circa 100mila tonnellate all'anno. Le banane nelle statistiche commerciali e doganali non sono state assegnate, così come le frazioni minime di una percentuale di questo volume. Il Caucaso non è ancora diventato un fornitore di agrumi, che occupava la parte del leone delle importazioni di frutta pre-rivoluzionarie. Anche tra gli strati più abbienti della popolazione, la banana rimase un frutto esotico e non molto popolare, a differenza, ad esempio, dell'ananas, spesso cantato dai poeti dell'età dell'argento, dal nord al Majakovskij.

La prima guerra mondiale ha eliminato quasi tutte le importazioni di frutta dell'impero: i porti del Mar Baltico e del Mar Nero sono stati bloccati dalla Turchia ostile e dalla Germania, e lo stato delle ferrovie e degli impianti di stoccaggio ha impedito il trasporto di frutta fresca da Murmansk e Vladivostok. L'élite ha consegnato un po 'degli stessi ananas che sono più facili da trasportare e da conservare rispetto ad altri frutti tropicali. Negli anni della guerra civile, ovviamente, non era nemmeno per le banane. Durante il periodo della NEP, la situazione dell'inizio del secolo si ripeteva: le banane nella Russia sovietica si potevano trovare solo nei migliori ristoranti e negozi di valuta del sistema Torgsin in diverse grandi città.

Stalin's Banana Business

Per la prima volta, l'Unione Sovietica acquistò grandi quantità di banane nel 1938, quando la guerra mondiale non si stava ancora avvicinando, e l'industrializzazione completata iniziò a produrre i primi frutti e permise di dirigere parte dei proventi della valuta, compresi quelli esotici. Con il nuovo anno 1939, le banane apparvero nei negozi centrali di Mosca, e poi nelle capitali delle repubbliche dell'Unione. Così, nel gennaio 1939, i giornali di Kiev pubblicarono addirittura una specie di annuncio:

"Uno di questi giorni, Kiev riceve una serie di banane, che non sono state qui dal 1913. Le banane sono frutti di paesi tropicali, hanno un sapore grande e ricco di vitamine.

Il primo lotto di 20 mila chilogrammi il 15 gennaio sarà in vendita nei negozi di "Gastronome", frutta e verdura, ecc. ".

Allo stesso tempo, Stalin provò per la prima volta le banane. Secondo le memorie del commissario del commercio estero Anastas Mikoyan, amavano i frutti esotici del leader dell'URSS, e dopo il 1945 ordinò personalmente di acquistare piccole quantità di banane per rifornire i negozi centrali in diverse grandi città del paese. Le banane sono state acquistate da ditte austriache e svizzere. A proposito, a Mikoyan non piacevano le banane e fino alla fine della sua vita non capiva perché fosse necessario spendere soldi per questo eccesso. Tale atteggiamento era tipico per la maggior parte delle prime persone dell'URSS - con le invidiabili possibilità di nomenclatura, le loro abitudini, incluso il cibo, rimanevano scortesi, contadine.

È noto che nell'estate del 1951, all'invecchiamento di Stalin, non piacque un altro lotto di banane. Mikoyan ricorda: "Una volta si sedettero alla cena di Stalin. È andato tutto bene Verso le 4 del mattino venivano servite grandi banane sul tavolo, che sembrava buono, ma verde, apparentemente non molto maturo.

Stalin prese una banana, la provò e mi disse: "Prova le banane, dimmi la tua opinione sulla loro qualità, ti piacciono o no?"

Ho preso una banana, l'ho provato. Sapeva di patate, era completamente inadatto al consumo. "

È significativo che né i membri del Politburo, né il personale di servizio della prima persona del paese sapessero chiaramente come gestire le banane. Solo venti anni dopo, tutti i cittadini dell'URSS impareranno che le banane verdi dovrebbero essere avvolte in un giornale e messe in un luogo caldo per una settimana.

Stalin ha parlato nello spirito che prima, con il commissario del commercio Mikoyan del popolo, le banane erano gustose e, dato che ora sono diventate insipide, significa che il nuovo ministro per il commercio estero, Menshikov, non corrisponde al suo incarico.

"L'importazione di banane è una piccola impresa, e l'ha organizzata male, e questo mostra il vero volto del capo del ministero. "- ha detto il leader.

Di conseguenza, ha incaricato Mikoyan e Malenkov di controllare la qualità delle banane, e alle 6 del mattino, Lavrenti Beria ha anche chiamato con le stesse istruzioni. L'appello mattutino dell'onnipotente curatore del Ministero della sicurezza dello Stato, del Ministero degli affari interni e del Ministero del controllo dello Stato al Consiglio dei ministri dell'URSS ha suscitato scalpore nell'intero sistema di gestione del commercio sovietico. Ma in realtà, la seconda e la terza persona nel paese - Beria e Malenkov - non capivano francamente perché dovessero prestare attenzione a insignificanti insinuazioni, e francamente tacevano la "questione delle banane". Per placare l'ostia, insieme a Mikoyan hanno deciso di sostituire semplicemente il ministro del commercio estero.

I dettagli sull'ulteriore relazione di Stalin con le banane non sono stati conservati per noi. Probabilmente, i servitori del capo hanno comunque spiegato come trattare i frutti tropicali.

Repubbliche socialiste dell'Unione di Banana

Per la prima volta, le banane furono acquistate in maniera massiccia dall'URSS a metà degli anni '50. L'economia del paese aveva ormai superato le conseguenze della guerra: questo decennio era generalmente caratterizzato dai più alti tassi di crescita economica dell'intera storia sovietica dopo il 1945. Ma la cosa principale è che a quel tempo, per la prima volta, i paesi in cui le banane maturavano erano nella sfera d'influenza dell'URSS.

La Cina Mao Zedong e il Vietnam Ho Chi Minh sono diventati fornitori di banane per i cittadini sovietici. Inoltre, non avevano bisogno di spendere denaro per comprarli - il frutto andava a pagare i prestiti sovietici e gli aiuti militari.

Nella primavera del 1950, la 4a armata di campo dei comunisti cinesi al secondo tentativo catturò l'isola di Hainan. Vaste piantagioni di banane divennero trofei delle truppe di Mao oltre a 25mila prigionieri. Di conseguenza, quasi tutte le banane vendute nell'URSS negli anni '50 provenivano dal sud della Cina.

Nel 1954, i francesi finalmente riconobbero la loro sconfitta in Vietnam, la parte settentrionale del paese era sotto il completo controllo dei comunisti locali, e già nel 1956 arrivarono nell'URSS le prime 200 tonnellate di banane vietnamite.

Con questi frutti, Ho Chi Minh pagava le bombe sovietiche che cadevano sulle teste dei colonialisti francesi vicino ad Hanoi e Dien Bien Phu.

In linea di principio, la Cina e il Vietnam potrebbero sopraffare l'URSS con frutti tropicali se non fosse per i limiti del sistema logistico e dei trasporti. Banane in quegli anni erano disponibili nelle città dell'Estremo Oriente e della Siberia orientale, vicino al confine con la Cina. Ma nella parte europea dell'URSS questo esotismo si poteva trovare solo nei migliori negozi di Mosca, Kiev e Leningrado.

Tuttavia, negli anni '50, l'URSS importava circa 200 mila tonnellate di frutta all'anno, cioè due volte di più dell'impero russo mezzo secolo fa. Allo stesso tempo, la struttura di tali importazioni è cambiata: gli agrumi sono già stati massicciamente prodotti a livello nazionale nelle repubbliche transcaucasiche. Pertanto, è stato durante questi anni che i frutti tropicali sono diventati disponibili non solo per l'élite, ma almeno diverse volte l'anno per le grandi masse popolari, e tra gli acquisti esterni c'era un posto per le banane esotiche.

È interessante tracciare la dinamica delle importazioni di banane dall'URSS. Nel 1955, 2mila tonnellate di banane furono importate nel paese, nel 1956, quasi 3mila tonnellate. Nel 1958 - poco meno di 5 mila tonnellate, e nel 1960 l'URSS ricevette quasi 13 mila tonnellate di banane cinesi e vietnamite.

Agli inizi degli anni '60, con la crescita del conflitto tra Mosca e Pechino, l'offerta di banane dalla Cina è diminuita. E il Vietnam viene alla ribalta: nel 1965 quasi 10mila tonnellate di banane furono portate da questo paese all'URSS. Praticamente tutte le banane mangiate dai cittadini sovietici quell'anno erano vietnamite.

Ma fu nel 1965 che l'aviazione americana iniziò a bombardare il nord del paese controllato dai comunisti, da cui le scorte di banane andarono all'URSS. Alla fine del decennio, il bombardamento delle comunicazioni di trasporto e dei porti ha bloccato tutte le consegne dal Vietnam. Allo stesso tempo, dopo le battaglie di confine sovietico-cinesi del 1969, praticamente tutti i contatti economici tra l'URSS e la Cina cessarono. Quindi l'URSS è privata di banane "socialiste" a buon mercato.

Ma i cittadini sovietici hanno già gustato e amato la frutta esotica. E poi Breznev sanziona l'acquisto commerciale di banane nelle tradizionali "repubbliche banane" dell'America Latina.

Già nel 1970, 9mila tonnellate di banane venivano dall'Ecuador, e l'anno prossimo quasi 13mila tonnellate, cioè i due terzi di tutte le banane pescate nell'URSS. Altre 3mila tonnellate nel 1971 misero in Guinea e 2,5mila tonnellate, combattendo il Vietnam. La Guinea dell'Africa occidentale non comparve per caso in questa lista: Breznev visitò personalmente l'ex colonia francese, ricevette un ordine locale come premio e le banane della Guinea andarono a pagare le forniture di beni industriali sovietici.

Dopo il 1975, quando terminò la guerra del Vietnam, l'importazione di banane dal Vietnam aumentò nuovamente a 8 mila tonnellate all'anno. Ma il Vietnam non sarà in grado di superare la classica "repubblica delle banane" dell'Ecuador.

Tuttavia, abbattendo i prezzi di acquisto, all'inizio degli anni '80, gli agenti del commercio estero sovietici avrebbero preferito giocare con successo alla concorrenza dei principali esportatori dell'America latina. Nel 1980, l'URSS per la prima volta acquistò 19 mila tonnellate di banane in Colombia. Nello stesso anno, saranno acquistate 31 mila tonnellate in Ecuador e altre 6,5 mila tonnellate in Vietnam. Verso la metà degli anni '80, la Colombia era già in vantaggio rispetto all'Ecuador nel fornire banane all'Unione Sovietica.

Gli anni di stagnazione sono stati generalmente un periodo di continua crescita delle importazioni di banane. Nel 1970, quasi 15 mila tonnellate di banane furono importate nell'URSS, nel 1975 - circa 34 mila tonnellate, nel 1980 - 56 mila tonnellate, e nel 1985 quasi 80 mila tonnellate. Tre quarti di questa somma provenivano dalla Colombia e dall'Ecuador, che salvarono più di 10 milioni di dollari dall'URSS per le loro banane.

Ma questa notevole crescita semplicemente non ha tenuto il passo con i crescenti bisogni dei cittadini sovietici. I problemi logistici in un grande paese continentale furono imposti alla situazione - quando a Mosca c'erano lunghe code dietro le banane dall'Ecuador, a Vladivostok le banane vietnamite giacevano libere sugli scaffali dei negozi. Allo stesso tempo, in tutta l'Unione Sovietica, un chilogrammo di banane costava 1 rublo 10 kopecks.

Banane e perestrojka

Teoricamente, l'URSS potrebbe facilmente risolvere il problema di un deficit di banane investendo nella creazione di un'infrastruttura logistica adeguata. Ma l'Unione Sovietica cercava sempre di risparmiare valuta, e le prime persone del paese - Breznev, Kosygin, Andropov - erano persone di un'epoca completamente diversa, i cui gusti si formarono molto prima della seconda guerra mondiale. Semplicemente non capivano la necessità di banane, tanto più che le statistiche dimostrarono chiaramente un forte aumento delle importazioni di banane.

Il picco dell'approvvigionamento centralizzato sovietico di banane arrivò nel 1985. Già nella seconda metà degli anni '80 le importazioni di banane sono diminuite leggermente a causa delle difficoltà con le valute: nel 1990, l'URSS ha acquistato solo 68mila tonnellate di banane.

Nell'autunno del 1991, il comitato doganale dell'URSS "al fine di migliorare la fornitura di cibo alla popolazione" esentava un'intera gamma di merci, comprese le banane, dai dazi doganali e dalla tassa all'importazione. L'era dello stato di monopolio delle banane è finita.

È curioso che nelle raccolte statistiche della Federazione Russa i dati ufficiali sull'importazione di banane per il 1992-1994 non siano semplicemente disponibili. Ma già nel 1995, 503.000 tonnellate di banane del valore di 261 milioni di dollari arrivarono sul territorio della Federazione Russa. Questo aumento delle importazioni di banane di quasi un ordine di grandezza rispetto ai tempi sovietici è stato fornito dalle tre più grandi società di frutta del mondo: Dole Food Company, Del Monte Foods e Chiquita Brands International. Tutte queste compagnie transnazionali furono fondate negli Stati Uniti nel 19 ° secolo; Dole è il maggiore fornitore mondiale di frutta e Chiquita è l'erede diretta della famosa United Fruit Company, grazie alla quale il termine "repubblica delle banane" è apparso in America Latina all'inizio del XX secolo.

Per diversi anni, i giganti della frutta portarono grandi quantità di banane in Russia e le vendettero alla rinfusa ai commercianti locali. Ma dopo la crisi finanziaria del 1998, i principali attori internazionali hanno perso interesse nel mercato russo delle banane. Inoltre, grazie al basso prezzo sovietico che era stato stabilito nel corso dei decenni e familiare al compratore, anche negli anni '90, le banane nella Federazione Russa erano notevolmente meno care che negli Stati Uniti o in Europa. Se in Occidente un chilogrammo di banane costa qualche dollaro, poi in URSS e nella Russia moderna un chilogrammo di banane costa sempre circa $ 1,5.

Ad ogni modo, all'inizio del XXI secolo, le importazioni di banane della Russia erano già controllate da diverse società private fondate da mercanti russi a metà degli anni '90.

Oligopolio di banana verde

Per quasi un decennio - dalla crisi del 1998 alla crisi del 2008 - oltre l'80% del mercato russo delle banane è stato condiviso da tre società registrate nella Federazione Russa: ZAO Jay Ef Sy, LLC Sunway Group e Sorus Capital. In realtà, ciascuno dei tre membri dell'oligopolio di banane era un conglomerato di entità legali di proprietà di società offshore, che a loro volta appartenevano a cittadini della Federazione Russa: Vladimir Abramovich Kehman, Shalmi Donovich Benyaminov e Valery Vyacheslavovich Linetsky.

Il JFK di Kehman controllava quasi un terzo del mercato delle banane, il Sunway di Benyaminov poco meno di un terzo e il Sorus di Linetsky - un quinto. Oltre l'80% delle banane consumate in Russia erano di origine ecuadoriana e importate nel paese attraverso il porto di San Pietroburgo. Le banane rappresentavano quasi un terzo del mercato russo della frutta. Nel 2005, 815.000 tonnellate di banane furono importate in Russia - esattamente un ordine di grandezza più dell'intera Unione Sovietica consumata nel 1985 al picco delle importazioni di banane sovietiche. Ma se quelle sovietiche 80 mila tonnellate costavano al paese circa 20 milioni di dollari, allora l'acquisto di banane nel 2005 ha richiesto oltre 700 milioni di dollari.

Nel 21 ° secolo, una banana è stata registrata negli scaffali dei mercati russi e nei negozi come la frutta tropicale più comune ed economica. Poche persone sanno che la banana moderna naviga in Russia verde come i suoi fratelli sotto Breznev. solo

Ora le banane verdi vengono sottoposte a una procedura di "gasazione" prima di essere messe in vendita, quando il frutto in una camera speciale viene trattato per un giorno con una miscela di azoto ed etilene. Tale maturazione forzata è al 100% di banane -

è economicamente non redditizio aspettare che il frutto acquisisca un colore giallo naturale, né ai grossisti né ai dettaglianti.

JF Group è diventata la prima compagnia russa ad acquistare non solo banane, ma intere piantagioni di banane in Ecuador e Costa Rica. L'acquisto è iniziato nel 2004 con un ridicolo $ 4,000 per ettaro, e per diversi anni, grazie all'arrivo della capitale russa, i prezzi delle piantagioni di banane dell'Ecuador sono aumentati di sei volte.

Due membri su tre del primo oligopolio di banane della Russia non sono sopravvissuti alla crisi del 2008. Sebbene il mercato dei frutti importati sia diminuito solo del 6% (prima era cresciuto almeno del 15% all'anno), i prestiti imprudenti e la svalutazione del rublo hanno portato Sorus e Sunway a richieste di bancarotta.

Rimanendo a galla in una crisi, il Gruppo JF Group per diversi anni ha occupato quasi il 40% del mercato delle banane in Russia.

Nell'ottobre 2011, il "re delle banane" russo Vladimir Kekhman è persino volato in Venezuela per negoziare con Hugo Chavez come parte della delegazione di Igor Sechin.

A seguito dell'incontro, è apparso un decreto presidenziale sulla creazione di una compagnia statale di banane, il 49% del capitale azionario è andato alla parte russa nella persona di Kehman. Chavez ha promesso di stanziare 15 mila ettari per le piantagioni di banane in Russia. Ma l'ambizioso progetto non era destinato a diventare realtà: nel 2012 Chavez crollò di cancro e le procedure fallimentari contro le compagnie dell'ex "re delle banane" della Russia Kekhman furono processate dai tribunali di Londra e San Pietroburgo.

Le ragioni economiche della bancarotta erano tutti gli stessi prestiti e, stranamente a prima vista, la "primavera araba". I paesi del Mediterraneo meridionale hanno consumato quasi un terzo delle banane latinoamericane, ma una serie di crisi politiche dalla Tunisia alla Siria ha ridotto drasticamente la domanda di frutta nella regione. Le banane in eccesso hanno fatto crollare i prezzi in Russia e, di conseguenza, JF ha iniziato a riscontrare problemi nel servizio dei prestiti.

È significativo che i fallimenti di tutti e tre i membri del primo oligopolio di banane siano stati accompagnati da un intero treno di casi criminali. Se, sotto Stalin, il "business delle banane" non è mai iniziato, nella Russia moderna ce ne sono ora parecchi.

Ma tutti i conflitti economici e legali non fermano il business delle banane. Solo nei primi 8 mesi del 2012 sono state importate nella Federazione russa quasi 830 mila tonnellate di banane per un importo di quasi 19 miliardi di rubli. La banana è il quinto più grande consumo di frutta nella Russia moderna dopo mele, pere, mandarini e arance.

Nell'attuale 2013, il volume delle importazioni di banane supererà chiaramente il milione di tonnellate. Il mercato delle banane in Russia è condiviso da nuovi giocatori - Banex Group (fornisce banane ecuadoriane con il marchio Prima Donna), Thunder (importa banane in particolare per la più grande catena di negozi Magnit), la società ecuadoriana Palmar, St. Petersburg "Ahmed Fruit" e un certo numero di altre società.

Dove crescono le banane?

Ci sono poche persone a cui non piacciono le banane. Questo dolce frutto d'oltreoceano è sugli scaffali dei nostri supermercati tutto l'anno, poiché spie abbastanza rapidamente e durante l'anno ci sono molti di questi cicli. Scopriamo dove crescono le banane e come vengono coltivate.

In quali paesi crescono le banane?

I frutti dell'ex Unione Sovietica ora provengono principalmente dall'Ecuador, mentre in precedenza erano stati portati da Cuba, un'isola nazione amichevole. Quindi la risposta alla domanda su che tipo di zona naturale cresce una banana è ovvia: la coltivano nei tropici, dove il clima è piuttosto caldo e umido.

Ma non solo questi stati sono produttori e fornitori di banane al mercato mondiale. Inoltre, questi includono alcuni stati africani, così come l'America Latina (Brasile, Venezuela, Colombia, Repubblica Dominicana, Panama).

Ma la maggior parte di tutte le banane sono coltivate dall'India e dalla Cina, ed è qui che il luogo di nascita delle banane, qui sono apparsi prima di tutto. Ma non tutti vengono esportati, ma servono di più per il consumo personale della popolazione di questi paesi. Le banane dall'Asia non sono così facili da trovare in vendita nel mercato europeo.

Per quanto possa sembrare strano, le banane vengono coltivate anche nelle isole scandinave, in particolare in Islanda. Com'è possibile in un clima così scomodo con un minimo di giornate di sole e una temperatura sufficientemente fresca?

Tutto è semplice: le banane crescono in enormi serre, dove ci sono tutte le condizioni per la loro maturazione: luce brillante, alta umidità e temperatura. Le banane furono importate in Islanda negli anni '30 e col passare del tempo divennero una delle destinazioni di esportazione del paese.

Le banane crescono in Russia?

A causa del clima rigido della maggior parte della Federazione Russa, la coltivazione delle banane è impossibile qui. Ma questo vale solo per la coltivazione all'aperto. Ma in una serra, è abbastanza reale, e alcuni dilettanti per il divertimento sono impegnati nella coltivazione di questo frutto d'oltremare e hanno un risultato eccellente.

A Sochi, Anapa e Gelendzhik, puoi anche trovare questa pianta, ma non in una serra, ma sotto il cielo aperto. Il vero frutto aspetta qui non esce - non hanno il tempo di maturare. Quindi le banane crescono qui solo sotto forma di decorazioni per l'abbellimento del sito.

Le banane crescono sulle palme?

Spesso nei cartoni mostrano come le banane vengono strappate da alte palme, sormontate da grappoli e con una corona verde in cima. Ma si scopre che questi frutti non crescono sugli alberi.

Si scopre che una banana cresce sull'erba. Sì, sì, è una pianta erbacea, ma non nel solito senso della parola. Quest'erba è semplicemente enorme, raggiunge i 15 metri di altezza e la larghezza della foglia è di circa un metro. Questi sono i giganti che crescono nei tropici.

Stelo in quanto tale, la pianta non ha, è composta da foglie, che si affrettano verso l'alto e si raccolgono saldamente le talee. Un fiore, da cui uscirà solo una banana in seguito, e quando fiorirà, un enorme grappolo di 60 o più banane si forma al suo posto, che sono strettamente attaccate alla base.

raccolta

Non appena il mazzo cresce, viene imballato in una borsa di tela o di cellophane in modo che i pipistrelli e gli insetti di grandi dimensioni non lo danneggino. La maturazione dura 11 settimane e durante questo periodo i frutti hanno abbastanza tempo per aumentare di dimensioni, ma non ancora diventano gialli. Questo accadrà più tardi, sulla strada per il consumatore.

Quando le banane sono pronte per la raccolta, i lavoratori, e lavorano disgustati, installano una specie di trasportatore nella piantagione. Dopo questo, si piega il tronco con i frutti e un'ascia affilata taglia un mazzo.

In questo momento, il compito del secondo lavoratore è quello di prevenire le lesioni al gruppo - deve semplicemente prenderlo. Dopo di ciò, i sacchi di grappoli di banane vengono appesi ai ganci e trasportati su un cavo fino al luogo di lavaggio, disinfezione e imballaggio.

Banane in Russia. Storia e modernità

Hai mai pensato a quando le banane sono apparse per la prima volta in Russia? Sono stato qui l'altro giorno, improvvisamente, a causa di nulla da fare, ho partecipato a questo problema e, prima di cercare informazioni su questo argomento, ho deciso di iniziare a pensare a questo argomento, ad esempio, trarre le mie conclusioni logiche e confrontarle con i dati reali.

Quindi, il primo pensiero che mi è venuto in mente: le banane in Russia non crescono, significa che sono venute da noi dall'estero. E per quanto ne so, il paese più vicino che importa banane si trova a mille chilometri dai confini meridionali della Russia. Secondo pensiero: è chiaro che le banane sono frutti molto capricciosi e il loro trasporto può essere effettuato solo il più rapidamente possibile e soggetto al regime di temperatura. Come ho già detto in altri articoli di questo sito, le banane sono le migliori e le più lunghe conservate a 14 gradi Celsius. In queste condizioni, sembrano cadere in anabiosi: quasi cessano di maturare e, di conseguenza, si deteriorano molto più lentamente. In generale, anche senza fonti aggiuntive, mi è apparso chiaro che le banane apparivano in Russia chiaramente non nell'antichità, non nel Medioevo e nemmeno nei tempi moderni, ma già alla svolta della storia moderna - solo alla fine del XIX secolo.

Solo alla fine del secolo scorso, i paesi europei avevano le prime navi marittime dotate di frigoriferi. Erano loro a portare ancora banane sconosciute lì in Europa e in Russia. All'inizio del XX secolo, questo frutto tropicale era esotico non solo per il russo medio, ma anche per la nobiltà. Ananas in questo periodo erano conosciuti e molto più popolari. Questo può essere rintracciato almeno dal numero di riferimenti a ananas in versi e prosa di quel tempo. Tuttavia, già in questo momento 100.000 tonnellate di banane sono state importate nel paese ogni anno.

Inutile dire che durante gli anni della prima guerra mondiale, due rivoluzioni che seguirono la guerra civile e il comunismo militare, la Russia non aveva tempo per le banane. Durante questo periodo, l'importazione di frutta esotica è stata completamente interrotta. Ma negli anni della NEP, le banane sono apparse di nuovo in vendita. Tuttavia, anche allora erano disponibili solo per i pochi eletti - solo i clienti abituali dei ristoranti più costosi e negozi di valuta estera potevano gustare i dolci frutti gialli.

La prima grande serie di banane nell'Unione Sovietica fu acquistata prima dell'inizio della Grande Guerra Patriottica - nel 1938. Poi gli abitanti di Mosca, Kiev e altre importanti città del paese hanno fatto conoscenza con l'insolito frutto meridionale. I giornali dell'epoca scrissero che, ad esempio, in Ucraina, le banane non erano mai state viste prima per più di 25 anni.

È chiaro che durante gli anni della seconda guerra mondiale, il paese sovietico (e non solo esso) non ha avuto tempo per l'esotismo alimentare. Tuttavia, già un anno dopo la fine della Grande Guerra Patriottica, le banane apparvero nuovamente in vendita nelle capitali delle repubbliche dell'Unione. Anastas Mikoyan, il commissario popolare del commercio estero in quegli anni, ricordava che a Stalin piacevano le banane e che era il capo delle nazioni che ordinava loro di essere acquistati su una scala più o meno grande per i cittadini dell'URSS. Fu allora che iniziò la storia dell'amore per le banane di una persona sovietica.

Un'importazione veramente massiccia di banane era solo sotto Krusciov. A metà degli anni '50, i frutti tropicali cominciarono ad apparire attivamente non solo nelle grandi città ma anche nelle piccole città, principalmente in Siberia e in Estremo Oriente. Ciò era dovuto non solo alla ripresa economica dopo la guerra, ma anche al fatto che a quel tempo gli stati importatori di banane apparivano nella sfera di influenza dell'Unione Sovietica. In particolare, la Cina e il Vietnam divennero importatori di banane nell'URSS. Ora, i frutti esotici non dovevano più spendere una valuta preziosa - i paesi socialisti li fornivano in pagamento per l'assistenza sovietica (compresa quella militare). In pochi anni le importazioni di banane sono passate da 2 mila a 13 mila.

A partire dagli anni '60, i rapporti tra l'URSS e la RPC si sono deteriorati. A poco a poco, le importazioni di banane dalla Cina scompaiono e il Vietnam diventa il principale fornitore di questi frutti del sud. Ma non per molto. Entro la fine del decennio, lo scoppio della guerra del Vietnam, scatenata dagli Stati Uniti d'America, porta ad una parziale sospensione delle importazioni di banane verso l'Unione Sovietica. Di conseguenza, all'inizio degli anni '70, l'URSS fu quasi completamente privata di banane economiche dagli stati socialisti.

Già Breznev decise di iniziare ad acquistare frutta tropicale in America Latina e in Africa. Durante questo periodo, le banane furono portate nell'URSS dall'Ecuador e dalla Guinea. E dal 1975, quando la guerra del Vietnam finì, l'importazione di banane da questo paese iniziò gradualmente ad aumentare. Ma sorpassando l'Ecuador in termini di volumi di offerta, il Vietnam non potrebbe averne di più.

Negli anni '80, la Colombia apparve per la prima volta tra i fornitori di banane nell'URSS. Verso la metà del decennio, aveva superato il leader, l'Ecuador. Tuttavia, insieme i due paesi hanno fornito il 75% delle importazioni di banane dell'Unione Sovietica. Nel 1985, quando iniziò la ristrutturazione, l'importazione di banane nel nostro paese raggiunse il suo apice. Negli anni successivi, fino al crollo dell'Unione Sovietica, le importazioni di banane sono diminuite gradualmente.

Il costo delle banane nel periodo sovietico in tutto il paese era di 1 rublo 10 kopecks per chilogrammo. Ma la loro disponibilità lasciava molto a desiderare: in Estremo Oriente questi frutti erano quasi sempre in abbondanza, e nella Russia centrale vi erano lunghe file dietro di loro. Durante questo periodo, le banane ancora verdi venivano spesso vendute direttamente nelle strade vicino ai negozi di verdura, un chilogrammo per mano.

La coda per le banane a Mosca nel 1990. Foto da doodoo.ru

Con il crollo dell'Unione Sovietica, le banane nella Federazione Russa furono esentate dalla tassa di importazione e dai dazi doganali. Ha iniziato un forte aumento delle importazioni e dei consumi. In questo momento sul mercato compaiono le tre più grandi multinazionali del mondo che monopolizzano la vendita di frutta: Dole, Del Monte e Chiquita.

Dopo la crisi del 1998, le multinazionali hanno perso interesse nel mercato delle banane in Russia. Ciò è in gran parte dovuto all'abitudine degli acquirenti del periodo sovietico di acquistare banane a basso prezzo. Mentre nei principali paesi occidentali, le banane sono vendute a pochi dollari al chilogrammo, nella Federazione russa i prezzi per questo frutto sono $ 1-1,5. Le compagnie internazionali hanno abbandonato il mercato russo del commercio di banane e le aziende stabilite nel paese hanno preso il loro posto. Alcuni di loro non stavano più solo comprando prodotti finiti, ma anche intere piantagioni di banane - in Costa Rica ed Ecuador. All'inizio del XXI secolo, ciò portò ad un aumento del valore di tali terre di 6 volte.

Nella nuova era, la banana si è rafforzata come la frutta tropicale più economica e popolare sugli scaffali dei negozi. Nel 2013 era il quinto frutto polare dopo mele, pere, mandarini e arance e costava circa 30-40 rubli per chilogrammo. Anche dopo l'introduzione delle sanzioni occidentali e delle "sanzioni anti-sanzioni" nel 2014 e il successivo brusco aumento del tasso di cambio del dollaro, i prezzi delle banane nei negozi russi non hanno superato a lungo i 100 rubli per chilogrammo. Molte grandi catene di vendita al dettaglio si sono rapidamente spostate all'acquisto diretto di banane dai fornitori. Ciò ha permesso loro di ridurre il prezzo nella vendita al dettaglio di un comodo 50-60 rubli.

Nel preparare l'articolo, sono stati usati materiali da Wikipedia e l'edizione di Planet russo.

Import-export: banane

Le banane sono il frutto più popolare al mondo. Da questo è ovvio che la domanda per il tuo prodotto è garantita, ma come trasformare la frutta verde sulla palma in una gustosa offerta per il consumatore?

mercato

Parlare della stabilità del business "banana" non è necessario. Stagionalità e volumi di offerta in continua evoluzione dei concorrenti fanno il loro lavoro. 6 mesi all'anno, il mercato della frutta è pieno di prelibatezze stagionali e la banana passa in secondo piano. Ma con l'inizio del freddo e fino all'inizio dell'estate, i fornitori hanno l'opportunità di recuperare le perdite, perché in questo periodo dell'anno la banana diventa quasi l'unico frutto disponibile per il consumatore generale. Pertanto, a partire da dicembre, i prezzi delle banane crescono notevolmente, e entro una settimana i prezzi per la frutta possono variare nel range del 20-30%. Ma il mercato della domanda sta crescendo costantemente, aggiungendo il 5% all'anno.

Per quanto riguarda i giocatori nel mercato russo, oggi ci sono tre leader coinvolti nella fornitura da molto tempo, e dopo essere riusciti a conquistare le posizioni dominanti, questi sono JFC (Bonanza), Banex Group (Prima-Donna) e Thunder (catena di supermercati Magnit). La loro esperienza e volumi di offerta provocano una concorrenza piuttosto dura nel mercato delle banane.

In media, secondo gli esperti, "portare" un contenitore del frutto preferito di tutti, tenendo conto dell'acquisto di "materie prime" verdi, del suo trasporto e portando allo stato del prodotto finito, costa circa $ 20.000, guadagnando circa $ 30.000. Ma i rischi di "non vendere" sono piuttosto alti, poiché le date di implementazione sono calcolate dal numero di dita di una mano.

fornitori

Ad oggi, il 90% delle vendite di banane in tutto il mondo viene effettuato da sole 5 compagnie: americana: Chiquita, Dole; Del Monte - Cileno, Fyffes - Irlandese e Noboa (o "Bonita") - Ecuador. Ma la consegna in Russia dalla maggior parte di questi paesi sarà troppo costosa, il che influenzerà senza dubbio il costo delle merci, quindi, ha senso cercare i produttori più vicini geograficamente. Da questo punto di vista, i fornitori dalla Cina e dall'India sono i più vantaggiosi per la cooperazione. Inoltre, i leader del numero di prodotti importati in Russia sono: Costa Rica, Filippine, Colombia ed Ecuador.

La compagnia indiana Naushie Exports propone di acquistare banane in lotti minimi di 1.540 scatole del valore di $ 3 per scatola (circa 13,5 kg), cioè l'ordine minimo dovrebbe essere $ 4.620, questo, corretto per il tasso di circa 150.000 rubli.

Produttore cinese Xinfeng Tianye Agriculture Development Co., Ltd. Trasporta banane fresche in quantità minime di 25 tonnellate ad un costo di una tonnellata da $ 300 a $ 500. Di conseguenza, l'importo minimo dell'ordine sarà di $ 10.000 (circa 320.000 rubli).

Come contattare?

Per la comunicazione con i fornitori, ci sono portali Internet specializzati. Uno dei più riusciti e famosi è il portale alibaba.com. Usando la navigazione facile da usare, sul sito è possibile selezionare la categoria di prodotto desiderata, quindi il prodotto stesso, rivedere le offerte dei fornitori e contattarli lì. Inoltre, i fornitori pubblicano i loro dati: indirizzi aziendali, numeri di telefono, così da poter stabilire un contatto diretto.

La procedura di arrangiamento, in questo caso, si definisce già direttamente con il fornitore.

documentazione

Per un'azienda legata all'importazione di beni in Russia, l'ottimale è la produzione e la forma organizzativa di LLC. Pertanto, prima di contattare i fornitori, è necessario registrarsi legalmente. Le attività per l'importazione di verdura, frutta e prodotti alimentari, in conformità con la legislazione della Federazione Russa e l'Elenco delle merci importate autorizzate, non sono soggette a licenza.

I frutti importati nel paese sono soggetti a dichiarazione obbligatoria e certificazione in conformità con il decreto del governo della Federazione Russa del 1 ° dicembre 2009 n. 982. La dichiarazione conferma la conformità delle merci importate con gli standard statali richiesti e il certificato conferma la conformità agli standard di sicurezza richiesti.

Riceverai una dichiarazione ogni volta che importi una spedizione di merci. La dichiarazione è rilasciata solo ai residenti della Federazione Russa, pertanto, il richiedente una dichiarazione può essere un produttore russo, o un rappresentante russo di un fornitore straniero ufficialmente registrato nella Federazione russa, o un importatore o venditore registrato nel paese.

Il costo per ottenere una dichiarazione di conformità è in media 15.000 rubli. Il costo della certificazione per ogni lotto sarà di circa 7.500 rubli.

È importante notare che i volumi del prodotto consegnato non sono limitati dalla legislazione della Federazione Russa.

Dazi doganali e tasse

Le merci importate nel paese, tenendo conto del costo della consegna alla frontiera della Federazione russa, sono soggette ad un dazio doganale del 20%. Inoltre, l'imposta sul valore aggiunto (IVA) del 18% è imposto sull'importo del costo delle merci + dazio doganale.

L'attività di negoziazione obbliga un imprenditore a effettuare i seguenti pagamenti fiscali: imposta sul reddito per l'importo del 20% del reddito, differenza IVA, pagamento di fondi assicurativi alla Cassa pensione, Fondo di previdenza sociale della Federazione Russa e fondi di assicurazione medica obbligatoria nella misura del 34% e imposta sul reddito personale in l'importo del 13%.

mezzi di trasporto

Per il trasporto e la logistica occorrono, in media, 4-5 mesi. Di norma, dal paese di origine le banane vengono spedite via mare su una nave in frigorifero. Il costo di tale trasporto, ad esempio dalla Cina al porto di San Pietroburgo, è di $ 4000 per container per container da 20 piedi e fino a $ 6,000 per container da 40 piedi. Nel momento in cui tali spedizioni richiedono dai 30 ai 45 giorni.

Il trasporto logistico su rotaia è la fase successiva del trasporto. A seconda della distanza della città di destinazione dal porto, il costo di consegna per un container da 20 piedi varia da 50 a 110 mila rubli, per un container da 40 piedi da 70 a 200 mila rubli.

specificità

Stranamente, le banane maturano non su una palma, il che sarebbe logico, ma già disponibile. Il processo è il seguente: le banane vengono raccolte da una palma da grandi grappoli (50-150 frutti) 4 mesi dopo la comparsa dei frutti. A quel tempo, sono ancora abbastanza verdi e un pacco pesa circa 80-90 kg. Dopodiché, vengono lavati, divisi in piccoli fagotti, che vedevamo nei supermercati, e selezionati sulla base di "ciò che sembra migliore degli altri", buttando fuori quei frutti che hanno delle macchie. Quindi sono imballati in scatole protettive fatte di pannelli di fibre di 18 kg ciascuna e distribuite in tutto il mondo in unità di refrigerazione.

Il trasporto di merci è una delle fasi più importanti, poiché è durante questo periodo che esiste un rischio elevato che le merci possano deteriorarsi.

Al fine di evitare la maturazione prematura, le banane vengono trasportate nelle stive di navi refrigerate con una temperatura mantenuta di 14 ° C. A terra le merci fanno lo stesso acerbo. Qui è importante preservare le stesse condizioni per i frutti in cui sono stati consegnati al punto di arrivo. Contenitori refrigerati con contenitori speciali vengono in soccorso, in cui le banane devono essere consegnate al magazzino nella stessa temperatura ambiente a 14-14,5 ° C. La cosa principale è consegnare a destinazione il più rapidamente possibile in questa fase, al fine di evitare perdite inutili.

Il mancato rispetto del regime di temperatura anche di un paio di gradi comporta l'emergere e la diffusione di varie malattie nel frutto, quindi l'importanza di questo aspetto non deve essere sottovalutata. Lo stoccaggio, ad esempio, in condizioni con temperature inferiori ai 14 gradi raccomandati, porta alla morte delle singole cellule, il che porta ad un annerimento del frutto. Questo processo dà al frutto un aspetto completamente non commerciabile.

Come puoi far maturare le banane? La maturazione delle banane è ottenuta artificialmente usando l'etilene, che viene immesso nella camera di stoccaggio dai cilindri. La concentrazione di etilene nella camera dovrebbe essere di 1 m3 di etilene per 1000 m3 d'aria. Molti sistemi di etilene forniscono gas ai frutti automaticamente entro 24 ore. Il gas deve fluire al frutto durante il giorno per influenzare efficacemente il frutto, quindi se non si dispone di un sistema di alimentazione automatico, fare attenzione a garantire che le camere siano a tenuta d'aria.

È possibile memorizzare i frutti già maturati nella stessa camera, mantenendo i livelli di temperatura e umidità. A proposito di umidità. Quando si matura la banana, l'umidità relativa nella camera deve essere elevata, poiché i frutti maturati in un ambiente con umidità insufficiente sono più vulnerabili ai danni.

assicurazione

Ai sensi dell'articolo 27 della legge federale "Regolamentazione statale delle attività di commercio estero", l'assicurazione dei rischi commerciali con la partecipazione alle relazioni commerciali estere del paese viene effettuata su base volontaria nell'ambito di contratti assicurativi con assicuratori russi o esteri.

implementazione

Per le banane di marketing, l'opzione migliore è quella di cooperare con grandi supermercati e negozi di alimentari. Ma ci sono alcune sfumature. Se sei impegnato nella fornitura di beni per i supermercati, di norma, il tuo compito è solo quello di organizzare il trasporto delle merci fino al punto di consegna nel magazzino del negozio. Ciò significa che la fase più difficile in cui maturano le banane non ti riguarda, dal momento che alcuni grandi supermercati dispongono già di attrezzature per una corretta conservazione.

È inoltre possibile organizzare un magazzino di frutta per l'implementazione delle feste presso i punti vendita - piccoli negozi e mercati. Questa opzione richiede di avere l'attrezzatura tecnica completa - dai contenitori refrigerati alle celle frigorifere per lo stoccaggio.

Va tenuto presente che sia i grandi che i piccoli dettaglianti preferiscono la qualità rispetto al prezzo. La concorrenza è piuttosto alta, nonostante sia necessario vendere il prodotto molto rapidamente. Pertanto, con una piccola differenza di prezzo, molto probabilmente verrà selezionato il prodotto della migliore qualità, anche se ad un prezzo elevato.

attrezzatura

Come accennato in precedenza, dal paese di origine le banane vengono consegnate nelle stive delle navi refrigerate. Possedere tali, specialmente nella fase iniziale non è necessario. Tutti loro provengono da società di trasporti. Per questa fase del trasporto avrete bisogno di piccoli contenitori in cui la merce sarà imballata. Per le banane ci sono modifiche speciali che tengono conto delle specificità del trasporto. Tali offerte produttore di imballaggi in plastica riutilizzabili, la società UTZ. Il volume di ciascun contenitore è di 20 litri.

La fase successiva del trasporto è il trasporto di banane per ferrovia in contenitori refrigerati dal porto alla città in cui si trova il magazzino. I contenitori possono essere noleggiati, anche da aziende di trasporto, ma c'è un'opzione e l'acquisizione di loro. In termini di dimensioni, i contenitori refrattari sono di tre tipi: 20, 40-ka e 45 piedi, con un volume di 28-30, 66-69 e 76-86 metri cubi, rispettivamente. Fascia di prezzo, a seconda delle dimensioni inizia da 210.000 rubli (società Refkonteyner).

Per la sistemazione della camera di aerazione l'attrezzatura necessaria è:

  • apparecchiature di refrigerazione (unità di compressione, refrigeratori d'aria e condensatori);
  • una camera del termos per gas di banana (pareti del soffitto e porte);
  • sistema di ventilazione;
  • sistema di alimentazione dell'etilene;
  • sistema di umidificazione;
  • dosatore processore di controllo e sistema di monitoraggio e controllo remoto

I principali fornitori di tali apparecchiature in Russia sono la refrigerazione FABS e il gruppo di società Everest.

Il costo approssimativo dell'apparecchiatura dipende dalle dimensioni della fotocamera che viene prodotta.

Il costo di un pannello sandwich (60 mm di spessore) varia da 5.500 euro; l'acquisto di un impianto di refrigerazione durerà fino a 17.000 euro; il sistema di ventilazione forzata costerà tra 1100 e 2200 euro; generatore di etilene (con concentrato) - circa 1700; il costo di un umidificatore nella camera, 5 l / ora. Varia da 3000 a 6000.

Il pannello di controllo della telecamera costa in media 900 - 1050 euro, porte ermetiche isolanti sezionali da 2,8 x 2,6 m - 2600 - 5200 euro, per materiali aggiuntivi (kit di montaggio, cemento, metallo, ecc.) Fino a 2500.

Tenendo conto dei lavori di installazione, il costo della fotocamera finita va da 35.000 a 37.000 euro. C'è anche la pratica di ordinare camere a gas "chiavi in ​​mano".

Ilkevich Daria
(c) www.openbusiness.ru - portale di piani aziendali e manuali

settore auto. Calcolo rapido della redditività dell'impresa in questo settore

Calcola il profitto, il recupero, la redditività di qualsiasi attività in 10 secondi.

Inserisci gli allegati iniziali
ulteriormente

Per iniziare il calcolo, inserire il capitale iniziale, fare clic sul pulsante successivo e seguire le ulteriori istruzioni.

Profitto netto (al mese):

Vuoi fare un calcolo finanziario dettagliato per un business plan? Utilizza la nostra app Android gratuita per le aziende su Google Play o ordina un piano aziendale professionale al nostro esperto in pianificazione aziendale.

In quali paesi crescono le banane, come si moltiplicano e qual è il loro ciclo vitale in natura?

Chi di noi non ha mangiato le banane? Questo frutto è molto popolare in tutto il mondo grazie al suo gusto meraviglioso. È usato sia in forma fresca, sia come parte di vari piatti e insalate. Allo stesso tempo, la domanda di banane cresce ogni anno, così come la loro produzione. Tuttavia, ti sei mai chiesto come crescono le banane, in quali paesi vengono prodotte di più? Su cosa stanno crescendo le banane? E in generale, quali sono questi doni della natura?

Di seguito sono riportate le risposte a queste domande e molte altre informazioni interessanti e utili.

Cos'è una banana in termini di botanica?

È stato a lungo uno stereotipo tra i cittadini che le banane crescono su palme e in natura. Ma questo non è completamente vero.

Può sembrare strano, ma da un punto di vista scientifico, una banana - una pianta perenne, ei suoi frutti - bacche pelle spessa e privati ​​dei semi.

Immediatamente sorge la domanda: dove sono questi semi? Il fatto è che si trovano in frutti selvatici di forma ovale e che necessitano di pulizia. E quei frutti che vengono venduti sugli scaffali dei supermercati sono il prodotto del lavoro degli allevatori, la forma culturale di questa bacca creata da loro. In totale, ci sono più di 40 specie e 500 varietà di banane (il nome latino è Musa).

Le varietà di banane coltivate più comuni sono:

  • Dito delle donne;
  • Gro Michel;
  • Pigmeo Cavendish;
  • Giant Cavendish;
  • Lakatan;
  • Valerie;
  • Robusta;
  • Mysore.

Le varietà commestibili sono divise in 2 grandi gruppi. Il primo è banane con frutta dolce da mangiare crudo. Il secondo gruppo comprende i piantatori, che producono frutti amidacei per la successiva cottura.

Bush con banane verdi

Una banana ha una struttura caratteristica per le piante erbacee, vale a dire: radici potenti e un gambo con foglie, da 6 a 20 pezzi. Questa è la seconda erba più alta del mondo (dopo il bambù).

Cresci su un albero o no?

Su quale albero crescono le banane? Buona domanda Dopotutto, se guardi dall'esterno, sembra che sia come una banana. Tuttavia, come già accennato, la pianta stessa - erbacea, vale a dire, non è un albero, anche se cresce fino a 8 metri (più alti di molti alberi). Il diametro dello stelo raggiunge i 40 cm.

Le foglie di banana, che crescono da un breve stelo tuberoso (situato nel sottosuolo), formano uno stelo visibile o falso.

L'apparato radicale della pianta si approfondisce di 1,5 m, mentre si estende per 4,5-5 m ai lati, come la maggior parte delle erbe. Le foglie sono sovrapposte l'una sull'altra, una caratteristica della loro struttura è una grande vena longitudinale, che passa attraverso il centro. Foglia di colore dipende dalla varietà, possono essere completamente verde, hanno una scure macchie marrone e anche essere bi-color: top - verde, e la parte inferiore - cremisi.

Le banane crescono in grappoli, il loro numero può raggiungere fino a 100 pezzi. La massima produttività si osserva ad alta umidità, sebbene possa portare allo sviluppo di malattie fungine. Anche molto importante è la presenza di luce solare.

Ciclo di vita in natura

Il ciclo di vita di una banana è tipico delle piante erbacee: lo sviluppo di una falsa radice, la fioritura, la fruttificazione e la morte delle foglie.

Dopo la comparsa dei primi processi (con la riproduzione dei semi), inizia lo sviluppo rapido. In natura, le banane crescono molto rapidamente - in soli 9-10 mesi, i loro falsi steli raggiungono un'altezza di 8 m. A questa età, il periodo riproduttivo (fase) inizia nella vita della pianta. Una caratteristica di questo stadio è la cessazione della formazione e la crescita di nuove foglie.

Invece di loro, uno stelo fiorito inizia a svilupparsi all'interno della falsa radice. Dopo 2-3 settimane, si forma una grande infiorescenza sotto forma di gemma viola. Sotto la sua base ci sono le banane, che in futuro saranno i frutti. I fiori più grandi sono femminili, sono in cima. Appena sotto sono bisessuali, e in fondo sono i fiori maschili, sono i più piccoli.

L'impollinazione dei fiori femminili produce:

  • uccelli di nettare;
  • stupido (piccoli animali simili agli scoiattoli);
  • insetti (farfalle, api, vespe);
  • pipistrelli (di notte).

Questi ultimi sono attratti dal particolare odore delle infiorescenze. Mentre si sviluppa, si forma un grappolo di frutti, simile a un pennello con molte dita. Dopo la maturazione, vengono letteralmente attaccati dagli stessi animali e uccelli attraverso i quali si è verificata l'impollinazione.

Quando la fruttificazione è completata, la falsa radice muore, dopo di che la nuova inizia a crescere.

Come moltiplicare?

Ci sono 2 modi per coltivare le banane:

  • usando i semi;
  • metodo vegetativo.

La riproduzione vegetativa è un metodo più veloce e più affidabile del seme. Dal punto di vista biologico, il processo è il seguente: dopo che la pianta ha portato frutti, la sua parte di terra si spegne e la radice cresce di lato, creando nuovi cespugli.

Le banane sono propagate dalla prole e parti del rizoma (rizoma). La progenie più salvabile e produttiva si forma durante la fruttificazione della pianta madre, durante questo periodo hanno il massimo apporto di nutrienti. Per quanto riguarda la semina con un rizoma, è meglio usare segmenti che pesano da 1,5 a 2 kg di rizomi interi scavati da vecchie piantagioni

L'atterraggio è fatto meglio all'inizio della stagione delle piogge.

In natura, le banane si moltiplicano con l'aiuto di semi che si trovano all'interno del frutto. Allo stesso tempo, il frutto della banana selvatica è immangiabile. Può contenere da 50 a 100 semi, a volte il loro numero raggiunge 200. I semi germinano dopo che cadono nel terreno (ad esempio, quando cade un frutto maturo). Ci vuole tempo perché sono coperti da una pelle spessa. Dopo circa 2 mesi, apparirà un'appendice verde e la pianta inizierà a svilupparsi.

A causa della riproduzione vegetativa, le varietà coltivate di banane non rinnovano il loro pool genetico, per cui resistono debolmente alle malattie fungine.

Terreno con un alto contenuto di humus e buon drenaggio è più adatto per la crescita sulle piantagioni. Se il drenaggio è cattivo, aumenta il rischio di danni causati dallo stesso fungo. Per mantenere alti rendimenti, è preferibile utilizzare concimi di potassio e azoto.

In quali paesi crescono?

La banana è una delle più antiche piante coltivate dall'uomo. Come stabilito dallo scienziato russo Nikolai Ivanovich Vavilov durante i suoi molti anni di ricerca, la sua terra d'origine è il sud-est asiatico e l'arcipelago malese. In questa sezione, guardiamo a dove cresce la banana e in quali paesi viene prodotta di più.

In quali paesi coltivano banane? Al giorno d'oggi, sono cresciuti in almeno 107 paesi in Asia, America Latina e Africa, che hanno un clima umido e tropicale. È usato come:

  • prodotto alimentare (fresco ed essiccato);
  • una base per produrre birra e vino di banana;
  • materie prime per la produzione di fibre;
  • pianta ornamentale.

Certo, lo scopo principale del frutto della banana - mangiare. Il leader nel consumo di questi frutti pro capite è un piccolo paese africano del Burundi - qui ogni cittadino mangia quasi 190 kg all'anno. Seguono Samoa (85 kg), Comore (quasi 79 kg) ed Ecuador (73,8 kg). È chiaro che in questi paesi questa cultura è uno degli alimenti principali. Per fare un confronto: ogni russo consuma in media ogni anno poco più di 7 kg di banane.

La cultura delle banane occupa il 4 ° posto nel mondo tra le piante coltivate, dopo riso, grano e mais. Non ultimo, questo è dovuto al suo alto contenuto calorico - 91 kcal per 100 g di prodotto, che è superiore a, per esempio, nelle patate (83 kcal per 100 g). L'unico lato negativo è quanto cresce una banana. Dopotutto, prima che inizi la fioritura, è necessario attendere 8 o più mesi affinché la pianta stessa possa maturare.

L'esportazione di banane, che divenne possibile con l'avvento della refrigerazione all'inizio del 20 ° secolo, si è trasformata in un business altamente redditizio nel tempo e rimane così ai nostri giorni.

L'elenco dei leader nella produzione di banane per il 2013 (in milioni di tonnellate) si presenta così:

Dovresti rispondere immediatamente alla domanda comune "Le banane crescono in Africa?". Come già notato, crescono in paesi tropicali e umidi, quindi sì. Tuttavia, non ce ne sono così tanti qui, come nei paesi dell'Asia e dell'America Latina - leader nel continente africano, in Tanzania, e nel 2013 ha prodotto 2,5 milioni di tonnellate.

Video utile

Le banane in Russia hanno da tempo cessato di essere esotiche, ma dove e come questi frutti crescono, non molti sanno. Nel frattempo, le banane non sono solo frutti dolci, ma anche gambi utili e bellissimi fiori ornamentali:

conclusione

Sopra, abbiamo esaminato come crescono le banane e dove, oltre a alcune caratteristiche della loro struttura e sviluppo. Riassumiamo i risultati principali:

  1. La banana non è solo frutti gustosi, ma anche una pianta interessante. È erboso, sebbene la dimensione di questa "erba" sia fuorviante, dando origine al mito che le banane crescono sugli alberi.
  2. Le varietà domestiche possono solo moltiplicarsi con l'aiuto di una persona, ma hanno notevoli caratteristiche gustative e sono prive di semi all'interno del frutto.
  3. Il valore della cultura delle banane per l'umanità non può essere sopravvalutato: in molti paesi, la banana è stata tradizionalmente uno degli alimenti principali, così come i principali prodotti di esportazione. Pertanto, gli stati in cui le banane crescono aumentano costantemente i loro volumi di produzione. Ciò significa che il valore di questa cultura in futuro non farà che aumentare.
Top