logo

Nel caso antico di volta in volta accadono eventi, quasi incredibili. L'anno scorso, Sotheby's ha venduto per $ 2,2 milioni una ciotola di porcellana cinese bianca, acquistata per $ 3 in un mercatino delle pulci.

Mentre gli esperti di Sotheby's non si accorgevano di questo vaso, il proprietario non sapeva nemmeno quale tesoro fosse nelle sue mani (vedi Sotheby's Auction House Success Story). E a Londra, la statuetta, comprata in un mercatino delle pulci per 80 dollari, si rivelò essere opera dell'insegnante Leonardo da Vinci. Il suo prezzo di offerta è aumentato a $ 3 milioni.

Tali sorprese si verificano raramente e diventano sensazioni. Ma è proprio la possibilità di una tale fortuna che rende gli oggetti d'antiquariato attraenti agli occhi di molti uomini d'affari novizi. Nel frattempo, l'antico commercio è impossibile senza gravi investimenti finanziari e solide conoscenze. I veri antiquari considerano le loro "Antichità" non un affare, ma uno stile di vita.

La vendita di oggetti di antiquariato in Russia è attualmente molto rilevante. La domanda è per mobili, utensili, piatti, monete, gioielli, giocattoli e tutto ciò che può essere considerato l'antiquariato in generale. L'interesse per le cose vecchie cresce ogni anno.

In termini di redditività, il commercio di oggetti d'antiquariato occupa il terzo posto dopo la vendita di diamanti e prodotti petroliferi, ei prezzi degli oggetti d'antiquariato aumentano ogni anno. Questo ci permette di sperare che l'attività nell'antiquariato sia certamente promettente.

Le difficoltà nell'aprire un negozio di antiquariato sono associate a grandi investimenti di capitale, ma il piano aziendale è piuttosto semplice. Gli esperti ritengono che il periodo di ammortamento dei negozi di antiquariato inizi con il secondo o il terzo anno di lavoro e la formazione di una base di clienti sufficiente.

Il principio del business antico è semplice: acquistare più economico e vendere più costoso. Ma per comprare, hai bisogno di un capitale iniziale, il tuo o preso in prestito. Questa circostanza costringe la maggior parte di tali negozi a lavorare su commissione dal 20 al 25%.

Inoltre, gli antiquari, di regola, preferiscono i beni acquistati con denaro preso in prestito per essere rivenduti immediatamente. Gli acquisti pagati con la propria tasca possono essere salvati fino a tempi migliori quando le cose si fanno più costose. Si ritiene che un antiquario di successo ogni anno si arricchisca del 20%.

Un'altra caratteristica degli antiquari è che amano i momenti di crisi. La domanda per i loro beni in tempi difficili è notevolmente diminuita, ma aumenta la possibilità di acquistare oggetti di valore o addirittura unici a prezzi convenienti.

Gerarchia nell'ambiente degli antiquari

Nell'affare antico c'è una chiara distribuzione delle responsabilità, in cui ognuno è responsabile di una certa parte del lavoro:

1. Acquirenti. Acquisire oggetti d'antiquariato dal pubblico. Campo di attività: mercati delle pulci, villaggi, contatti personali. Avendo comprato oggetti di interesse economico, i compratori li rivendono ad antiquari o privati. Il compito principale dell'assemblea è quello di acquistare le cose nel modo più economico possibile.

2. Perito. Valuta i prodotti in base all'origine, alla storia e al prezzo. I servizi di un perito qualificato sono molto apprezzati. Circa la metà degli oggetti d'antiquariato sono falsi e solo un esperto, che è in grado di distinguere una cosa autentica da un falso, è sempre richiesto.

I periti apprezzano molto la loro reputazione. I veri professionisti di solito si specializzano in un qualsiasi periodo storico o sono impegnati in un determinato gruppo di cose. La valutazione preliminare può essere effettuata su una fotografia e durante l'esame vengono utilizzate attrezzature di laboratorio e reagenti chimici.

3. Antico. Gli Antiquari scelgono una o più aree per la specializzazione: mobili, pittura, armi, libri, monete, sculture e così via. È impossibile capire tutto altrettanto bene. Gli antiquari di successo hanno sempre cercatori di rarità affidabili e periti. Un antiquario può avere il suo negozio di antiquariato o un negozio online, l'essenza del business rimarrà la stessa - per comprare e vendere con un profitto.

Gli antiquari non sono una gastronomia "di corte". L'ingresso in questo business senza la conoscenza di antichi affari è privo di significato. E si può acquisire la conoscenza necessaria solo nella pratica, dopo aver osservato il processo dall'interno.

L'opzione migliore è quella di lavorare nel negozio di antiquariato di qualcuno per diversi anni e ottenere un'esperienza che non è possibile ottenere dai propri libri. Ignoranti nel mondo antico non mettono mai radici. La vera professionalità è l'unica qualità che i collezionisti di antiquariato apprezzeranno.

Dove dovrebbe essere situato il negozio di antiquariato?

Scegliendo un posto per un negozio che vende oggetti d'antiquariato, devi essere particolarmente giudizioso. Il posto giusto è sempre vantaggioso per gli affari. Come in qualsiasi attività commerciale, è preferibile scegliere le aree più trafficate.

Ma nel caso degli affari antichi, le aree più vicine ai musei, nella parte storica della città, dove ci sono molti turisti, non sono lontani dalle sale espositive. È lì che gli intenditori di bellezza sono, che diventeranno i principali clienti di un negozio di antiquariato.

Momenti burocratici

Prima di tutto, è necessario registrarsi presso le autorità fiscali come imprenditore individuale o società a responsabilità limitata. La prima opzione è più semplice, poiché richiede meno sforzo durante la registrazione.

Dopo di ciò, è necessario arruolare l'autorizzazione del servizio sanitario-epidemiologico e l'ispezione antincendio, se si intende costruire una stanza. Se i locali saranno affittati, il dovere di comunicare con SES e i vigili del fuoco saranno assegnati al proprietario.

Acquisto di attrezzature e beni

Affinché un negozio di antiquariato funzioni completamente, è necessario il seguente equipaggiamento:

  • vetrine chiuse
  • tavoli,
  • cremagliere,
  • armadi,
  • registratore di cassa.

Le cose devono essere disposte in modo tale che l'acquirente possa facilmente vederle. Pertanto, la stanza non dovrebbe essere vicino - almeno 50 metri quadrati. Le vetrine sono le migliori per le piccole cose: monete, gioielli, banconote. Sugli scaffali si può comodamente avere souvenir e utensili per la casa.

Gli armadi sono adatti per la conservazione di articoli costosi ed esclusivi. In alcuni negozi di antiquariato è consuetudine conservare una parte delle cose in casseforti o in un magazzino. Naturalmente, il proprietario del negozio ha il diritto di decidere questa domanda a sua discrezione, ma ci sembra che sia meglio quando gli acquirenti possono vedere tutti i prodotti.

Particolare attenzione dovrebbe essere data al design degli interni, che dovrebbe creare uno stato d'animo appropriato. Ci sembra che la situazione non dovrebbe essere troppo moderna, è meglio, al contrario, invecchiare un po 'le cose in modo che l'antiquariato abbia un aspetto organico.

Una componente importante del successo è la base di clienti, che garantirà l'acquisto di oggetti d'antiquariato. Si consiglia di acquistare solo articoli che sono in domanda affidabile. Se riesci a introdurre qualcosa di insolito nella tua gamma di prodotti, il prezzo per tale prodotto potrebbe essere leggermente gonfiato. In altri casi, provare a fissare i prezzi, leggermente inferiori a quelli dei concorrenti. Mobili antichi, monete e gioielli vendono bene, ma sono necessari fondi sufficienti per acquistarli.

Reclutamento del personale

Se il negozio è piccolo, per il suo servizio è sufficiente 1-2 persone. Per aumentare i profitti, è utile invitare un consulente in grado di descrivere abilmente i prodotti e suggerire dove è possibile acquistare o vendere qualsiasi pezzo di antiquariato. I servizi di consulenza dovrebbero essere pagati.

Tutti gli oggetti destinati alla vendita devono avere una presentazione. Se prevedi di vendere gioielli e pietre preziose, avrai bisogno di una licenza e di una registrazione. Il venditore deve essere un professionista nell'antiquariato, in modo da non prendere i falsi.

Costi e entrate

L'organizzazione di un negozio di antiquariato richiede un capitale iniziale significativo. Ma se hai intenzione di aprire un piccolo negozio di circa 10 metri quadrati. m, puoi incontrare in poche decine di migliaia di rubli. La costruzione del negozio sarà associata a costi molto diversi. Le principali spese saranno relative a:

  • affitto di locali
  • acquisto di attrezzature - le vetrine costano da 5 000 rubli. ciascuno, armadi - da 6 000 sfregati,
  • comunicazione e riparazione;
  • comprare oggetti d'antiquariato;
  • libro paga - da 10 000 rubli.

Specificare l'importo che sarà necessario per portare la stanza in condizioni adeguate e l'acquisizione di cose, lo troviamo difficile. Dipende dai tuoi piani e capacità. A spese considerevoli, va detto che la redditività dei negozi di antiquariato è alta, perché nel tempo questi prodotti diventano solo più costosi.

L'organizzazione di un negozio di antiquariato è vista come un'attività molto promettente, anche se nel primo anno di attività non è generalmente possibile ottenere un profitto. Con sufficiente capitale iniziale e possesso di conoscenze professionali, il commercio è destinato a diventare redditizio.

Mafiosi russi

Sabato 3 novembre 2012

Affari del sangue antico

Succede il sogno americano, probabilmente c'è un sogno europeo. Il classico nuovo sogno russo è quello di abbattere 10-15 valigie di denaro a casa e lasciarlo, stabilendosi all'estero con comodità. Avendo comprato, per esempio, un appartamento a New York per un paio di milioni di dollari. In questo sistema di valori, tutte le persone sono divise in "ventose" e "strumenti", con l'aiuto di cui si realizza un nuovo sogno russo. Ma perché il gasdotto torni a funzionare per così tanto tempo, così sfacciatamente, e persino sotto il naso delle autorità federali, trasformandoli in "strumenti", questo è, secondo noi, anche secondo gli standard della nuova Russia. Il nome di uno dei maggiori mercanti d'arte metropolitani, Alexander Khochinsky, che ha lavorato sotto l'insegna del salone "Bogema" di Novy Arbat, è emerso dalla stampa in connessione con il caso sensazionale di Preobrazenskij.

Nell'agosto 2008, il coniuge della Trasfigurazione è stato condannato per frode dal tribunale Tverskoj di Mosca per i proprietari della galleria della Collezione russa a San Pietroburgo. Come stabilito dall'inchiesta e dalla corte, Tatiana e Igor vendettero la falsa foto al collezionista Valery Uzzhin. In precedenza aveva già acquistato più di 30 dipinti da questi concessionari per un totale di $ 10 milioni. Gli intenditori del mercato antiquato avevano dichiarato di aver condannato i "commutatori", ma quello che controllava direttamente la produzione di "falshaks" e li consegnava alle gallerie di San Pietroburgo e Mosca rimaneva lontano dal sistema giudiziario.

Fu allora che la stampa e ha scritto su antiquario Khochinsky. Ora è chiaro che il numero delle vittime delle sue azioni è misurato in decine e l'importo in decine di milioni di dollari. In generale, i fondi sono sufficienti per la realizzazione del nuovo sogno russo in termini di trasferimento a Londra oa New York. I dettagli delle frodi di Khochinsky cominciarono ad essere rivelati alla vigilia della partenza del grande combinatore antico.

Ha iniziato come ladro di templi.

Per portare responsabilità criminali, Alexander Khochinsky, fino ad ora, era gestito solo dal sistema di applicazione della legge sovietica - negli anni '80, il giovane commerciante del mercato dell'antiquariato delle ombre non riuscì a farne il suo strumento. La corruzione non è stata diffusa come adesso. Nel 1986, Khochinsky fu condannato a 9 anni di carcere.

Poi la polizia ha arrestato una banda di 12 persone, che hanno derubato antiquari e templi e poi venduto oggetti di valore rubati. Alexander Yakovlevich Khochinsky parlò subito in due modi: come artigliere degli appartamenti delle vittime e come compratore dei rapiti. Si trattava di centinaia di migliaia di rubli sovietici, cioè, a quel tempo, l'eroe della nostra indagine non era affatto un povero con una scrittura criminale affermata.

In totale, 13 persone e lo stato, che possedeva ufficialmente i templi, sono stati trattati come vittime in questo caso. L'inchiesta era guidata da Arkady Kramarev, un miliziano di Leningrado noto per il suo principio. Negli anni '90 ha diretto la polizia di San Pietroburgo e poi è diventato membro dell'Assemblea legislativa di San Pietroburgo. Secondo l'investigatore, Khochinsky ha evitato durante gli interrogatori e ha confessato solo in quegli episodi in cui era impossibile uscire.

- Khochinsky non ha confessato o non ha detto tutto. Ha ammesso la sua colpevolezza solo dove è stato premuto e ha detto: "Ma non posso ammettere al 100%, devo lasciare almeno il 10% per me stesso", ha detto Arkady Kramarev.

Nicola II nelle zampe di un truffatore

Khochinsky non ha servito i suoi 9 anni, ma è stato rilasciato all'inizio degli anni '90. Prima, fino a 8 anni, il termine fu tagliato dalla Corte Suprema, e poi, quando l'Unione Sovietica iniziò a disintegrarsi, fu rilasciato su parole.

Una delle prime vittime delle azioni di Khochinsky, liberato dalla libertà, fu l'intenditore di antiquariato di San Pietroburgo, Leonid Rubinstein. Il carismatico Alexander Khochinsky riuscì letteralmente a ipnotizzare il collezionista, e accettò di acquistare il dipinto "Ritratto dell'imperatore Nicola II" dai coniugi Kozhevnikov - che accettarono di scambiare un grande ritratto formale per un appartamento a San Pietroburgo. Il fatto che la dimensione della tela di 177 per 297 cm appartiene alla penna del grande artista Ilya Repin, quindi non era noto. Ma il collezionista decise di rischiare e non perse: l'esame della Galleria Tretyakov nel 1995 rivelò che il dipinto era stato dipinto esattamente un secolo fa dal maestro della pittura Repin, e persino è presente come elemento dell'interno nella sua tarda e nota tela "Solenne incontro del Consiglio di Stato il 7 maggio 1901 ".

Khochinsky convinse il nuovo proprietario del dipinto a stipulare un contratto di commissione con la casa d'aste Alfa-Art. Secondo i termini dell'accordo, Khochinsky dovette ritirare una ricompensa di $ 50.000. Ma, usando il suo carisma e la credulità del collezionista di San Pietroburgo, l'antico combinatore chiese al proprietario ai margini di questo contratto di fare un'iscrizione di trasferimento sul trasferimento della proprietà del quadro - altrimenti, in termini di formalità sarà difficile per lui stipulare un contratto con l'acquirente del dipinto.

È accaduto che nel 1996 la pittura di Repin fosse conservata nella Galleria Tretyakov, ma con uno stato incomprensibile. E poi, come dicono testimoni oculari, la tela sarebbe stata venduta ad alcuni clienti per circa 600 mila dollari. Secondo gli osservatori, l'antico combinatore ha ricevuto denaro da questa transazione in SBS-Agro Bank. Tuttavia, di questi, Rubinstein non ha ricevuto nulla e l'acquirente non ha potuto ritirare il dipinto. Subito dopo la transazione, Khochinsky è scomparso ed è stato assente per 81 giorni - come ha dichiarato in seguito in tribunale e alla stampa, presunte persone sconosciute lo hanno rapito e lo hanno tenuto ammanettato alla batteria per tutto questo tempo. Gli aggressori hanno chiesto un riscatto, ma non hanno ottenuto nulla e l'antiquario è stato rilasciato. L'apparizione di Khochinsky dopo una "prigionia" di tre mesi, tuttavia, è stata abbastanza fiorente.

Così Leonid Rubinstein iniziò una causa a lungo termine con Khochinsky, che in tempi diversi e in diversi casi era chiamato rappresentante di una varietà di entità legali e negozi di antiquariato: casa d'aste Alf-Art, salone Boheme, studio legale Prestige e Privest, "Antique-Art-Alliance", gallerie "Intel-Gracia". A proposito, ufficialmente l'antico combinatore non era un po 'dov'era un impiegato o un partecipante. Più spesso, le società che avevano una relazione con lui erano associate al nome del suo partner ("Privest"), Alexander Dobrovinsky, un noto "avvocato per le autorità" nella capitale, o Tatiana Viktorovna Kamyshnikova (Khochinskaya) con la moglie di Khochinsky. Tuttavia, quando il collettore ferito Leonid Rubinstein venne alla conversazione con l'avvocato Dobrovinsky nel pieno dei procedimenti giudiziari, si staccò da Khochinsky. Informando che un personaggio simile è stato sorpreso a rubare ed è stato licenziato senza indennità di licenziamento.

Alla fine del 2000, i dipendenti della Galleria Tretyakov hanno restituito il capolavoro di Repin al suo vero proprietario Rubinstein. Nel 2001, il collezionista vendette il capolavoro di Alrosa per diversi milioni di dollari e lo presentò all'Hermitage. Khochinsky continuò le sue antiche combinazioni.

Bene paga per disegnare copie

Il 26 dicembre 2001, il quotidiano di San Pietroburgo "Di mano in mano" a pagina 69 alla voce 639 "Arte e oggetti da collezione. La domanda "ha pubblicato il seguente annuncio:" Copie di dipinti realizzati dal prof. (olio, grafica, ecc.) con tutte le funzionalità. tecnologia (tela, primer, vernice, ecc.) e la scrittura a mano individuale di un artista in particolare, acquistare costoso in qualsiasi quantità. T. (095) 778-91-26. "

Divertente, giusto? Perché qualcuno dovrebbe comprare copie di dipinti di artisti ben noti? Spiegheremo tutto in un paio di paragrafi. Ma ciò che è importante sapere.

Alexander Y. Khochinsky ha usato questo numero di telefono nel 2001 - almeno, questa serie di numeri era indicata come il contatto principale nella pubblicità del salone Intel Gracia su Novy Arbat 15. In particolare, il modulo pubblicitario Intel Gracia con un telefono simile era pubblicato nell'autunno del 2001 in un numero speciale della rivista russa di gioielliere chiamato ANTIKVARIAT.

È noto che la principale sfortuna del mercato antiquario sono i numerosi falsi e copie che i commercianti danno alla mano come autentici capolavori di artigiani. La maggior parte delle sensazioni presentate al pubblico come opere precedentemente sconosciute di grandi artisti e gioiellieri sono copie moderne di alta qualità.

Ed ecco una traccia che spiega perché Intel Graces potrebbe aver bisogno di master copy-making - una nota "Antiques consumare culturalmente" sull'allora decimo salone di antiquariato di Mosca, pubblicato dal quotidiano Kommersant il 6 marzo 2001: "... Tuttavia, ci sono tra le mostre Antiquarian Salon vera sensazione. Ad esempio, lo straordinario "Vertical Axes" di Ilya Chashnik, il famoso studente di Malevich (Intel Grace Gallery, $ 150.000). Se questo è davvero Chashnikov, il prezzo richiesto è abbastanza ragionevole per un lavoro di tale qualità. La stessa galleria esponeva "Frin al festival di Poseidon a Eleuvesine" dall'accademico Heinrich Semiradsky - un enorme doppio dei dipinti del Museo di Stato russo, che nel 1880 fu acquistato per il Museo Russo per un importo record di 32 mila rubli reali ".

Chashnikov - o non Chashnikov? Semiradsky - o una copia? Queste domande possono chiedere ai compratori creduloni di questi dipinti.

Colpo di Alice Nel paese delle meraviglie

Ben presto, i partecipanti al mercato dell'antiquariato, il collezionista e presidente del consiglio di amministrazione di Russobank, Mark Weinstein e il commerciante Alisa Selezneva (il nome è stato cambiato), sono stati attratti dalla combinazione di Alexander Khochinsky. Diremo immediatamente che in seguito ai risultati della combinazione, è stata avviata una causa penale, che ha raggiunto il tribunale e la condanna. Tuttavia, Alexander Khochinsky è uscito dall'acqua - ha aiutato il talento a trasformare le forze dell'ordine in "strumenti".

Così, nel 2002, il commerciante Alice Selezneva si rivelò vendere cinque dipinti appartenenti a diversi proprietari, e un costo totale di circa 430 mila dollari: "Mordovia. Le donne "K. Korovin," Business Visit "di V. Makovsky," Nel parco "di S. Sudeikin," Estate in provincia. Incontro "B. Kustodiev e" La ragazza nel giardino "di V. Borisov-Musatov. Una volta, un conoscente e potenziale compratore Vitaly Tikhonov è apparso nel suo appartamento.

Vitaly Tikhonov è stato a capo dell'associazione non profit "Mutual Insurance Society" Cassa per l'assicurazione di mutua assistenza ". Disse al commerciante che un certo banchiere era interessato alle immagini (probabilmente con riferimento a Weinstein) e le portò in vendita. Tuttavia, poche settimane dopo, Alisa Selezneva si rese conto che Tikhonov era scomparso, non rispondeva alle chiamate, non aveva fretta di pagare e cominciò a scoprire dove erano andati i dipinti. Si è scoperto che ha portato tutte le tele ad Alexander Khochinsky, attraverso il quale avrebbe dovuto venderle alla testa di Russobank Mark Weinstein.

Khochinsky diede a Tikhonov $ 50.000 sulla sicurezza delle tele di Selezneva, tuttavia si offrì di scrivere una ricevuta di $ 75.000. Tikhonov aveva bisogno di soldi per portare a termine un'altra transazione, che tuttavia cadde. Di conseguenza, Tikhonov si è comunque annunciato e ha detto onestamente dell'incidente Selezneva. Poi andarono insieme a Khochinsky per "riscattare il debito" Tikhonov.

Come ci ha detto la stessa Alisa Selezneva, questo avvenne nel prossimo salone antiquario di Mosca nel novembre 2002. All'inizio, il rivenditore ha ottenuto $ 38.000 dai suoi colleghi, ma Khochinsky ha rifiutato di accettare una parte dell'importo e ha chiesto di portare l'intero debito con interessi maturati - $ 75.000, ma non ha nemmeno preso l'intero importo dopo due settimane, riferendosi alle banche chiuse. Ad esempio, i soldi non avranno un posto dove archiviare. In generale, i dipinti di Khochinsky non potevano essere riacquistati. Più tardi, il grande combinatore antico offrì ad Alice Selezneva di comprargli da $ 200.000, ma lei rifiutò, perché non c'erano soldi, e si era già rivolta alle forze dell'ordine con una dichiarazione sulla scomparsa di Tikhonov insieme ai dipinti.

Al momento dell'acquisizione di oggetti di valore, è stato aperto un caso criminale di frode, in cui i proprietari erano i proprietari di cinque dipinti rubati e il commerciante Alice Seleznev. L'inchiesta è durata abbastanza a lungo, ma alla fine solo Vitaly Tikhonov è stato assicurato alla giustizia.

La vittima e i partecipanti al processo di Tikhonov, è stato chiaro chi ha organizzato questa combinazione. Dopotutto, le immagini sono finite con Khochinsky, che durante le indagini ha dichiarato che presumibilmente non sapeva della proprietà delle immagini e li ha venduti alla prima persona che non riuscì a trovare (nonostante fosse più tardi pronto a restituirli, ma per $ 200.000). Alexander Khochinsky ha rifiutato di rispondere a domande spiacevoli dell'inchiesta, riferendosi all'articolo 51 della Costituzione, che consente di non testimoniare contro se stesso e i propri cari. Una ricerca dell'appartamento di Khochinsky e in una casa di campagna non ha portato a risultati - i valori non sono stati trovati lì.

Secondo Alisa Selezneva, molto probabilmente l'offerta di Khochinsky per acquistare i dipinti per 200 mila dollari è stata ricevuta perché il banchiere Weinstein ha scoperto l'avvio di un procedimento penale e ha dichiarato che i dipinti erano ricercati, rifiutandosi di comprarli.

Cioè, cosa è successo sulla base della cooperazione con il grande combinatore antico? La concessionaria Alisa Selezneva era senza cinque dipinti, consegnati dai proprietari in vendita e con un debito a loro di $ 400.000, che ha dato finora. Il mediatore Tikhonov era ricercato e con un periodo di cinque anni. Ma l'antiquario Alexander Khochinsky come risultato di questa combinazione ha ricevuto effettivamente dipinti del valore di circa mezzo milione di dollari per $ 50.000 e, secondo alcune informazioni, li ha venduti per un importo sconosciuto a Israele, rimanendo completamente puliti di fronte alla legge.

A proposito, i dipinti sono ancora ricercati. Pertanto, nel marzo di quest'anno, Khochinsky, offrì ad Alice Selezneva di presentare una causa nel tribunale di Khamovnichesky in modo che potesse interrompere la loro ricerca. Per questo, un antiquario del New Arbat offrì alla ferita Selezneva una ricompensa: ben diecimila dollari. Ho un rifiuto, naturalmente. Ma è diventato chiaro perché Tikhonov è stato condannato così rapidamente e in modo assente dalla stessa corte - dopo tutto, è stato un altro passo verso la legalizzazione dei dipinti rubati.

Ricorrenza di Pietroburgo

Nel febbraio 2003, un famoso scultore e collezionista d'arte di San Pietroburgo, Mikhail Zvyagin, fu gravemente derubato. Secondo il figlio dello scultore Leonid Zvyagin, suo padre colleziona antichità da molto tempo, infatti, da sempre, ed è un conoscitore di oggetti d'arte. Per lo più senior Zvyagin cerca di fare affari con collezionisti provati della vecchia generazione, ma il tempo fa pagare il pedaggio e nuove persone appaiono. Alcuni si presentano come antiquari, altri ricchi uomini d'affari, ma in realtà si rivelano essere semplici ladri. Qui su uno di questi, Mikhail Zvyagin incespicò.

In una conversazione con noi sulla rapina dell'appartamento e gli ospiti in visita alla vigilia dell'incidente, il figlio Zvyagin menzionò un certo antiquario di capitale Mark Pirotsky. Vale a dire, Mark Pirotsky è apparso come alleato di Alexander Khochinsky nel caso di Alice Selezneva sul furto di cinque dipinti.

A febbraio sera, un anziano scultore stava tornando a casa. All'ingresso fu atteso da diversi uomini di mezza età. Passando da loro, Mikhail Zvyagin fu colpito alla testa, e fu trascinato nel seminterrato. Lì, un pensionato di 70 anni cominciò a essere torturato (picchiato, premuto sulle dita, strangolato), cercando di capire dove fossero nascosti nell'appartamento soldi e oggetti di valore. Poi i ladri, prendendo le chiavi dell'appartamento, cominciarono a farne le cose. Prendevano solo il più prezioso, come se un antiquario lavorasse con loro, che sapeva esattamente quali cose prendere.

In particolare, sono state rubate le tele dei maestri dell'Europa occidentale e russa, gli smalti di Limoges, una scultura in bronzo (compreso il periodo della prima Cina), piccole plastiche scolpite in osso e molto altro. In totale, sono stati rubati così tanti oggetti che i rapinatori ovviamente non potevano fare a meno di un camion.

È interessante notare che, sebbene i rapinatori abbiano torturato a lungo la vittima e trasportato le cose fuori dall'appartamento, nessuno dei vicini ha prestato attenzione a questo. Molto probabilmente, la rapina è stata attentamente pianificata. I rapinatori sapevano cosa prendere: il che significa che sono stati informati da un esperto del mercato antiquario che ha visitato Mikhail Zvyagin.

Come conseguenza del furto, lo scultore sopravvisse solo per miracolo. La polizia ha trovato rapidamente alcune delle cose nei negozi di antiquariato della capitale, ma gran parte del furto è ancora ricercato. In questo caso, quattro rapinatori sono stati condannati dal tribunale distrettuale di Petrogradsky di San Pietroburgo, tuttavia, non è stato possibile stabilire il cliente e il mitragliere all'indagine e al tribunale. Gli operativi rimasero solo deja vu, causati dalla somiglianza della calligrafia del crimine.

Puntura a Mosca

Tuttavia, c'erano situazioni in cui le combinazioni non funzionavano. Così, il rivenditore del mercato antiquario della capitale Elena Veselova (cognome cambiato su richiesta della vittima - ndr). Ci ha raccontato come nel 2004 ha quasi perso una grande tela "Ship Grove" dagli artisti Shishkin e Fedorov. L'autenticità del dipinto è stata stabilita dal famoso esperto della Galleria Tretyakov Galina Churak. Appena la foto è stata messa in vendita, Alexander Khochinsky è venuto a visitare Veselova.

Secondo il rivenditore, Khochinsky ha detto che era pronto ad acquistare un'opera d'arte, ma gli ha chiesto di dargli una foto per fare un altro esame, "più recente". Veselova ha deciso di non rischiare, e l'esperta Galina Churak ha riaffermato l'autenticità del dipinto, ma ha condotto uno studio direttamente nell'appartamento del rivenditore. Cioè, ottenere fisicamente la tela da Khochinsky non ha funzionato.

Presto Alexander Khochinsky telefonò a Veselova e riferì che il suo dipinto era presumibilmente sulla lista dei pezzi d'arte rubati durante le guerre cecene dal museo della città di Grozny. Pertanto, dovresti immediatamente portare la foto al Ministero della Cultura per la ricerca.

Veselova ha scattato la foto al ministero, tuttavia si è preparata per la visita - ha portato con sé numerosi amici esperti e una brochure in cui è stato pubblicato un elenco di tutti i valori del museo di Grozny. Naturalmente, nessuna immagine di Shishkin-Fedorov in questa lista non lo era. La brochure è stata presentata all'attuale Khochinsky e al funzionario del Ministero della Cultura responsabile per il restauro del museo. Quest'ultimo mise fuori Veselov, e poi parlò a lungo e con voce sollevata con Khochinsky, che lasciò l'ufficio frustrato e arrabbiato. In generale, l'immagine della vigile Veselova è tornata lo stesso giorno. Come sostiene la stessa concessionaria, se avesse dato la tela a Khochinsky "per la revisione", non l'avrebbe più vista.

Romantico crudele

La storia confermata più recente e la più sorprendente nei suoi dettagli è il rapimento di "The Turk" di Karl Bryullov, del 73enne Nikolai Semenov, direttore del Moscow Theatre of Romance.

È così che Nikolai Iosifovich Semenov racconta questa storia. La collezione di dipinti apparve in famiglia nel 1945, quando, insieme al padre, Semenov viaggiò con un concerto di mecenatismo a Leningrado, recentemente liberato dal blocco. Dopo il concerto è stata organizzata una cena festiva nella casa di Leningrado di un attore in Nevsky Prospect, a cui hanno partecipato Arkady Raikin e Georgy Tovstonogov.

Qui artisti di Mosca eseguivano romanzi, incontravano i figli dei principi Skalinsky. Quelli stavano per emigrare dai loro genitori in Europa, ma a loro era proibito togliere i valori familiari. Perciò Skalinsky vendette la loro collezione di dipinti: dipinti di Shishkin, Bryullov e artisti europei. Alla sera, il padre di Nikolai Semenov ha prestato denaro ad altri artisti e ha acquistato l'intera collezione da nobili viaggianti, riuscendo a saldare i suoi debiti per diversi anni.

Nikolai Semenov ha conservato la collezione a casa a Mosca e non ha intenzione di venderla. Tuttavia, all'inizio del 2006, Nikolai Semenov aveva urgente bisogno di una grande quantità di denaro: si trattava di riparare lo studio per il suo Theatre of Romance. Si rivolse all'antico antiquario Khochinsky e si offrì di comprare un capolavoro della collezione - il dipinto "Turk" di Bryullov - per $ 500.000. Semenov aveva tutta l'esperienza necessaria nelle sue mani che confermava l'autenticità della tela, e il 18 febbraio portò il dipinto al salone Bohema su Novy Arbat.

A parole, come dice la vittima, hanno concordato l'ammontare di mezzo milione di dollari, e anche che Khochinsky avrebbe bisogno solo di pochi giorni per cercare denaro o un acquirente. Khochinsky ha preparato un accordo di commissione per il dipinto "Turhanka" n. 213 del 18 febbraio 2006 tra Semyonov e Bogema. Tuttavia, nel momento in cui l'anziano artista voleva leggere il contratto, Khochinsky toccò la bottiglia sul tavolo con la mano. Uno strano liquido sibilante si rovesciò sul tavolo e Khochinsky si staccò bruscamente dal tavolo. Nikolay Semenov non ha avuto il tempo di rimpicciolirsi, e ha gli occhi bruciati - sul tavolo, come si è scoperto, versato acido solforico, a coppie che gli bruciavano gli occhi. Quando Semenov ha chiesto perché qui c'era acido solforico, Khochinsky ha detto: dicono, è necessario incidere gli insetti che possono rovinare l'antiquariato.

In generale, Semenov ha perso la sua chiarezza di vista e, secondo lui, non ha potuto leggere il contratto. Invece, firmò rapidamente il documento e corse alla clinica e la chiarezza della visione tornò, ma solo pochi giorni dopo. Poi Semenov scoprì che il suo accordo con la Bogema per la Commissione conteneva un numero di condizioni sfavorevoli per lui, oltre a un importo pari a metà: 7.500.000 rubli. Chiamò Khochinsky, poi venne nel salone di Novy Arbat. Khochinsky ha spiegato che gli esami presentati che provano l'autenticità della "donna turca" non sono abbastanza buoni. E ha bisogno di condurre un esame del quadro nell'eremo di Pietroburgo - soprattutto perché Bryullov ha dipinto molte di queste foto. In generale, Semenov è stato chiesto di aspettare.

Allora Khochinsky smise di rispondere alle chiamate di Semenov, e quando perse la pazienza e tornò al salone di Bogema a Novy Arbat, disse che il nuovo esame effettuato da Khochinsky dimostrò che il dipinto era solo una copia che non aveva valore artistico. A tal proposito, Semenov deve pagare a Bogeme $ 1.500 per l'ansia e l'esame, dopodiché riceverà la sua "copia". Ora è impossibile restituirlo, poiché è presumibilmente memorizzato in una banca.

Nikolay Semenov fece naturalmente una dichiarazione a Petrovka. Un famoso artista, ha detto, è stato ricevuto dal vice capo del dipartimento di polizia di Mosca per la lotta contro i crimini economici, il generale Viktor Vasilyev. Ha simpatizzato con la vittima e ha detto che avrebbe rapidamente premuto il mascalzone all'unghia, farlo tornare il dipinto o il denaro. Ma non è successo nulla, Khochinsky ha continuato a chiedere il pagamento per l'esame, e non ha dato la tela. Non ho dato soldi o dipinti finora.

Un artista anziano ha raccontato la sua versione degli eventi che si sono verificati con l'immagine. Secondo la sua opinione, il capolavoro di Bryullov visitava davvero San Pietroburgo, dove probabilmente ne ricavava una copia. Quindi una copia appena prodotta fu sottoposta all'esame dell'Hermitage, dove si concluse che il dipinto era una copia e non rappresentava alcun valore culturale. Ma poi lui stesso capolavoro di Bryullov, rubato da Semenov, potrebbe benissimo essere all'estero secondo i documenti rilasciati per una copia.

Cioè, la copia è rimasta in Russia, e potrebbe essere prima o poi tornata a Semyonov dal "Bogema", e secondo i suoi documenti, la vera immagine dell'artista potrebbe essere andata da qualche parte all'estero. Ad esempio, a Londra. Dove si è rivelato essere venduto a qualsiasi conoscitore dell'arte russa per il suo prezzo reale. Semplice e congeniale.

Purtroppo, Alexander Khochinsky stesso non è stato trovato e ha chiesto di commentare il materiale da noi raccolto. Secondo alcune voci, ha già realizzato il suo "nuovo sogno russo".

Affari sull'antiquariato

Sentendo i prezzi approssimativi per l'antiquariato, molti sono interessati a come fare soldi sull'antiquariato. Ma pochi capiscono che gli oggetti d'antiquariato non sono solo armi, mobili, piatti e tesori archeologici. Bottoni, mollette, francobolli, distintivi degli anni '40 del secolo scorso possono essere antichi. Allo stesso tempo, le cose domestiche occupano una quota di mercato insignificante. Puoi davvero guadagnare bene nei mercati esteri.

L'antiquariato come azienda è implementato in diversi modi. Quando si investono soldi in oggetti d'antiquariato, aspettarsi con coraggio un profitto del 25% all'anno. Ma puoi guadagnare sulla valutazione di cose rare. In questo caso, i guadagni di un antiquario arrivano fino a $ 150 all'ora.

Come diventare un esperto

In teoria, qualsiasi laureato può essere addestrato nella valutazione. Per fare questo, non è necessario avere un'educazione alla storia dell'arte, è sufficiente seguire corsi speciali. Ma la maggior parte del tempo, tale formazione è fornita da persone che hanno già esperienza nella comunicazione con l'antiquariato. Inoltre, tale addestramento è troppo costoso, come per lo scolaro di ieri. Il corso iniziale di valutazione semestrale costerà $ 1100 e il corso annuale avanzato costerà $ 1900. È chiaro che imparare da solo non ti renderà un esperto. Ci vogliono anni per acquisire esperienza che sarà molto apprezzata nel mercato.

Una cosa è certa, dopo la fine del corso è improbabile che resti senza lavoro. Gli esperti sono disposti a prendere in negozi di antiquariato, gallerie. Di norma, in pochi mesi di lavoro è già possibile recuperare i soldi spesi per la formazione. Non puoi essere collegato a un determinato luogo di lavoro e offrire servizi una tantum per la valutazione degli oggetti d'antiquariato. In questo caso, all'inizio le entrate inizieranno da $ 250 a settimana.

Non avere paura e competizione. I buoni esperti sono specialisti stretti in un campo particolare. La specializzazione non si riduce a un secolo particolare, ma a un certo tipo di antichità. Pertanto, nel tempo, vale la pena di prendere corsi aggiuntivi di periti, rivelando un determinato argomento ristretto. In ogni caso, la professione è molto richiesta, poiché la quota di falsi sul mercato, secondo alcune stime, raggiunge il 50%.

Come aprire un negozio di antiquariato

Un altro modo per avviare un'impresa nell'antiquariato è aprire il tuo negozio o il tuo negozio di antiquariato. Prima di tutto, è necessario determinare la direzione dell'azienda. L'attività più redditizia è la vendita di dipinti. I libri vintage aumentano del 25-30% ogni anno, le monete - del 20%, le macchine - fino al 17%. Il valore di marchi e gioielli peggiora, fino al 7% annuo.

Dopo aver deciso la direzione, inizia a cercare una stanza adatta. Dovrebbe essere abbastanza spazioso da accogliere tutti gli oggetti in modo confortevole e armonioso. Il negozio deve essere situato al primo piano dell'edificio con un ingresso separato. La stanza deve essere sistemata in modo che ogni cosa sia disponibile per la revisione, e allo stesso tempo il negozio è abbastanza spazioso. Includere nel business plan l'acquisto di finestre e scaffali chiusi.

Oltre all'acquisto effettivo di cose, una parte significativa del budget sarà spesa per l'acquisto di una licenza e l'assicurazione di beni. Una parte dei fondi sarà destinata allo stipendio di due venditori, il responsabile degli acquisti, il restauratore e il perito. Data la quota di falsi, senza i servizi di un perito per aprire un negozio non ha senso, dal momento che il minimo errore può costare tutto il business. Il restauratore porterà i tuoi effetti personali in una presentazione, poiché non sempre i precedenti proprietari li tengono attentamente. È possibile assumere un contabile a tempo parziale o esternalizzare queste domande.

La parte delle entrate sarà la vendita effettiva di cose. Il margine su di loro è di circa il 300%. Se un oggetto è in vendita, puoi contare su un profitto del 10%. Ulteriori entrate sono organizzate con la valutazione delle cose - questo è un altro 25% del valore di ciascun ordine. Le cose non stanno vendendo molto velocemente. Per l'anno, nella migliore delle ipotesi, solo sette delle 10 antichità acquistate possono essere vendute. È vero, ogni anno il costo delle merci aumenta solo. Pertanto, è importante effettuare l'inventario nello store in tempo. L'azienda pagherà in un paio di anni.

Pubblicizzare il negozio è solo per pubblicazioni specializzate, forum, mostre, perché gli oggetti d'antiquariato non sono tutti interessati. La migliore pubblicità sarà la tua reputazione. Ben vendere e pubblicizzare aiuta il negozio online. In alcuni casi, l'azienda può essere interamente ridotta alle vendite online.

Dove cercare oggetti d'antiquariato

La pratica dimostra che oggetti di valore possono essere trovati direttamente dai proprietari o attraverso i mercanti d'arte. Attraverso quest'ultimo, l'acquisto è più costoso, ma più sicuro. È più redditizio andare direttamente ai proprietari, che spesso non capiscono il valore delle cose che possiedono, ma sognano di sbarazzarsi della spazzatura il prima possibile. Acquistando cose inutili dai residenti di Krusciov e Stalinok a volte puoi trovare antichità incredibili e rare. Un'altra opzione - un viaggio nei villaggi. Lì tra la gente del posto nelle soffitte e nei fienili, tra le altre cose, la spazzatura contiene anche cose preziose e costose. Una buona fonte nella ricerca di "tesori" sono i mercati delle "pulci". Anche lì, imbattersi in cose rare che sono disposti a vendere per un centesimo.

Meno affidabile, ma il modo più interessante per ottenere cose rare: cercare il tesoro. È vero, qui devi sapere cosa e dove cercare. Ma gli avventurieri persistenti incontrano ancora gioielli d'oro, monete rare e molte altre cose preziose. Ma non c'è certezza che otterrai una cosa davvero rara. Inoltre, anche se dovesse cadere, il costo del restauro potrebbe superare l'eventuale reddito derivante dalla sua vendita. Inoltre, non sconto su Internet. Ci sono molti forum e comunità di collezionisti, cacciatori di tesori e altri amanti di cose antiche che sono disposti a vendere o scambiare alcune cose.

Ma il mercato dell'antiquariato è instabile e cambia ogni anno. Oggi le più popolari sono le due principali categorie di cose:

  1. Cari pezzi d'antiquariato: dipinti di artisti famosi, gioielli.
  2. Cose dal "mercatino delle pulci": manufatti, antiche curiosità.

Oggi, sempre più interessati all'arte moderna, allo stile liberty. Viene mantenuto l'interesse per lo stile art deco. Gli affari sull'antiquariato dovrebbero essere costruiti con questi trend di mercato.

Valore approssimativo del caso

L'investimento iniziale dipende da molti fattori. Se decidi di diventare un esperto, è sufficiente investire un po 'più di mille dollari nella tua formazione. Il negozio richiederà investimenti più seri, che dipendono anche dal settore di attività prescelto: il prezzo delle vecchie monete e delle auto retrò è molto diverso.

Secondo le stime più generalizzate, affittare una stanza, acquistare materiale, letteratura, investire nella formazione e acquistare beni, in media dovrà investire 50-80 mila rubli. Anche se in alcuni casi è possibile iniziare con un migliaio di rubli. Il recupero di un'azienda dipende dalle dimensioni dell'investimento e inizia da tre mesi. In media, l'investimento tornerà in un anno.

profilo

Con il crollo del mercato dell'antiquariato, i capolavori in Russia sono favolosamente più economici

La crisi economica ha abbattuto il mercato dell'antiquariato in Russia. Negli ultimi 2,5 anni, il fatturato è diminuito di cinque volte e i prezzi si sono quasi dimezzati. È tempo di comprare dei capolavori, ma nessuno. La maggior parte dei ricchi russi negli ultimi anni si è trasferita all'estero, e lì l'arte russa non è di moda e non di prezzo.

Il 15 ottobre, il 41 ° Salone d'antiquariato inizia a Mosca, durante il quale decine di galleristi, mercanti d'arte e collezionisti privati ​​apriranno i loro stand alla Central House of Artists. "La pittura di vecchi maestri e gioielli, monumenti di icone di pittura, porcellane imperiali e sovietiche, tele di scuole russe realistiche e bronzo orientale - tutto questo troverà un posto nella mostra attuale", dice l'annuncio dell'evento. Ma i clienti abituali se ne accorgeranno: le opere sono esposte le stesse di anno in anno, i nuovi oggetti sono diventati rari. Sì, e il pubblico si sta riducendo e le vendite sono considerate un evento.

Il mercato dei valori culturali, l'antiquariato quanto più possibile riflette la situazione nel paese. Come ha scoperto "Profile", dal 2014 è letteralmente crollato - il fatturato è diminuito 5 volte, ei prezzi per le antichità sono diminuiti di quasi il doppio, raggiungendo la barra inferiore. E se prima si trattava di un mercato di venditori, che erano cacciati per l'antiquariato e non hanno fatto il loro turno, ora è un mercato di acquirenti che hanno una vasta scelta. Secondo gli esperti, ora è il momento migliore per ricostituire o basare le collezioni: ci sarebbero soldi e pazienza, poiché prima di 5-10 anni gli investimenti non pagheranno.

Vanity Fair

Il mercato mondiale dei valori culturali è stimato da esperti a $ 30 miliardi. "Un terzo appartiene alla Cina", ha detto Konstantin Babulin, analista di artinvesrment.ru. Secondo gli analisti di "Kit Evaluation", il fatturato russo del mercato antiquario alla fine del 2014 era di $ 2 miliardi. Più della metà (54%) rappresentava la pittura, il 22% - arte decorativa e applicata, 17% - segmento numismatico, il 7% era assegnato a libri usati. Secondo Babulin, il fatturato aperto delle aste russe di dipinti e grafica nel 2013 è stato di $ 20 milioni. "E nel 2015 è crollato cinque volte - fino a $ 4,2 milioni e metà del trading online", afferma l'esperto. - Nel 2016, non è migliorato. Probabilmente anche peggio. " Chiusura e aste. Due anni fa c'erano circa 30 nel paese, dice Babulin, ora ce ne sono a malapena una dozzina.

Il mercato è davvero crollato, conferma il consulente d'arte, esperto valutatore dell'azienda per l'esame e la valutazione delle opere d'arte ArtConsulting Denis Lukashin. "Il forte crollo si è verificato alla fine del 2014", dice. "Prima di ciò, la nostra domanda chiaramente prevaleva sull'offerta: c'era poco lavoro, e il potere d'acquisto era estremamente alto, le persone erano alla ricerca di cose". Dall'inizio del 2015, tutto è diventato il contrario, afferma l'esperto: la domanda è quasi cessata, sono apparsi molti articoli. "Le persone che comprano oggetti d'arte ora hanno situazioni di vita diverse: qualcuno se ne va, qualcuno ha problemi con gli affari", spiega Lukashin. "Hanno lanciato questa vasta gamma di cose sul mercato." E, secondo le leggi dell'economia, se l'offerta supera la domanda, i prezzi diminuiscono ". In media, dice Lukashin, i prezzi sono scesi del 30-40%. "Ma, considerando che la situazione sembrava senza speranza nel 2015-2016, la domanda era vicina allo zero, quindi i prezzi sono scesi al 60-70% in alcuni articoli", ha aggiunto.

"Volevamo vedere a Mosca capolavori sconosciuti dell'arte russa"

Il commerciante d'arte Anatoly Bekkerman su quanto spesso si forgia l'arte russa, e in che modo il raffreddamento delle relazioni tra Russia e Stati Uniti influisce sugli scambi culturali?

È vero che al Salone Antico potrebbe non essere immediatamente evidente, i prezzi per oggetti d'arte rari sono ancora pungenti, ma questo non significa che tale sia la realtà. I prezzi - il problema principale di molti dei suoi partecipanti, ha detto Babulin. "Di regola, hanno prezzi cinque volte superiori almeno un po 'sani di mente", dice. - Se prima c'era una definizione di "prezzi cosmici", ora siamo passati alla definizione di "schizofrenico". La sovrastima non è nemmeno 10, ma 100 volte. Alcuni Korovin possono essere venduti per 800 mila dollari, e lui, in tempi normali, più caro di $ 500 mila non è stato venduto, ora Dio non voglia, per $ 100-120 mila. Chi lo comprerà? Questo è ridicolo. " Tutto ciò, dice l'esperto, porta al fatto che le persone che sono andate di anno in anno al Salone e che capiscono l'ordine dei prezzi smettono di visitarla.

"L'evento numero 1 di antiquariato nel paese è, infatti, ahimè, non così", ammette Babulin. "Ci sono pochi visitatori, e se arrivano, anche i prezzi non vengono richiesti, ci sono anche poche vendite". Tradizionalmente, dice l'esperto, al secondo piano del Salone Antico ci sono le tribune VIP delle migliori gallerie con le opere d'arte più costose. E sul terzo - il cosiddetto "baroholk" con l'arte applicata. "Ora il terzo piano ha iniziato a migrare verso il secondo", ha detto Babulin. "Al salone di primavera, tutti i cavalletti laterali erano già occupati con l'arte applicata". Allo stesso tempo, la partecipazione al Salone Antiquario VIP è costosa - circa $ 10.000 per stand. "Se vendi il dipinto per $ 30 mila, allora il 10% è tuo, cioè solo $ 3 mila", l'esperto calcola le perdite degli antiquari. - Dio non voglia essere in grado di recuperare il posto. E se non avessi partecipato, non avrei speso nulla. Ma è necessario partecipare in modo che le voci non vadano che "un altro è stato chiuso".

Come le migliori case di Londra

La crisi, le fluttuazioni valutarie, il potere d'acquisto in calo - tutto ciò, ovviamente, ha colpito il mercato dell'antiquariato. Ma questa ragione, dice Babulin, non può essere considerata isolatamente dagli altri.

La tendenza è diventata evidente nel 2011. "La gente ha capito che già allora la crisi emergente è da molto tempo. "E una folla di compratori seri si trasferì quasi definitivamente da qualche parte a Londra", spiega Babulin. - Allo stesso tempo, le persone che acquistano regolarmente quadri sono solo circa tremila. E poi hanno scoperto che i classici della pittura russa del XIX secolo, che hanno comprato, ed è per questo che i prezzi sono saliti, non si sono vantati a Londra ". L'elemento di prestigio ha seriamente influenzato la domanda di antichità. "A Londra, perché Aivazovsky è appeso al muro, non è né freddo né caldo per nessuno", spiega l'esperto. - Ma se Picasso, Manet si blocca - è un'altra cosa. E il nostro popolo, che comprava il migliore qui, ora compra il meglio lì. " E il meglio è l'impressionismo e l'arte del dopoguerra: Andy Warhol, per esempio, o Damien Hirst.

Oskudeli e "offerta russa" specializzata. Le cosiddette "settimane russe" si tengono due volte l'anno (a giugno ea novembre) dalle più grandi aste del mondo: Sotheby's, Christie's, MacDougall's, Bohnams. Da cinque a sei giorni commerciano solo russi. Fondamentalmente, i commercianti d'arte russi arrivano alle "aste russe", per poi tornare a casa con gli acquisti. Anche il fatturato dell'ultima "settimana russa" è stato notevolmente ridotto, dice Babulin, da $ 50 milioni a $ 4,5 milioni. "Questo non è dovuto alla perdita di interesse per le azioni russe, non malvagie degli americani, come dicono i" patrioti ", dice l'esperto. - Solo il più venduto dai commerci russi altamente specializzati è andato al mondo. Il mondo intero apprezza e compra l'avanguardia russa - Malevich, Kandinsky, per esempio. E tutto questo è passato ad altre aste, specializzandosi in un particolare stile di pittura. E una foto di Kandinsky può costare $ 20 milioni, quindi se prima il nostro giro d'affari era di $ 30 milioni, ora è diventato $ 5 milioni, questo significa che lo stesso dipinto di Kandinsky non ha venduto come parte della "settimana russa", ma su alcuni asta degli impressionisti e non sono entrato nelle statistiche dell'asta russa ".

Nel frattempo, altri tradizionali "top" d'arte, al contrario, sono crollati nel prezzo. "Ad esempio, nello stesso 2014, i dipinti di Aivazovsky a Sotheby's sono stati venduti nella fascia di prezzo di $ 1,5-2 milioni", dice Babulin. "E nel 2016 non ci sono stati più di $ 700 mila in prezzi, ed è stato specificamente da Sotheby's che sono stati fissati a $ 300-400 mila." "Il nostro pittoresco tutto" - Shishkin, Aivazovsky (questi nomi sono diventati quasi un nome familiare nella designazione dei classici russi) - era venduto per milioni, ma ora nessuno li comprerà per tali soldi. Gli intenditori del bello "sobrio", dice Babulin, hanno scoperto che gli artisti europei dello stesso periodo sono altrettanto bravi e costano molto meno. "Kandinsky e Malevich non possono essere confusi con nessuno. Tutti loro, come Van Gogh, Gauguin, sono artisti con un modo molto individuale, motivo per cui costano questi soldi ", sostiene l'esperto. - E quando ci sono "shishkin", cioè persone che possono scrivere bene la natura, pagano molto per gli artisti forti europei per 10-15 mila euro, e per loro, solo con la firma "Shishkin", improvvisamente un milione, è sbagliato la situazione. "

Scandali, intrighi, indagini

Nei classici russi, tuttavia, c'è un altro motivo per cui la richiesta di dipinti di artisti è diminuita in modo significativo: sono stati falsificati troppo. Il più frequentemente usato è il cosiddetto "ridisegno" - piccole alterazioni di vecchi dipinti per cambiare il loro autore. Un tempo, questo portò a una perdita critica di fiducia nel mercato: non credevano né ai venditori né alle competenze. Denis Lukashin ha parlato di uno di questi "perelitzovka", che è venuto alla competenza tecnologica di ArtConsulting. "L'immagine sembrava una torta", ricorda. "Era firmato da Orlovsky, e quando i restauratori hanno cancellato l'iscrizione, è risultato che l'artista era tedesco." Nelle aste, gli esperti hanno trovato precedenti vendite di questo articolo e anche la firma tedesca su di esso si è rivelata fresca, falsificata per la vendita di un autore dell'Europa occidentale. "E quando abbiamo eliminato tutto, si è scoperto che questo era il lavoro di un autore russo poco conosciuto, che è stato portato in guerra in Europa occidentale. Cioè, si è rivelato essere un quadro russo, ripetutamente riscritto e pubblicato per altri autori ", ha detto Lukashin.

Tuttavia, gli scandali con "falso" - una parte integrante della storia del mondo antiquario. A Parigi, ad esempio, è in corso un'indagine sulla falsificazione dei mobili antichi, che, tra l'altro, è stata acquisita dai musei. E a San Pietroburgo, i dipendenti del museo russo sono comparsi in tribunale per quanto riguarda la vendita di un falso dipinto e la produzione di esami illegali. Il caso più aneddotico nella pratica di Lukashin si è verificato un anno fa, quando i clienti hanno portato Pirosmani all'esame. "Questo è un autore piuttosto raro sul mercato, in collezioni private non ce ne sono praticamente. E ci hanno portato quattro o cinque cose contemporaneamente ", ricorda l'esperto. "Tutte si sono rivelate false - immagini finte dipinte alla fine del XX secolo per le riprese del film su Pirosmani". Abbiamo dato una conclusione negativa. Ma circa tre mesi fa, uno dei clienti che è stato offerto di acquistare Pirosmani ha inviato la nostra conclusione un anno fa e un altro pacchetto di altri esami. E nella nostra conclusione è stato detto che presumibilmente confermeremmo l'autenticità di Pirosmani, cioè lo abbiamo anche forgiato. È stato compilato con poche altre conclusioni, ma è stato comunque venduto a un livello abbastanza serio. "

Il tesoro dei raid della polizia

La polizia italiana ha scoperto un sindacato criminale di mercanti che hanno rubato artefatti. Oltre 5000 antichità sono state confiscate, il destino del resto è ancora sconosciuto

Tuttavia, ora tali casi sono diventati, piuttosto, una rarità. "Dopo gli scandali con falsi" coni ", il significato di andare ai saloni antichi è andato perduto, perché solo i falsi erano appesi lì, dice Babulin. - Una seria attività d'antiquariato, i galleristi si sono resi conto che se non impongono l'ordine in quest'area, la loro "lafa" finirà. I nostri antiquari e commercianti d'arte si sono uniti alla confederazione internazionale, hanno formato i loro esperti certificati che hanno avuto fiducia e l'auto-purificazione è iniziata. " Gruppi di esperti critici d'arte percorreranno l'attuale Antique Salon. "Indicheranno immagini che sembrano irreali per loro, richiedono che vengano rimosse", dice Babulin. - E i partecipanti al salone lo fanno senza scandali. Questa è la pratica di tutte le mostre in generale - in Europa, nel mondo, e infine viene applicata seriamente nel nostro paese. Al 97%, questo è ciò che ha rimosso i falsi dal Salone di antiquariato. E se prima questi casi erano una situazione regolare, ora l'identificazione dei falsi da parte degli esperti è un evento completo ".

Tuttavia, tali scandali nel mondo dell'arte che sono diventati di pubblico dominio sono anche rari perché "una parte significativa del mercato dell'antiquariato, incluso il genuino, è nel settore ombra", richiama l'attenzione dell'avvocato del PenPaper Bar Anatoly Loginov. "Spesso, anche in caso di frode, le vittime non si rivolgono alle forze dell'ordine, poiché le loro azioni sono illegali", ha detto l'avvocato. "Ma quando si parla di oggetti d'antiquariato nel settore legale e allo stesso tempo il venditore commette l'inganno riguardo alla sua autenticità, tali casi sono spesso resi pubblici. Uno dei modi più comuni per imbrogliare in tali transazioni è preparare un'opinione di esperti inaffidabile ".

Tecnologia artistica

Anche i critici d'arte più venerabili possono sbagliarsi e non vedere un falso di vista, o, al contrario, essere chiamato un originale falso. In questo senso, la comunità antiquaria russa ha anche aumentato la sua autorità negli ultimi anni, ha iniziato a utilizzare attivamente la tecnologia moderna. "Ora il problema dei falsi è meno acuto", dice Lukashin. - È apparso un numero enorme di istituzioni specializzate. E se vengono vendute cose serie, le persone vengono riassicurate migliaia di volte. Pertanto, ora tali falsi franchi, che hanno avuto una diffusione 5-10 anni fa, sono estremamente rari. " E se sorgono scandali, sottolinea Lukashin, è solo perché le persone ignorano l'esperienza nel complesso. La storia del museo russo, a suo parere, lo conferma solo "Ci sono molte cose sul mercato che hanno solo competenze di critica d'arte", afferma il consulente d'arte. "Ma le opere degli inizi del 20 ° secolo solo con la competenza di critica d'arte, anche se si basano su una sorta di provenienza (storia di proprietà di un'opera d'arte, oggetto di antiquariato, la sua origine." Profilo "), devono ancora essere controllati."

Sì, adesso i falsi franchi non si trovano praticamente, ma restano molte opere complesse che non possono essere attribuite senza i tecnologi, e qui la critica d'arte è secondaria. "In effetti, molti dei nostri suprematisti o avanguardisti possono riprodurre uno qualsiasi dei restauratori - con la stessa tecnica, con lo stesso stile, con gli stessi tratti e per renderlo vecchio", ammette Lukashin. - E avrai una cosa meravigliosa e meravigliosa. Se non lo mostri al tecnologo, lo storico dell'arte non lo distinguerà mai dall'originale. " Soprattutto si tratta di opere di artisti dell'inizio del XX secolo, che ora vengono più spesso sottoposte ad esame. "Al Salone Antico, gli esperti possono distinguere alcune cose completamente sincere", spiega Lukashin. "Ma anche qui non posso dire che non si sbagliano." Più di una volta è stato nella mia pratica che hanno colpito un dito all'originale, dicendo che era un falso. E poi, quando furono compiute serie azioni esperte, furono coinvolti diversi storici dell'arte, fecero una serie completa di esami, risultò che il dipinto fu dipinto a tempo debito e fu falsificato allora, negli anni '10 o '20, lo stesso Mashkov non lo era. "

Ci sono varie sfumature, spiega l'esperto: o si tratta di una pittura congiunta con qualche altro artista, o l'artista ha scritto qualcosa di sbagliato, o qualche toppa sbagliata sulla quale era solito scrivere gli è scivolata. "La tecnologia può determinare con precisione il momento in cui questo lavoro è stato creato, e sarà più facile per uno storico dell'arte capirlo proprio nel periodo dell'autore in cui il lavoro è datato", dice Lukashin. - Ad esempio, lo stesso Konstantin Korovin. È noto quando e in quali posti ha scritto, a Parigi, in Russia. Se la datazione cade nel periodo di Parigi, è improbabile che il paesaggio russo appaia lì, raramente ha scritto dalla memoria. E se il lavoro non era mai apparso prima e non è stato riconosciuto, allora lo storico dell'arte sarà in grado di determinare che Korovin è davvero venuto in questa città francese in questo momento, e, avendo rovistato negli archivi, avrebbe scoperto di essere stato colpito da alcuni dei suoi amici artisti e ha cercato di improvvisare ".

"È estremamente difficile ottenere una piena garanzia che il tema degli oggetti d'antiquariato non sarà un falso quando viene acquistato", dice l'avvocato Loginov. "Possiamo solo minimizzare il rischio." La cosa principale qui, naturalmente, è rivolgersi a esperti di cui ci si può fidare. Ma anche questo non esclude la possibilità di frode, ha detto Loginov: "Nella maggior parte dei casi, gli oggetti d'antiquariato sono associati a grandi quantità di denaro, quindi la tentazione è grande." È importante prestare attenzione al comportamento del venditore e al quadro che stabilisce al momento della conclusione di un accordo. "Ad esempio, se il venditore offre di attirare un esperto che può condurre lo studio, e sostiene fortemente tale esperto", spiega. - Soprattutto vale la pena di diffidare quando il venditore insiste che la vendita avverrà solo se la ricerca è condotta da un particolare esperto da lui proposto. In questi casi, non si dovrebbe andare avanti con il venditore ed è meglio abbandonare l'affare. "

I truffatori sono bravi psicologi, ricorda Loginov, e una persona interessata, imbarazzata dai termini favorevoli dell'accordo, potrebbe non notare l'inganno. "Attrarre una persona indipendente per aiutare", consiglia l'avvocato. - Neanche uno specialista nell'antiquariato, ma qualcuno di cui ti fidi. Un aspetto disinteressato esterno molto probabilmente aiuterà a notare qualcosa che una persona che è assorbita nel processo e le prospettive non noteranno ". Legalmente, è necessario formalizzare le relazioni non solo con il venditore di oggetti d'antiquariato, aggiunge il presidente dell'Associazione di bar Sazonov e Partners Vsevolod Sazonov, ma con tutti i partecipanti alla procedura: esperti, periti, assicuratori.

Spedizioni pericolose

Non favorevole alla crescita del mercato antico e della legislazione. "Certo, è rimasto indietro rispetto alla situazione attuale nel mercato dell'antiquariato e contribuisce alla sua scomparsa", dice Loginov. "È necessario, da un lato, stabilire un adeguato controllo statale sul mercato nel suo insieme e, dall'altro, attuare una parte della sua liberalizzazione". Alcune azioni sono ancora in corso, ma finora non sono state formulate in modo chiaro. La legge "Sull'importazione e l'esportazione di beni culturali" è stata adottata nel 1993 e da allora non è cambiata concettualmente.

"Più tempo passerà e questa collezione diventerà impagabile."

Elena Kitaeva, capo progettista del canale televisivo Kultura, sull'arte applicata, che nei tempi sovietici era uno sbocco per i concettualisti

L'avvocato Sazonov, a sua volta, ha osservato che il movimento della proprietà culturale attraverso il confine, ci viene fornito con molte sfumature, e la violazione delle norme più spesso si configura come contrabbando, cioè un crimine grave. Il Servizio federale delle dogane (FCS) della Russia è responsabile del controllo dell'importazione e dell'esportazione di oggetti d'antiquariato e tutti gli oggetti d'arte sospetti vengono inviati per l'esame. "Il Dipartimento di competenza dei valori culturali conduce studi su oggetti di pittura, numismatica, phaleristica, oggetti religiosi, oggetti di arte decorativa e applicata, pubblicazioni stampate, armi antiche", ha spiegato a Profile Andrei Khokhlov, capo del servizio di esperti criminali del Dipartimento federale delle dogane e del Dipartimento federale delle dogane. - Nella maggior parte dei casi, questi oggetti vengono spostati in violazione delle norme della legislazione russa e senza permessi. Nel 2016 sono stati effettuati oltre 150 esami di esperti presso l'Amministrazione centrale delle dogane forense e doganale e oltre 5.000 oggetti sono stati spostati e spostati in violazione della legislazione vigente della Federazione russa. Per evitare difficoltà, prima di spostare i valori culturali oltre il confine, devono essere registrati presso gli enti territoriali del Ministero della Cultura della Russia e ottenere un parere di esperti. Quando si trasferiscono beni culturali, è necessario presentare agli ispettori doganali un parere di esperti, nonché i documenti che confermano la proprietà dei libri rari (ricevuta di vendita, certificato di acquisto e vendita, donazione, eredità). "

È ora di raccogliere la collezione

Tuttavia, oltre a tutti questi problemi, antiquari e collezionisti russi hanno avuto una gioia sullo sfondo della crisi. "Sebbene il mercato sia più o meno in fase di ripresa, i prezzi bassi sono già stati fissati per la maggior parte dei lavori", afferma Lukashin. - E una tendenza piuttosto interessante è apparsa: se gli investitori sono pronti a giocare in un lungo (5-10 anni, per esempio), allora è ora redditizio formare fondi e raccolte, poiché i prezzi hanno effettivamente raggiunto la loro soglia più bassa. L'arte è valori eterni, e sicuramente i prezzi cresceranno quando l'economia diventerà positiva ".

Dal punto di vista degli economisti, investire è davvero redditizio. "Il mercato degli oggetti da collezione e oggetti d'arte ha inaspettatamente ricevuto un secondo vento in un brusco calo della redditività di strumenti di investimento familiari", ha affermato Pavel Sigal, primo vicepresidente di Opora Russia. "Tassi negativi e zero ti costringono a cercare asset più interessanti, e qui i potenziali investitori hanno molta scelta." Secondo Segal, in alcuni segmenti, la resa ora può raggiungere il 20-30% annuo, in particolare, il mercato delle auto e oggetti d'arte collezionabili e rari mostra buoni risultati. Il problema è una cosa, dice l'esperto: soglia di ingresso elevata. "Non si tratta tanto della quantità di investimento, in quanto è possibile scegliere elementi relativamente poco costosi o utilizzare uno schema di investimento collettivo (raramente), ma anche delle conoscenze e dell'esperienza necessarie", spiega. - Le offerte più interessanti possono essere trovate presso privati, al di fuori di aste ben note, cioè è necessario condurre un esame autonomamente. Non è economico, e trovare buoni specialisti non è facile. "

Tutti capiscono, Babulin è d'accordo, che ora il mercato dell'acquirente, non il mercato del venditore: "Ora, al contrario, i dipinti sono portati dai partecipanti al Salone Antico. E negli ultimi anni, le persone spesso non si vantano del fatto di aver venduto qualcosa con successo, ma di quello che hanno comprato con successo. Acquistando profitti e proprietari di gallerie per la maggior parte, è ora impegnato in esso. Ma cosa succederà dopo? Anche questa domanda è difficile o semplicemente di risposta, quanto alla questione se l'economia russa abbia raggiunto il fondo ".

Top